Home
Accesso / Registrazione
 di 

Modem Hsdpa, hspa+ : 14,4Mbps e continuavano a chiamarle "chiavette"

Hspa+ hsdpa modem
L'HSPA+, è la naturale evoluzione dell'hspa, in grado di fornire (copertura permettendo...) l'incredibile velocità di 14,4 Mbps.Tim propone il primo modem Hspa+ in Italia

Trattandosi di modem hsdpa,da qualche giorno sul sito della società italiana più attenta alla mobile connectivity è apparsa la prima offerta,si tratta di un modem dalla Onda Communication, interfaccia Usb 2.0,che permetterebbe una navigazione fino a 14.4 Mbps in downlink e 5.76 Mbps in uplink ed è compatibile con i principali sistemi operativi di Windows (connection manager autoinstallante per Xp, Vista e Windows 7) Mac OS (10.4 e sup., 10.6.1 e 10.6.2) e Linux. Si distingue per la presenza di uno slot in grado di ospitare una MicroSD fino a 8 GB. La "chiavetta" in questione è la Onda MT825UP,compatibile con le tecnologie HSUPA/HSDPA/UMTS/EDGE/GPRS,su frequenze di 900/1800/1900 - HSDPA 2100 Mhz fino a 14.4 Mbps in ricezione - HSUPA 2100 Mhz fino a 5.76 in trasmissione - UMTS 2100 Mhz fino a 384 Kbps.Il tutto in 85x25x11 mm. su 35 grammi di peso.Non male davvero. Funzionerà senza intoppi su Xp,Vista e Seven, sia 32 che 64 bit,nonché sullo scintillante MacOSX dal 10.4.x-al 10.6.x. Previsto il supporto per il pinguino,immediato su Debian,Fedora,Ububtu aventi kernel dal 2.6.22.x al 2.6.30.x.Necessari,per dovere di cronaca,la solita manciata di megabyte (20) sull'hard disk, e 128 Mb di ram. Last but not least, il prezzo: 89 Euro a braccetto con i soliti abbonamenti dati.  Per info e costi : http://www.tim.it/consumer/c365/i3329/o101299/prodotto.do#

Intanto a Torino si sperimenta il corretto funzionamento della tecnologia LTE, (Long Term Evolution) con 14 stazioni radio installate da novembre nelcentro della città e realizzate in collaborazione con Huawei. Come il WiMax, il protocollo è pensato per l'accesso ultraveloce in mobilità ed è una delle evoluzioni dello standard Umts per le reti di ultima generazione.

L'LTE è parte integrante dello standard UMTS, ma prevede numerose modifiche e migliorie fra cui:

  • velocità di trasferimento dati in download fino a 100 Mbps
  • velocità di traferimento dati in upload fino a 50 Mbps
  • velocità di trasferimento dati al bordo della cella da 2 a 3 volte superiori all'UMTS/HSPA
  • efficienza spettrale (ovvero numero di bit/s trasmessi per ogni Hz della portante) 3 volte superiore alla più evoluta versione dell'UMTS, ovvero l'HSPA
  • RTT (Round Trip Time) inferiore ai 10 ms (contro i 70ms dell'HSPA ed i 200 ms dell'UMTS)
  • utilizzo della modulazione OFDM per il downlink e Single-Carrier FDMA per l'uplink (al posto del W-CDMA dell'UMTS)
  • utilizzo di un minimo di 1.25 MHz ed un massimo di 20 MHz di banda
    per ciascun utente con ampia flessibilità (contro i 5 MHz fissi del W-CDMA)
  • applicabilità flessibile a diverse bande di frequenza, incluse
    quelle del GSM, dell'UMTS-WCDMA e di nuove bande a 2.6 GHz, e con
    possibilità di aggiungere nuove bande nel tempo a seconda delle
    necessità.

Tutto davvero fantastico,ma quando cominceranno a sviluppare e ridurre i costi delle famose "Femtocelle",visto che il tallone d'achille a base di tutte le tecnologie UMTS (Anche se LTE è diretta antagonista del WiMax ), è la difficoltà di penetrare nelle abitazioni? Rimarrò per sempre con il modem penzoloni sulla finestra? ;)

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 13 utenti e 104 visitatori collegati.

Ultimi Commenti