Home
Accesso / Registrazione
 di 

Nuova partnership tra Eucalyptus Systems e Red Hat

Eucalyptus Systems e Red Hat hanno firmato una partnership per affrontare insieme il passaggio al cloud

Eucalyptus Systems e Red Hat sono ora unite in una solida alleanza. Uno dei principali fornitori indipendenti per il cloud e l’azienda leader di soluzioni open source per le imprese hanno deciso di unire le loro forze per affrontare la grande rivoluzione del cloud. In questo modo i programmatori renderanno Eucalyptus facilmente accessibile attraverso Deltacloud Red Hat.

Eucalyptus Systems & Red Hat

Eucalyptus Systems ha firmato una partnership con Red Hat che dovrebbe, in ultima analisi, facilitare l'implementazione della piattaforma di cloud private Eucalyptus su software Red Hat. Eucalyptus è uno dei principali fornitori indipendenti della piattaforma cloud privata e ibrida. Liberamente disponibile come software open source, Eucalyptus è stato distribuito oltre 25.000 volte per servizi web e mobile, organizzazioni governative, istituzioni accademiche e imprese private.

"Red Hat è il fornitore leader di soluzioni open source per le aziende, e i suoi clienti prendono decisioni strategiche per trasformare i loro ambienti virtuali in cloud privati," ha affermato Rich Wolski, CTO di Eucalyptus Systems. "Il supporto di Eucalyptus per Red Hat Enterprise Virtualization permette a queste aziende di sfruttare i loro ambienti virtuali come cloud Eucalyptus privati con la possibilità di condividere carichi di lavoro con qualsiasi altra nuvola Deltacloud-compatibile. Questa partnership sottolinea l'impegno di Eucalyptus per le organizzazioni che stanno costruendo potenti, flessibili e privati cloud che usano l’infrastruttura aziendale esistente IT e il software".

Con questa nuova disposizione, gli ingegneri di Eucalyptus Systems, con l'aiuto di ingegneri di Red Hat, renderanno Eucalyptus facilmente accessibile attraverso Deltacloud Red Hat, che è un insieme di API overlay (application programming interfaces) per facilitare l'interoperabilità della piattaforma cloud.

Le due società hanno inoltre integrato in Eucalyptus alcune delle funzionalità di gestione dei pacchetti di virtualizzazione di Red Hat, RHEV (Red Hat Enterprise Virtualization), che si basa sulla sorgente open KVM (Kernel-based Virtual Machine) hypervisor. Il lavoro sarà "una garanzia ai nostri utenti che su Red Hat ci sarà una buona integrazione tra i due prodotti, non dovranno preoccuparsi di incongruenze tra Eucalyptus, Red Hat Enterprise Linux e KVM," ha dichiarato Marten Mickos, amministratore delegato di Eucalyptus.

Cosa verrà offerto agli utenti di Eucalyptus

La piattaforma Eucalyptus è un'implementazione open source di Amazon EC2 (Elastic Compute Cloud), S3 (Simple Storage Service) e EBS (Elastic Block Storage) API. Gli utenti possono usare Eucalyptus per istituire un cloud privato, uno che possa eseguire macchine virtuali progettate per le specifiche di Amazon. Con il lavoro risultante da questa partnership, tutte le funzionalità di Eucalyptus saranno accessibili attraverso Deltacloud. Tutto il codice risultante sarà reso open source. Mickos si aspetta che l'inserimento sia in gran parte completato entro la metà del 2011, con le versioni beta, per essere rilasciato.

Anche con la partnership, alcuni controlli di gestione RHEV saranno incorporati all'interno di Eucalyptus. Con Eucalyptus è già possibile eseguire macchine virtuali basate su hypervisor KVM di Red Hat, ma la nuova opera consentirà agli utenti di "gestire alcuni aspetti della nube attraverso RHEV, quindi sarebbe un’esperienza più senza soluzione di continuità per loro di quanto non sarebbe altrimenti," ha detto Mickos. La partnership segna anche una potenziale alleanza nello spazio del cloud per il software emergente, in quanto entrambe le aziende condividono un comune concorrente in VMware, e nel suo software di gestione vCloud.

"Red Hat non diventa spesso partner di altre società di software, così abbiamo sentito il privilegio per il fatto che abbiano scelto di lavorare con noi", ha dichiarato Mickos. "E quello che ci porta è un migliore accesso per i clienti di Red Hat e dell'ecosistema".

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ultimi Commenti