Monitorare il flusso dell’acqua

Monitorare flusso acqua

Un semplice progetto (economico) basato su una scheda RFID con un RTC (Real Time Clock), il tutto programmato con una scheda Arduino. L’idea è tenere sotto controllo la quantità di acqua utilizzata per la doccia per un possibile risparmio energetico.

La RFID è una tecnologia per l’identificazione automatica di oggetti, animali o persone (AIDC Automatic Identifying and Data Capture) basata sulla capacità di memorizzazione di dati da parte di particolari dispositivi elettronici (detti TAG o transponder) e sulla capacità di questi di rispondere all’interrogazione a distanza da parte di appositi lettori a radiofrequenza comunicando, sempre tramite segnali a radiofrequenza, le informazioni in essi contenute. In un certo senso possono essere quindi assimilabili a sistemi di "lettura" senza fili.

progetto arduino

Il lettore RFID (un ID-20 da SparkFun) utilizzato in questa applicazione è caratterizzato da un transponder o tag ed è costituito da:

* un microchip che contiene dati (tra cui un numero univoco universale scritto nel silicio),

* una antenna, L’antenna riceve un segnale, che tramite il principio della induzione trasforma in energia elettrica, che alimenta il microchip.

Il chip cosi’ attivato trasmette i dati in esso contenuti tramite l’antenna (circuito di trasmissione del segnale) all’apparato che riceve i dati. In sintesi, un tag RFID è in grado di ricevere e di trasmettere via radiofrequenza le informazioni contenute nel chip ad un transceiver RFID. Il Lettore emette un campo elettromagnetico/elettrico che tramite il processo della induzione genera nell’antenna del tag una corrente che alimenta il chip. Il chip così alimentato comunica tutte le sue informazioni che vengono irradiate tramite l’antenna verso il Lettore.

Come possiamo avere un riferimento temporale ?

analisi dati

Un real-time clock (RTC) è un computer di orologio (il più delle volte sotto forma di un circuito integrato ) che tiene traccia della corrente tempo . Anche se il termine si riferisce spesso ai dispositivi di personal computer , server e sistemi embedded , RTC sono presenti in quasi qualsiasi dispositivo elettronico che ha bisogno di mantenere l’ora esatta. Anche se il tempo mantenendo può essere fatto senza un RTC, utilizzando uno ha dei vantaggi:

* Basso consumo energetico

* Libera il sistema principale per tempi critici

* A volte più preciso rispetto ad altri metodi Un GPS ricevitore può accorciare i tempi di avvio confrontando l’ora corrente, secondo il suo RTC, con il momento in cui l’ultima ha avuto un segnale valido.

Il RTC è stato introdotto per PC compatibili con il PC / AT IBM nel 1984, che utilizzava una RTC MC146818. Più tardi Dallas Semiconductor fatto RTC compatibile, che è stato spesso usato nei vecchi personal computer , e sono facilmente reperibili su schede madri a causa della loro cappello distintivi batteria nero e serigrafato il logo.Nelle più recenti sistemi l’RTC è integrato nel southbridge chip.

I sistemi di identificazione tramite radiofrequenza hanno acquistato negli ultimi tempi una sempre maggiore importanza per il mondo produttivo, soprattutto nel settore della movimentazione delle merci, evolvendo verso applicazioni di tracciamento sempre più avanzate, come quelle legate ai sistemi operanti nella banda UHF. Tuttavia non si può dire che tale tecnologia sia conosciuta dal pubblico, che peraltro spesso, inconsapevolmente, viene a contatto con le sue applicazioni. Infatti non vi è quasi nessuno, nelle nazioni industrializzate, che non sia venuto in contatto con applicazioni della tecnologia RFID, ma, a meno di non essere un “addetto ai lavori”, non se ne è quasi mai accorto. Di conseguenza il dibattito sui mezzi di informazione, raramente ha raggiunto livelli paragonabili a quelle su altre tecnologie, oggi in primo piano pur avendo un impatto minore sulla vita della popolazione.

Tags:,

7 Comments

  1. Emanuele 17 agosto 2011
  2. Emanuele 17 agosto 2011
  3. mdipaolo 18 agosto 2011
  4. telegiangi61 20 agosto 2011
  5. mdipaolo 20 agosto 2011
  6. Emanuele 24 agosto 2011
  7. Lorenzo.Pacenti 26 maggio 2014

Leave a Reply