MPLAB IDE: Introduzione agli strumenti di sviluppo Microchip

MPLAB IDE Microchip

Il pezzo forte del nostro toolset è il software Integrato di Sviluppo Ambiente o IDE. MPLAB IDE ha registrato diversi anni di evoluzione condizionando il popolare catalogo di Microchip dei microcontrollori e controllori del segnale digitale.

Questa presentazione si occuperà di questi temi. Osserviamo MPLAB e le sue componenti. Con una visione d’insieme di MPLAB IDE, i componenti hardware di MPLAB inclusi lo starter kit ed i kit di dimostrazione e valutazione possiamo tentare di rispondere alla domanda perché usare i tool di Microchip.

Per raggiungere la fascia di pubblico più vasta possibile MPLAB IDE funziona su computer Windows a 32 bit. Come i componenti hardware e software il tool è gratis. Può essere scaricato dal nostro sito web. Le componenti di MPLAB sono strumenti hardware e software da supporto nella creazione, progettazione ed implementazione dei sistemi embedded che usano microcontrollori Microchip . L’Ambiente di Sviluppo Integrato MPLAB può essere visto come una piattaforma per il resto della tecnologia tool set di Microchip che utilizza un’interfaccia grafica utente particolarmente semplice per progettazione, debugging e programmazione; essa inoltre consente una chiusura rapida delle applicazioni.

L’editor di programmazione MPLAB serve a scrivere e compilare il codice sorgente. L’editor riconosce i costrutti di programmazione C ed automaticamente usa colori diversi per identificare commenti, definizioni, parole riservate per aiutarti a rilevare rapidamente errori di sintassi. Ha caratteristiche avanzate come segnalibri, blocco rientri, abbinamento automatico e blocco commenti. Il debugger di livello sorgente guida programmi di debugging software o hardware mentre l’applicazione è in esecuzione. Le capacità del debugger software o hardware possono differire tra i vari tool di debugging. Ma i punti d’interruzione, avanzamento attraverso codice ed accesso a variabili e registri sono gli stessi. Ciò fornisce una curva di facile apprendimento nel passare da un simulatore durante il primo sviluppo ad un emulatore di circuito quando l’hardware è in funzionamento.

Questo project manager permette di creare una sorgente associata di file con compilatori, assemblatori, librerie e linker per costruire l’applicazione finale. Tutti i tool di lingua funzionano senza problemi quando sviluppi un progetto. Clicca sul compilatore e sul link degli errori del compilatore per avviare la finestra del codice sorgente e dell’editor di programmazione su una riga con l’errore, così si può risolvere rapidamente il problema e ricominciare. Punti di interruzione e l’avanzamento per singoli step attraverso codice sfruttano i file sorgente originali così editor, debugger e project manager cooperano per aiutarti a mettere a punto l’applicazione.

Le componenti software per MPLAB includono sia versioni gratuite che per la vendita di compilatori Microchip e per microcontrollori PIC e controllori di segnale digitale dsPIC. Questi sono compilatori ANSI ottimizzati e conformi che sono integrati direttamente nel project manager. MPLAB IDE fornisce dialoghi grafici per impostare modelli di memoria, ottimizzazioni, e preferenze di controllo compilatore. Molti rivenditori di terze parti offrono anche tool di sviluppo software che possono essere integrati in MPLAB IDE. Visita il nostro sito web per un elenco di questi produttori di tool software ed hardware. Questi strumenti includono sistemi operativi in tempo reale, compilatori di linguaggio e link checkers . Componenti di controllo di terze parti sono integrati facilmente nel MPLAB IDE così tutto l’editing può essere fatto qui. Le componenti di terze parti in questo diagramma sono colorate in arancio chiaro.

MPLAB IDE include simulatori gratis per tutti i microcontrollori PIC e controllori di segnale dsPIC. I simulatori sono programmi software che imitano l’operazione di un microcontrollore che simula PIC e l’ esecuzione di istruzione del dsPIC che rispondono ad eventi di stimolo su blocchi o registri per verificare se il codice sta operando nel modo giusto. Con un simulatore è possibile testare e fare il debug del software prima che l’hardware sia pronto. Si può misurare anche la durata di esecuzione di codice per aiutarti a valutare ed ottimizzare le routine.

Un paio di tool di simulazione per terze parti sono elencati qui. LAB Center’s Prodeus combina modalità completamente interattive di simulazione circuito SPICE con modelli di livello hardware dettagliati dei micro PIC per simulare e fare il debug di complessi progetti digitali ed analogici. Dispositivi di blocco per dsPIC permettono a MatWorks MatLab di essere usato come un’estensione tool addizionale.

I debugger hardware possono aiutare l’esecuzione del programma nell’applicazione. Quindi puoi ispezionare i registri interni in step singolo attraverso codice in un prototipo o hardware finale. Negli emulatori di circuito si possono misurare le fasi di esecuzione di codice, arresto su serie complesse di eventi per trovare sottili bugs e si può analizzare l’esecuzione di codice quando l’applicazione gira alla massima velocità. Quindi si può localizzare il flusso di programma.

Microchip offre un circuito di emulazione con MPLAB REAL ICE. I programmatori sono l’ultimo anello nella catena. I programmatori sono usati per integrare il codice ultimato nel micro PIC o dsPIC così che l’applicazione finale può funzionare da sola. A quel punto i tool di sviluppo sistema hanno finito il loro lavoro e si può cominciare a valutare l’applicazione come funziona nella sua forma finale completamente isolata dall’ambiente di sviluppo.

Il top di Microchip della linea programmatori è MPLAB PM3. Combinando capacità sia di debugger hardware e programmatori, sono debuggers di circuito o ICDs. Questi hanno molti tools presenti in sistemi di emulazione più costosi mentre offrono stesse caratteristiche di programmazione. Il basso costo del kit PIC rende il debugging hardware e la programmazione un affare. Anche se non potente come in un debugger di circuito ed emulatore, il codice può essere attivato o arrestato ed i registri esaminati e cambiati per ottimizzare un’applicazione ed il circuito finale può essere programmato usando Microchip in un’ interfaccia di programmazione di circuito seriale.

Gli starter kit MPLAB presentano un costo molto ridotto, applicazioni demo facili da usare con copertura nel debugging hardware ed installazioni di riprogrammazione. Le terze parti offrono anche emulatori e programmi di debugging hardware che funzionano con MPLAB ed una vasta gamma di programmatori da parte di un grande team di programmazione per rendere accessibili i sistemi per gli amatori.

MPLAB IDE può essere esteso con altri tool associati per essere incorporato nel desktop MPLAB. Tools di applicazione di intervallo come sviluppo controllo motore, boot loaders, un monitor dati sofisticato ed un’interfaccia di controllo o visualizzatori task ed altre componenti possono essere parte dello sviluppo del desktop MPLAB.

Dare un sguardo rapido a MPLAB IDE. Il desktop MPLAB somiglia ad altre applicazioni Windows. Scorri il menu in cima o accedi a tutte le caratteristiche di MPLAB. Le barre di tool forniscono rapido accesso alle funzioni più comuni con icone facilmente identificabili. La sezione di debug della barra tool permette il funzionamento, arresto, single stepping ed il resetting del microprocessore con un semplice click del mouse. In fondo al desktop MPLAB, lo status visualizza il debug corrente in esecuzione , il microprocessore supportato ed importanti informazioni di debug come il contatore di programma, segnalatore di stato del microprocessore in punti d’interruzione e frequenza del clock di sistema. In una sessione tipica di debugging, si ha l’ immediata visione di tutte le informazioni sul settaggio del progetto. Hai accesso immediato a tutti i file sorgente per editare il codice e durante il debugging si possono vedere dati e codice nell’applicazione in vari formati per facilitare il debug ed ottimizzare il progetto.

Punti di interruzione e single stepping possono essere eseguiti in finestre di codice sorgente, in visioni di codice macchina ed in mixed C e viste di assembly. La traccia buffer registra ed analizza i codici in modo da vedere ed incidere il flusso del programma . Le finestre dati e di monitoraggio visualizzano variabili di corrente I/O, matrici, strutture e contenuti di registro in una volta. Il tasto colorato editor facilita il debugging del codice sorgente. Si possono impostare punti d’ interruzione con un click del mouse nel codice sorgente. Ruota il cursore sul nome della variabile per vedere il suo valore e personalizzare la finestra di monitoraggio per vedere e cambiare registri e memoria. Sono disponibili altri tool gratuiti che funzionano insieme a MPLAB.

STAMPA

17 Comments

  1. mingoweb 9 febbraio 2011
  2. Alex87ai 9 febbraio 2011
  3. Arx33 8 febbraio 2011
  4. mingoweb 8 febbraio 2011
  5. mingoweb 8 febbraio 2011
  6. mingoweb 8 febbraio 2011
  7. mingoweb 8 febbraio 2011
  8. Alex87ai 8 febbraio 2011
  9. mingoweb 8 febbraio 2011
  10. Alex87ai 8 febbraio 2011
  11. giuskina 9 febbraio 2011
  12. linus 9 febbraio 2011
  13. simmartin 9 febbraio 2011
  14. Alex87ai 9 febbraio 2011
  15. mingoweb 9 febbraio 2011
  16. Alex87ai 9 febbraio 2011

Leave a Reply