Home
Accesso / Registrazione
 di 

Il nuovo dispositivo Oyster 2 produrrà energia dal mare scozzese

Elettricità dalle maree

Orcadi, Regno Unito - Aquamarine Power,produttore di energia attraverso le onde, ha annunciato di aver ottenuto con successo un finanziamento di £ 6 milioni. Questo è avvenuto in seguito alla recente presentazione del disegno del suo Oyster 2, un dispositivo che verrà costruito in Scozia alla fine di quest'anno. Il ricavato della raccolta fondi sarà utilizzato per finanziare il programma generale di appalto e per fornire capitale circolante.

Questo dispositivo ha una capacità di 800 kilowatt (kW); si prevede che sarà in grado di produrre il 250 per cento in più di potenza rispetto all'originale Oyster 1. L’Oyster 1 è stato sottoposto a prove in mare presso il Marine Energy Centre europeo (EMEC), nelle Isole Orcadi a partire da novembre dello scorso anno ed è collegato alla rete nazionale.

Acquamarine nell’estate del 2011 inizierà la distribuzione di Oyster 2, che si compone di tre alette collegate ad una centrale idroelettrica. All'inizio di quest'anno Aquamarine Power ha ottenuto un premio dal Carbon Trust's Marine Renewables Proving Fund (MRPF) per sostenere la produzione di Oyster 2.

In collaborazione con le energie rinnovabili SSE, l'azienda ha già avuto successo nella Crown Estate, garantendo i diritti esclusivi per sviluppare la centrale da 200 megawatt. Si tratta del primo sito di sviluppo in accordo con la SSE Renawbles per sviluppare fino a 1.000 megawatt di energia marina entro il 2020, utilizzando la tecnologia Oyster.

"Aquamarine Power ha compiuto notevoli progressi negli ultimi 12 mesi. Il nostro dispositivo corrente Oyster ha avuto un buon funzionamento durante le prove in mare, resistendo ai mari invernali più impervi al largo della costa delle Orcadi e i dati che sono stati raccolti ci hanno permesso di progettare un Oyster 2 molto più potente", ha detto Martin McAdam, CEO di Aquamarine Power. "Trattandosi di un settore emergente, l'energia marina ha bisogno di finanziamenti; l'aiuto da parte di investitori e del governo britannico e scozzese, è fondamentale per il suo successo." (RenewableEnergy World).

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 5 utenti e 68 visitatori collegati.