Home
Accesso / Registrazione
 di 

Un mixer con il computer - 1

Un mixer con il computer progetto open source


Come realizzare un mixer professionale ad 8 canali mono o 4 stereo senza muovere alcuno slider e senza forare complicate mascherine per la scatola: oggi si può, grazie ad una scheda realizzata con un nuovo integrato di ottima qualità comandabile direttamente dal Personal Computer. Ultima parte.


Dopo la lunga vacanza che ci ha tenuto lontano per ben due mesi, riprendiamo ora la trattazione del circuito da dove l’avevamo lasciata l’anno scorso, descrivendo l’integrato SSM2163; esso lavora nella configurazione consigliata dal costruttore: è alimentato a tensione duale di ±5 volt ed è collegato tramite 5 linee al Personal Computer mediante quattro bit della porta parallela. La comunicazione avviene secondo lo standard I2C-bus, lo stesso adottato nel nostro WinEq (pubblicato sul fascicolo n. 22) e nella gran parte dei sistemi a microprocessore per TV, videoregistratori, impianti hi-fi e apparati professionali per il suono.

Il piedino 26 corrisponde alla linea di clock, ed è gestito dal bit D2 della parallela, attraverso il quale il computer invia il segnale di temporizzazione. I dati, in forma seriale, giungono all’SSM2163 tramite il dato D3 della parallela, dal quale raggiungono il piedino 27 (Data). Va ora notato che per comandare il componente è stato scelto il metodo della linea a tre fili, cioè i segnali di /LD (Load) e /WRITE (Write) sono stati unificati: i rispettivi piedini (24 e 25) sono stati uniti e vengono comandati da un unico impulso a livello basso che il computer dà, tramite la linea D4 della porta parallela, prima di inviare i dati.

L’ingresso di Write serve per far caricare nel buffer dell’SSM2163 i dati in arrivo sul piedino Data (27) mentre Load serve a dare il comando di acquisizione ed esecuzione degli stessi, ovvero delle istruzioni che lo compongono. La scelta di unirli semplifica il sistema perché consente di ridurre le linee di comando richieste al computer ed alla parallela: si può fornire un solo impulso (a 0 logico) per attivare contemporaneamente Load e Write. Quanto al piedino 28 dell’U5, serve per realizzare la funzione di System Muting: ponendolo a livello logico alto i segnali di tutti gli ingressi, ovvero quelli presenti ai due canali dell’uscita, vengono tacitati; il comando serve se si vuol bloccare l’uscita senza agire singolarmente e manualmente sui singoli canali di ingresso.

Normalmente il piedino 28 deve stare a livello logico basso. Notate che usiamo questa funzione, attivata dalla linea D5 della porta parallela del computer, dietro un comando che vedremo parlando del programma WinMixer. Bene, concludiamo dicendo che i segnali dei due canali escono dai piedini 14 e 15 (rispettivamente Left=sini-stro e Right=destro) e tramite due potenziometri tradizionali o un doppio potenziometro, possibilmente logaritmici, raggiungono gli ingressi di due operazionali: questi, contenuti entrambi nell’U6, funzionano da buffer, ovvero da amplificatori non-invertenti a guadagno unitario, e servono per disaccoppiare le uscite dell’SSM2163 dai dispositivi che collegherete ai punti OUT1 e OUT2, garantendo un’impedenza d’uscita sufficientemente bassa (qualche centinaio di ohm) da poter pilotare senza difficoltà qualunque preamplificatore o finale di potenza.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 27 utenti e 83 visitatori collegati.

Ultimi Commenti