La NASA e Microsoft offrono un incontro ravvicinato 3D con Marte

Mappe 3D di Marte

NASA e Microsoft Research hanno implementato nuove caratteristiche nel software del Telescopio WorldWide per fornire agli osservatori una mappa in 3D del Pianeta Rosso. Il telescopio virtuale online di Microsoft esplora l’universo usando le immagini che la sonda della NASA invia da galassie lontane.

Le immagini interamente interattive e i nuovi dati della NASA permetteranno agli osservatori di visitare virtualmente Marte e di fare nuove scoperte.

Le nuove caratteristiche includono la mappa di Marte alla più alta risoluzione mai creata, rendering 3D realistici della superficie del pianeta e video tour con due scienziati NASA, James Garvin dello Space Flight Center Goddard di Greenbelt e Carol Stoker di Ames.

Il tour di Garvin guida l’utente attraverso la storia geologica di Marte e discute su tre possibili siti di atterraggio per missioni umane. Ogni sito di atterraggio mete in evidenza le differenti ere geologiche del pianeta.

Il gruppo Intelligent Robotics dell’Ames Research Center ha sviluppato un software open source, che gira sulla piattaforma di cloud computing Nebula della NASA, per creare e ospitare mappe ad alta risoluzione.

Le mappe contengono 74000 immagini provenienti dalla sonda Mars Global Surveyor. Ogni singola immagine ad alta risoluzione contiene oltre un miliardo di pixel e le mappe complete sono state rielaborate in immagini mosaico che contengono oltre mezzo miliardo di immagini più piccole.

L’Orbiter Mars Reconnaissance della NASA ha raggiunto il Pianeta Rosso nel 2006 per dare inizio ad una missione scientifica di primo ordine della durata di due anni. La missione ha prodotto molti più dati su Marte rispetto a tutte le altre sonde mandate sul pianeta.

Il Mars Global Surveyor ha cominciato ad orbitare intorno a Marte nel 1997 ed ha operato molto più a lungo di qualsiasi altra sonda inviata su Marte, terminando poi le operazioni nel Novembre 2006.

Leave a Reply