Home
Accesso / Registrazione
 di 

Micro trasmettitore FM 1Watt - 3

Micro trasmettitore FM 1Watt

L’oscillatore RF lavora ad una frequenza impostabile, agendo sul compensatore (ma anche sulla spaziatura tra le spire della bobina L1) tra 88 e 108 MHz, cioè in piena gamma FM; viene modulato in frequenza dal segnale amplificato dal T1, che agisce sulla sua base. La modulazione di frequenza consiste nel far deviare entro certi limiti (in banda FM per trasmissioni radiofoniche la massima deviazione ammessa è ±75 KHz) la frequenza di lavoro dell’oscillatore rispetto al valore normale (a riposo) e si opera modificando leggermente lo stato di polarizzazione del T2.

Micro_trasmettitore_FM_cablaggio

In pratica il segnale audio amplificato dal transistor T1 viene sommato alla tensione di polarizzazione determinata dal partitore R6/R7 e determina un aumento ed una diminuzione della tensione risultante: modificando il potenziale di base del T2 variano leggermente le condizioni di funzionamento delle sue giunzioni e, con esse, variano le capacità parassite ad esse associate; la variazione di tali capacità, soprattutto di quella relativa alla giunzione di collettore (questa capacità parassita costituisce un condensatore in parallelo a C8) determinana anche un cambiamento della frequenza di lavoro dell’oscillatore RF.

Il segnale modulato viene irradiato nell’etere direttamente dalla bobina L1, e può essere captato da una radiolina o da un sintonizzatore FM entro un raggio che, a seconda della sensibilità del ricevitore stesso, raggiunge o supera un centinaio di metri, in aria libera naturalmente. Per aumentare la portata basta dotare il circuito di un’antenna: ad esempio uno spezzone di filo lungo 60÷70 centimetri collegato alla prima spira dal lato del collettore del T2. Tenete conto che con un’alimentazione di 18 volt e con una buona antenna il trasmettitore può consentire una portata di qualche chilometro in linea d’aria. A proposito di alimentazione: il minitrasmettitore si alimenta normalmente a 9÷12 volt, tensione che permette all’oscillatore di sviluppare circa 200÷250 mW di potenza RF; la tensione alimenta oltre al T2, anche lo stadio relativo al transistor T1 e, mediante la rete di riduzione (che incorpora il diodo Zener DZ1) che ricava 5,1 volt, anche la capsula microfonica preamplificata MIC. Il condensatore C1 filtra l’alimentazione del microfono, mentre R1 funge da resistenza di carico.

E adesso passiamo alla costruzione; finora abbiamo parlato del circuito, ora vediamo come realizzarlo e metterlo a punto. Innanzitutto dobbiamo preoccuparci di preparare la basetta stampata, per la quale abbiamo disegnato una traccia che vedete pubblicata nel corso dell’articolo: consigliamo vivamente di realizzare il circuito seguendo la nostra traccia, dato che, lavorando in alta frequenza, il minitrasmettitore può risultare critico e può funzionare male se anche solo una pista dello stadio RF viene modificata. Dopo aver preparato il circuito stampato montate su di esso le resistenze e il diodo Zener, avendo cura di rispettarne la polarità (la fascetta sul suo corpo ne indica il catodo) quindi inserite e saldate il trimmer R2 (verticale, in miniatura) e i condensatori, dando la precedenza a quelli non polarizzati (che devono preferibilmente essere ceramici) e rispettando la polarità degli elettrolitici; è quindi la volta dei transistor: T1 va montato in modo che il suo lato piatto sia rivolto al C4, mentre il 2N2219 (T2) deve essere montato, leggermente sollevato (circa 3 mm dallo stampato) e con la tacca di riferimento rivolta al condensatore C9.

Il kit è disponibile da Futura Elettronica

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 7 utenti e 60 visitatori collegati.

Ultimi Commenti