Motorola Droid, analisi del prodotto parte 2/2

droid di motorola

Lo smartphone più potente di Motorola ha diviso gli utenti tra ammirazione e critica: nella prima parte dell’articolo è stato prima di tutto presentato lo smartphone Motorola Droid da un punto di vista esteriore e di hardware perciò ora, in base a queste premesse, è possibile fare una valutazione più completa delle potenzialità del telefono per poterne mettere in risalto pregi e difetti nella prospettiva di un interesse all’acquisto.

Funzionalità di Droid

Droid è stato presentato come lo smartphone più potente del marchio Motorola. Definizione meritata o esagerazione? Vediamolo più da vicino per farci un’idea. Si tratta del primo smartphone con sistema operativo Android 2.0. Il processore Arm Cortex-A8 è il più potente usato negli smartphone Android sul mercato. Il risultato è una velocità senza pari. La qualità delle chiamate non è il massimo della perfezione e a volte l’audio può apparire un po’ ovattato ma non al punto tale da creare effettivamente problemi seri.

L’autonomia della batteria di Droid è in linea di massima molto buona se confrontata a quella di altri smartphone: in un uso normale dura fino a tutto il giorno (non però se si usano molto i giochi o si ascolta molta musica).
Un limite nell’utilizzo è senza dubbio l’impossibilità di effettuare chiamate o comandi vocali con l’uso del bluetooth.

Le funzioni più usate possono essere selezionate nella pagine principale dello schermo. A livello pratico si può forse notare che alcune funzioni appaiono quasi nascoste: ad esempio per cancellare un’applicazione bisogna andare su impostazioni, applicazioni, gestire applicazioni e occorre poi selezionare l’applicazione specifica e disinstallarla.

Perfetta invece la navigazione: Droid è ovviamente ottimizzato per le applicazioni di Google (esiste il comando vocale che permette di attivare il motore di ricerca di Google per un termine specifico semplicemente nominandolo).
E’ inoltre il primo smartphone in assoluto a montare un navigatore GPS Google (con un’icona apposita per l’utilizzo in macchina).

La prima volta che si usa Droid una chiara guida passo per passo permette di accedere al proprio account di google o anche di crearne uno nuovo. Gmail dispone di un inbox personale mentre tutti gli altri account ne condividono uno unico in comune. Ma se si vuole rimuovere questo account di gmail occorre necessariamente riprogrammare dall’inizio il telefono. Droid supporta anche SMS, MMS e WiFi. Per quanto riguarda la musica Droid dispone di 16 Gb di memoria interna (ha una microSD card vicino alla batteria, sul retro del telefono).

Conclusioni

Tutto quello che è immaginabile fare con uno smartphone, Droid lo può fare. Tra i punti di forza di sicuro vanno menzionati le dimensioni ridotte, la struttura solida, la memory card di 16 Gb, l’eccellente qualità della navigazione, un ottimo schermo, GPS, buona qualità dei video, programmi gratuiti o poco costosi, l’eccellente risposta del touch-screen e la buona autonomia della batteria.

In America Droid viene venduto a 199.99 dollari, inclusi due anni di contratto.
Anche alla luce di quanto evidenziato nell’analisi di cui sopra si può affermare che nel complesso rappresenta sicuramente un buon affare e un prodotto valido.

STAMPA     Tags:,

Leave a Reply