Home
Accesso / Registrazione
 di 

Panoramica delle auto elettriche

auto elettriche

Alla fine del 2010, GM e Nissan hanno introdotto le loro nuove auto elettriche, in particolare la Chevrolet Volt e la Nissan Leaf. Se queste novità saranno accolte con successo, potrebbero portare cambiamenti radicali per l'industria automobilistica, che si è basata quasi esclusivamente sul petrolio fino a ieri. Ma se i veicoli elettrici diventeranno popolari dipende soprattutto dal miglioramento delle tecnologie, in particolare attraverso lo sviluppo di batterie più efficienti.

Auto elettriche: Batterie migliori

La Volt e la Leaf utilizzano batterie agli ioni di litio che le case automobilistiche calcolano dureranno molto più a lungo delle tradizionali batterie. Il problema principale da vincere è il costo elevato e l'autonomia limitata. Nel breve termine, elettrodi migliori che immagazzinino più energia utilizzando meno materiale potrebbe aiutare a migliorare l'autonomia, come quelli di silicio che Panasonic sta per lanciare. E un nuovo test potrebbe consentire ai ricercatori di ordinare rapidamente elettrodi ed elettroliti per trovare quelli migliori per garantire il funzionamento per tutta la vita di una macchina.

Nel lungo termine, un nuovo aspetto chimico delle batterie ha permesso un maggiore accumulo di energia ad un costo inferiore rispetto agli ioni di litio ( Imballaggio Più in batterie al litio ). E un nuovo approccio che utilizza elettrodi liquidi piuttosto che solidi potrebbe contribuire a superare i limiti di storage energetico che rendono difficile la competizione per le auto elettriche di competere con quelle alimentati a benzina.

L'energia elettrica è altamente efficiente, così da emettere meno anidride carbonica rispetto alle auto tradizionali. Ma se le auto elettriche vogliono raggiungere il loro vero potenziale per ridurre l'inquinamento, avranno bisogno di utilizzare energia rinnovabile o più fonti a basso tenore di anidride carbonica come il nucleare. L'energia solare ha visto significativi passi avanti quest'anno, come il taglio dei costi dei pannelli solari e il miglioramento della loro efficienza. E' la Cina ad aver fatto da padrona a questa sorta di rivoluzione.

Negli Stati Uniti, le garanzie sui prestiti del governo hanno contribuito ad aumentare gli investimenti nella tecnologia solare. Non è chiaro, però, cosa accadrà a sostegno delle industrie federali quando i soldi governativi stanziati con una legge del 2009 si esauriranno. Il finanziamento previsto dal nuovo Advanced Research Projects Agency for Energy (ARPA-E) viene utilizzato per trovare modi meno costosi per la fabbricazione di pannelli solari di silicio convenzionali.

Sono le nanostrutture ad aiutare i pannelli solari che assorbono la luce come abbiamo già visto in un precedente articolo

Carburanti alternativi

Nel frattempo sono stati sperimentati un certo numero di prototipi di un nuovo motore che può raggiungere una miglior efficienza rispetto ai motori ibridi. Anche se i biocarburanti avanzati come l'etanolo cellulosico stanno lentamente arrivando sul mercato, le aziende stanno sviluppando una nuova generazione di biocarburanti con caratteristiche chimiche simili a quelle della benzina o sostituti del diesel che possono essere utilizzati nelle automobili esistenti e trasportati in gasdotti anch'essi già esistenti. I ricercatori hanno creato i geni che permettono ai batteri di produrre carburante diesel, e questi sono commercializzati da una società denominata LS9. Un'altra società ha iniziato a produrre un precursore di carburante diesel sintetico in Brasile. I ricercatori hanno anche costruito i microrganismi in grado di convertire la luce solare e l'acqua in gasolio (il governo americano a tal proposito ha finanziato 122 milioni dollari).

A rischio la ricerca

Per essere sicuri, passeranno anni prima che molti di questi progressi si facciano strada nel mercato. La mancanza di una politica energetica globale degli Stati Uniti e l'incapacità del Congresso di elaborare un piano di bilancio congruo potrebbero soffocare lo sviluppo della ricerca (il finanziamento di ARPA-E, per esempio, non è ancora statop assicurato e sta rischiando). Nel frattempo, la Cina continua a spingere il suo progetto di esportare veicoli elettrici, grazie agli incentivi governativi per sviluppare le auto e l'installazione delle stazioni di ricarica. L'anno prossimo dovrebbe vedere la luce la prima auto elettrica cinese per il mercato americano. Sintomo che qualcosa sta cambiando.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di giobbe

Auto elettriche

Sapero che calino presto i prezzi...
Per ora ho installato un impianto fotovoltaico spero presto di poter acquistare a prezzi ragionevoli una Car elettrica...

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ultimi Commenti