Ottimo preamplicatore ed amplificatore lineare SSB da 35W

Ottimo preamplicatore ed amplificatore lineare SSB da 35W

L’interesse di realizzare uno stadio finale a basso costo è maturato in seguito alle numerose richieste da parte di soci della nostra Sezione ARI di Milano. Nelle varie riviste del settore compaiono spesso schemi con transistor costosi oppure difficilmente reperibili. Avendo già avuto l’occasione di utilizzare sia il BD137 che il BUZ72A in radiofrequenza, li ho voluti impiegare come amplificatori lineari in classe A e B rispettivamente, ottenendo ottimi risultati soprattutto come linearità e rendimento.

Il loro limite sono le frequenze alte, soprattutto il MOS-FET, pertanto l’utilizzo pratico va limitato ai 20 metri. Come si vede dalla fig.1, è stato utilizzato un contenitore realizzato con lastrine di vetronite doppio rame saldate in corrispondenza degli spigoli. Le dimensioni esterne sono 102×57 H17. Sul fondo sono previsti i 4 scarichi per permettere il contatto dei transistor con il dissipatore sottostante 102x57x20. Il montaggio va fatto interponendo l’apposito grasso al silicone e per TR3-4 anche la mica isolante. Le due alimentazioni entrano con condensatori passanti da 2 nF mentre per i segnali sono previsti connettori SMB.

Lo schema è il classico controfase, che riducendo la 2° armonica di oltre 40 dB semplifica di molto i successivi filtri passa-basso. All’ingresso è previsto un attenuatore per un buon adattamento con lo stadio pilota; in fase di messa a punto può essere necessario variare il valore dei componenti. Il guadagno totale diminuisce con l’aumentare della frequenza, sul primo stadio viene pertanto parzialmente compensato il difetto tramite C18-Z1-Z2. La messa a punto è molto semplice: va prima alimentato senza eccitazione il primo stadio poi va regolata R6 mettendo in parallelo più resistenze partendo da 1K fino ad ottenere 140 mA su R12.

La stessa cosa va fatta per il finale partendo da una R8 di 820 ohm per una corrente a vuoto di 100mA. Prima di effettuare quest’ultima operazione inserire un carico fittizio da 50ohm meglio se con i filtri passa-basso. È possibile a questo punto inviare una portante in ingresso per brevi periodi verificando la tensione picco-picco sul carico, che misurata con oscilloscopio di Z50ohm deve arrivare fino a ca 120Vcon un assorbimento dei finali di ca 5.5 A.

connettori_smb_condensatori_passanti_dissipatore

La messa a punto definitiva va poi fatta con all’ingresso il segnale SSB a 2 toni 800/1800Hz verificando il classico inviluppo sull’oscilloscopio. In caso di saturazione va aumentata l’attenuazione all’ingresso.

amplificatore_ssb_elenco_componenti

amplificatore_ssb_schema_elettrico

Fare attenzione a non tenere portante o doppio tono per più di 10 secondi per volta per via della dis sipazione. Nel caso di utilizzazione a piena potenza considerando le ridotte dimensioni del dissipatore, è consigliabile coadiuvarlo con una ventolina.

radiokit elettronica
STAMPA

Leave a Reply