Home
Accesso / Registrazione
 di 

Novità al CES 2010: GestureTek presenta MOMO e estende EYEMO ad Android

Gesturetek presenta Momo al CES 2010

Sono due le grandi novità di rilievo presentate al CES 2010 di Las Vegas da GestureTek: la compagnia ha innanzitutto colto l’occasione per presentare il suo prodotto di più recente ideazione, MOMO, ovvero un kit di sviluppo basato sulla tecnologia di riconoscimento di oggetti e movimenti ed ha inoltre annunciato che uno dei suoi prodotti più noti ed apprezzati, il pluri premiato Eyemo, sarà finalmente disponibile anche su piattaforma Android.

Anche il mondo dei videogiochi e simili ha avuto quindi la sua dose di novità dal CES 2010 grazie soprattutto alla presentazione di Momo di Gesturetek.

GestureTek

Prima di analizzare il prodotto è d’obbligo fare una breve panoramica sulla compagnia che forse i meno appassionati al mondo dei videogame non conoscono affatto. Si tratta nello specifico dell’azienda che ha inventato e brevettato il software di controllo del video tramite gesti, arrivando a vincere diversi premi e ad ottenere importanti riconoscimenti a livello mondiale per la sua tecnologia d’avanguardia (l’ultimo nel 2008).

Vediamo allora quali sono i tratti tecnici fondamentali dell’intervento della GestureTek alla manifestazione più importante in campo tecnologico del momento, ovvero il CES a Las Vegas e le potenzialità di Momo.

GestureTek presenta Momo

Come accennato sopra, la maggiore novità presentata dalla Gesturetek si chiama Momo: si tratta essenzialmente di una nuova soluzione dedicata a Windows Mobile che usa una videocamera per registrare oggetti (Mosaic tracker) e movimenti (Motion tracker) relativi all’angolo di visuale della videocamera stessa.

Yoshi Kumagai, Vicepresidente della sezione Gesturetek dedicata al mondo dei cellulari, ha fatto notare come questa nuova soluzione renderà possibile giochi con i telefonini davvero all’avanguardia, che possono provocare reazioni sul menu grazie al semplice movimento della mano o anche riuscire a tracciare la posizione della testa dell’utente. Con Momo il controllo touch-free va oltre ogni precedente ipotizzabile barriera: i giocatori possono manovrare e gestire il gioco senza neppure toccare il dispositivo.

Il lancio di Eyemo su Android

Forse la soluzione di base più nota di Gesturetek è proprio Eyemo: la novità è che questo software, già disponibile su diverse piattaforme (quali Java, Brew, Symbian, Windows Mobile e Linux)è ora in grado di operare anche su Android.

La nuova versione, come ha precisato lo stesso Kumagai durante la dimostrazione del prodotto, include anche la possibilità di trarre vantaggio di una videocamera sul cellulare che perfeziona il controllo gestuale, anche se limitatamente al movimento del dispositivo stesso, e non semplicemente delle mani del giocatore.

Una volta attivato il software gli utenti possono quindi facilmente controllare il gioco, rispondere alle chiamate e perfino navigare su internet senza dover toccare lo schermo del telefonino ma semplicemente agitando in maniera corretta e nella direzione desiderata il cellulare.

Il passo successivo del resto, come abbiamo già visto sopra, è stato fatto con il nuovissimo Momo che elimina perfino il contatto con il cellulare e si basa sul semplice movimento delle mani dell’utente. E’ facile prevedere che queste due novità daranno una spinta ulteriore al software della Gesturetek, già usato per molti dispositivi elettronici, inclusi laptop, pc e giochi e disponibile su più di 200 applicazioni.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 0 utenti e 39 visitatori collegati.

Ultimi Commenti