Home
Accesso / Registrazione
 di 

Motorola Droid, analisi del prodotto parte 1/2

droid di motorola

Droid, il nuovo cellulare di Motorola, ha diviso in due la critica mentre infatti i sostenitori di questo smartphone ne mettono in luce le molteplici applicazioni pratiche, gli oppositori si limitano a collocarlo nella schiera anonima degli imitatori dell’iphone. Un’analisi obiettiva del prodotto, basata su cosa effettivamente Droid di Motorola sia e su cosa può fare, ci permette di fare maggiore chiarezza su questo punto e di valutare la convenienza o meno di un potenziale acquisto.

Va premesso che, sebbene il marchio sia Motorola, ci sono altri due grandi nomi in America dietro questo progetto: Google e Verizon. Il cellulare Motorola usa infatti come sistema operativo Android di Google sul Network Verizon. Partiamo allora dalla presentazione del prodotto dal punto di vista esteriore: la scatola, che richiama il motivo “Hello Moto” di Motorola, contiene, oltre ovviamente al cellulare in sé, caricatore, cavo USB e un libretto di istruzioni che apparentemente sembra il retro del telefonino.
Per quanto riguarda le dimensioni (11,58x6,0x1,37 cm) il Droid di Motorola è equiparabile all’Iphone.

Tastiera e controlli

Il design di Droid è in linea di massima apprezzabile: come l’iphone e altri smartphone si presenta come un corpo centrale dallo spessore ridotto con largo schermo touch-screen frontale con risoluzione 854x480 pixel (la più alta al momento).

Questo schermo luminoso LCD delle dimensioni di 3,7 pollici occupa una grande parte della superficie frontale del cellulare (lo schermo è leggermente più alto ma lievemente più stretto di quello dell’Iphone). La struttura, mix di plastica e metallo, è sufficientemente solida. Sebbene il telefono pesi solo 169 grammi, se si è abituati ad un Iphone, questo sembrerà più massiccio. Sotto lo schermo ci sono 4 tasti: questi fanno in realtà parte dello schermo sebbene spicchino come icone bianche su uno sfondo nero che si illuminano quando il telefono è acceso.

Si tratta nello specifico dei tasti: indietro, menu, home e ricerca.
Sebbene questi siano senza dubbio utili è stato da alcuni criticato il fatto che questi siano immodificabili e non personalizzabili in base alle opzioni che si utilizzano di più. Quando si gira in senso orizzontale il telefono per usare la tastiera lo schermo in automatico si orienta in modo corretto. La tastiera, in particolare la posizione dello scroll, non risulta il massimo della praticità.
In ogni caso in posizione verticale è presente anche una tastiera touch-screen.

Analisi hardware del Droid di Motorola

Il pulsante “power key”, per accendere o lasciare in stand-by lo schermo, è nella parte superiore: tenendo premuto il pulsante inoltre si accende e si spegne il cellulare. Vicino a questo tasto si trova il jack audio da 3,5 mm. Il jack per caricare il telefono e/o collegarlo al pc si trova sul lato sinistro. Sul lato destro troviamo invece il tasto per la fotocamera e quello per il controllo del volume. Sebbene la fotocamera abbia 5 mega-pixel la qualità delle immagini è solo sufficiente. Eccellenti invece i risultati video.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 41 utenti e 120 visitatori collegati.

Ultimi Commenti