Home
Accesso / Registrazione
 di 

Nasce MeeGo dall’unione di Maemo e Moblin

MeeGo

Nasce MeeGo, la nuova piattaforma per i dispositivi mobili, dall’unione di due colossi: Maemo di Nokia e Moblin di Intel. Dai due sistemi operativi mobili Linux-based nascerà una nuova piattaforma open source. Pronta la prima versione per gli sviluppatori che punterà a fronteggiare la concorrenza. Il nuovo sistema operativo è attualmente compatibile su Nokia N900, oltre a qualche netbook basato su processori Intel Atom.

L’arrivo della nuova piattaforma open source MeeGo

Nuovo arrivo all’orizzonte: è quello di MeeGo, il nuovo sistema operativo per dispositivi mobili nato dalle ceneri di Maemo e Moblin, che punta ad essere il futuro per gli smartphone. Sul sito ufficiale del progetto è stato pubblicato l’annuncio ufficiale, riguardante il completamento della convergenza delle caratteristiche migliori delle due piattaforme ed il rilascio della licenza open source. Dopo la sua presentazione nel palcoscenico del Mobile World Congress di Barcellona, i due ”genitori” Nokia ed Intel hanno rilasciato la prima versione agli sviluppatori che potranno rendersi conto direttamente di come funzionerà il nuovo sistema operativo. La nuova piattaforma punta ad essere un nuovo passo in avanti non solo rispetto a Maemo, molto apprezzato sui dispositivi Nokia, ma anche rispetto agli altri operative system oggi sul mercato.

La stessa multinazionale finlandese produttrice di telefoni, punta molto su questo nuovo sistema operativo, poiché negli ultimi tempi ha perso molto terreno nel settore degli smartphone affidandosi troppo alla piattaforma Symbian, e tralasciando così Android che per molti produttori (Motorola tra tutti) ha rappresentato un vero punto di svolta. Questo nuovo “matrimonio” tra i due colossi informatici cerchera certamente di scuotere il mercato delle piattaforme mobili.

L’obiettivo del programma di MeeGo da parte di Intel e Nokia

Secondo le dichiarazioni di Imad Sousou, direttore dell’Intel Open Source Technology, il nucleo del MeeGo dovrà essere l’adozione su una molteplicità di dispositivi mobili ed embedded: smartphone inclusi, mid, tablet, palmari, netbook, televisori e sistemi di infotainment per auto. Quest’annuncio, per certi versi inaspettato, rafforza così il legame già esistente tra la Nokia e l’Intel. L’Sdk di MeeGo consentirà di sviluppare le prime applicazioni compatibili, includendo diversi frame work, codici di sviluppo come le funzioni base di telefonia, multimedia, gestione dati e connettività di base. Una delle mancanze della nuova piattaforma è però l’interfaccia grafica, attesa per il mese di maggio, banco di prova ufficiale per testare la validità di MeeGo con i concorrenti che sono ad oggi sul mercato. Al momento, la prima versione MeeGo, seppur ancora un’alfa è già disponibile per Nokia N900, cellulari con cpu Atom e netbook Atom. Una prima versione è stata rilasciata con il solo scopo soprattutto di mostrare il funzionamento del sistema. Il common core di MeeGo include i diversi sottosistemi principali: le librerie del sistema operativo, i servizi di telefonia e di social networking, i servizi relativi agli ambiti visual, media e device, il sottosistema per la gestione dei dati. Tutti gli sviluppatori potranno inviare i loro feedback, dopo aver scaricato e testato i codici disponibili, tramite la pagina wiki e la mailing list del progetto.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 3 utenti e 27 visitatori collegati.

Ultimi Commenti