Home
Accesso / Registrazione
 di 

Microcontrollori Kinetis: compatibilità e scalabilità per semplificare gli sforzi di progettazione

Kinetis Compatibilità e scalabilità

Per semplificare la progettazione del proprio software o del proprio hardware, tutte le famiglie di microcontrollori Kinetis vantano una compatibilità ed una scalabilità senza precedenti. Tutte le famiglie condividono delle caratteristiche comuni con le feature riportate di seguito.

Le caratteristiche delle famiglie di microcontrollori Kinetis

    - Ampio raggio di tensione operativa da 1.71 V a 3.6 V.
    - Range operativo in temperature ambientali comprese tra -40° e +150°
    - Livelli di prestazioni flessibili con dispositivi dotati di una frequenza massima di CPU compresa tra 50 MHz e 150 MHz.
    - Opzioni multi pacchetto da 32-pin QFN (grandezza 5 x 5 mm) sino a 256-pin MAPBGA
    - Riutilizzo semplificato del codice di periferiche identiche e di mappe della memoria
    - Core ARM Cortex M4 potente con istruzioni DSP integrate e una FPU opzionale
    - 10 modalità energetiche con capacità di risparmio

La scalabilità presente in queste opzioni gli permette di aggiornare in modo continuo e di ridurre i costi di produzione, migrando tra le famiglie senza dover riprogettare l' hardware e il software comuni.

Un altro motivo per aggiornare è rappresentato dall'incremento del footprint di memoria, l'incremento del livello per stazionare o l' aggiunta di FlexMemory con EEPROM al proprio progetto finale. Tuttavia, è possibile ridurre i costi eliminando queste feature.

Ogni famiglia integra sia caratteristiche orientate al mercato che quelle dei microcontrollori embedded. Come il numero di connettori aumenta in conseguenza ad opzioni di pacchetto più grandi, diventano disponibili più feature.

I packages includono le opzioni LQPF, QFN e MAPBGA. Per offrire una eccellente compatibilità, tutte le famiglie Kinetis sono state progettate per essere scalabili e compatibili pin-to-pin

Compatibilità connettori tra le famiglie di microcontrollori

    - È possibile aggiungere una connessione USB migrando da un dispositivo K10 ad un dispositivo K20, o da un dispositivo K30 ad un dispositivo K40, in un identico pacchetto con minimi cambiamenti di layout, semplicemente sostituendo i quattro pin digitali GPIO con quattro pin USB.
    - È possibile aggiungere LCD migrando da un dispositivo K10 ad un dispositivo K30, oppure da un dispositivo K20 ad un dispositivo K40, in un identico pacchetto con minimi cambiamenti di layout, semplicemente sostituendo i pin connettori digitali GPIO con quattro pin per l’alimentazione LCD.
    - È possibile aggiungere Ethernet migrando da un dispositivo K20 ad un dispositivo K60 in un identico tipo di pacchetto.

Compatibilità con ColdFire+

Le famiglie ColdFire+ condividono le stesse caratteristiche di compatibilità delle famiglie Kinetis. All'interno di una stessa famiglia, cambiare il footprint di memoria rappresenta una sostituzione drop-in. Ad esempio MCF51JU32 in un pacchetto da 44 connettori rappresenta una sostituzione drop-in per il MCF51JU32 in un pacchetto da 44 connettori.

Anche la migrazione da una famiglia all'altra (da Jx a Qx) richiede un set minimo di cambiamenti. Solo un piccolo sottoinsieme di pin (quattro pin) apporterà delle modifiche nel momento in cui viene migrato tra i diversi dispositivi. Il beneficio è che quando si aggiunge o si rimuove la funzionalità USB, sono richieste solamente delle minime modifiche di hardware.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di Arx33

il mercato non cessa di

il mercato non cessa di sfornare interessanti prodotti per noi appassionati del settore e la porta usb ormai sta diventando un accessorio indispensabile per i nuovi up!

ritratto di Alex87ai

La compatibilità tra una

La compatibilità tra una famiglia e l'altra è sempre un punto di a favore dei progettisti! Ottimo!

ritratto di stewe

Ulteriori informazioni dei

Ulteriori informazioni dei dispositivi che montano i microcontrollori ARM!
A forza di parlarne mi sta venendo voglia di valutarne le possibilità...

ritratto di giuskina

Io

Io la penso come Arx33!

ritratto di mingoweb

Ottimo, avere nuove

Ottimo, avere nuove compatibilità nel settore dei microcontrollori...

ritratto di SA

impressionante

e' sbalorditivo come freescale in poco tempo abbia sfornato una famiglia basata su cortex-m4 affiancandola alle già esistenti con core proprietario.

ritratto di Alex87ai

È impressionante si! La

È impressionante si! La forza del marchio freescale sta proprio nella gamma di prodotti (ora abbiamo visto anche abbastanza compatibili tra loro) sempre vasta e disponibili tutto sommato in tempi molto brevi, offrendo in questo modo al progettista la possibilità di estendere le caratteristiche del proprio progetto migrando addirittura da un architettura all'altra nel modo più indolore possibile. Ovviamente questo riduce sensibilmente i costi e i tempi di progetto e quindi il time to market.

ritratto di linus

bene così

si ci aspetta che saranno anche pin compatibili in modo da non dover cambiare il layout del circuito stampato.

ritratto di mingoweb

Certo... Negli ultimi anni,

Certo... Negli ultimi anni, anche con l'espansione di internet si è arrivati ad una buona standardizzazione dei dispositivi...

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 1 utente e 35 visitatori collegati.

Utenti online

Ultimi Commenti