Home
Accesso / Registrazione
 di 

Normativa CEI e Esd

Esd e normativa Cei

Sono quattro le domande fondamentali alle quali la normativa tecnica CEI intende rispondere: “chi prepara le norme ESD?”, “quali sono i settori applicativi trattati dalle norme ESD?”, “quali sono le norme e i progetti normativi ESD?” e “quali sono le tendenze future per la normativa ESD?”. Si tratta di argomenti articolati e complessi, pertanto in questo articolo ci si limita a trattare solo una parte di questi quesiti, concentrandoci sul cosiddetto “Comitato 101”.

Il comitato 101

Lo studio e la preparazione della normativa tecnica riguardante l'elettrostatica è di competenza del Comitato Tecnici TC IEC 101 che, in Italia, ha il corrispondente nel CT CEI 101. I Comitati tecnici IEC, con riferimento alle problematiche che fanno parte del loro campo di applicazione, vengono classificati in:

1.    Comitati di Prodotto, che si occupano delle attività normative inerenti la sicurezza elettrica e le prestazioni di specifici prodotti, componenti, apparecchi o famiglie degli stessi. Esempi di Comitati di prodotto sono: Cavi per energia (CT 20), Trasformatori (CT14) ecc.
2.    Comitati Trasversali, che trattano problematiche di sicurezza/prestazioni e tecnologie di tipo generale che interessano in modo orizzontale prodotti e famiglie di prodotti appartenenti a diversi Comitati tecnici. Altri Comitati trasversali invece si occupano di aspetti generali inerenti la standardizzazione e la preparazione delle norme; tali aspetti riguardano ad esempio la terminologia (CT 1/25), la simbologia (CT 3), l'incertezza di misura (CT 85), ecc.

3.    Comitati di sistema o impiantistici, che trattano norme di sicurezza elettrica/prestazioni le cui prescrizioni si riferiscono a sistemi e impianti elettrici e non a specifici prodotti. Per il raggiungimento di tali prescrizioni tecniche le norme di questi comitati possono anche riferirsi all'utilizzo di prodotti, componenti ed apparecchi di competenza di specifici comitati di prodotto. Esempi di Comitati CEI di Sistema sono: CT 64 Impianti elettrici utilizzatori di BT; CT 99 Impianti elettrici di potenza V>1kV, ecc...

Al TC101 è affidata una Funzione Orizzontale per la sicurezza (Horizontal safety function) consistente nello specificare metodi di prova e relativi dispositivi per la valutazione della generazione, ritenzione e dissipazione delle cariche elettrostatiche sui materiali. Il TC101 tratta aspetti e problematiche di tipo elettrostatico di carattere generale non riguardanti particolarità e specificità di prodotti o categorie di prodotti, per i quali la competenza anche sugli aspetti elettrostatici è dei relativi Comitati di prodotto.

I fenomeni elettrostatici fisici e chimici trattati dal Comitato 101, hanno caratteristiche trasversali, estendono cioè la loro influenza e i loro effetti in vari settori industriali; il TC 101 viene pertanto definito Comitato Trasversale.

Le Norme relative a questi aspetti specifici fanno capo ai Comitati Tecnici che si occupano del settori interessati (Comitati di Prodotto). Di conseguenza, come avviene in tutti i casi di Comitati Trasversali, si verifica un certo frazionamento di attività normative e di norme relative ai fenomeni elettrostatici su diversi Comitati di prodotto a seconda, appunto, dei prodotti specifici coinvolti.
Se si vuole avere quindi un quadro generale della normativa riguardante l'elettrostatica, non bisogna limitarsi a quella trattata da TC 101, ma considerare anche quella dei Comitati di prodotto.

In particolare i Comitati IEC/CEI che hanno relazioni con il 101 sono :
•    CT 47 - Dispositivi a semiconduttore e microcircuiti integrati;
•    CT 91 - Tecnologie per l'assemblaggio elettronico;
•    CT 210 - Compatibilità elettromagnetica;
•    CT 31 - Materiali antideflagranti;
•    CT 44 - Equipaggiamento elettrico delle macchine industriali;
•    CT 15/112 - Materiali isolanti e sistemi di isolamento.
Il Comitato 101 si relaziona anche con diversi Comitati ISO, in particolare con ISO TC 45, ISO TC 61, ISO TC 122-SC23 e ISO TC 219.

Settori applicativi trattati dalle norme ESD

Gli argomenti di cui si occupa il Comitato Tecnico 101 di elettrostatica nei suoi lavori di normazione possono essere raggruppati nei seguenti punti:

•    Fondamenti di Elettrostatica, definizioni, terminologia;
•    Influenza dell'ambiente e prove ambientali;
•    Metodi di misura;
•    Simulazione dei fenomeni ES (MM Machine Model, HBM Human Body Model, CDM Charge Device Model);
•    Pavimentazioni;
•    Rivestimenti superficiali;
•    Piccoli e grandi contenitori protettivi, handling e movimentazione;
•    Calzature;
•    Indumenti;
•    EPA (Electrostatic Protected Areas);
•    Tecniche di controllo dei fenomeni ES (ionizzatori, umidificatori, ecc.).

 

 

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 11 utenti e 81 visitatori collegati.

Ultimi Commenti