Home
Accesso / Registrazione
 di 

Perchè il JM16 ($2) Freescale potrebbe essere migliore di Arduino [Atmel + FTDI (10$)]

Perchè il JM16 ($2) della Freescale potrebbe essere migliore del chip set +FTDI ($10) della Atmel

Semplice sguardo (e considerazioni) sulle specifiche del processore JM16 di Freescale e Arduino, quest'ultimo composto dall'accoppiata microcontrollore Atmel + controller usb FTDI.

In questo forum è aperto un dibattito sulla convenienza reale di acquistare una scheda Arduino, piuttosto che realizzare la propria scheda con microcontrollore Freescale, con USB a bordo.
JM16 di Freescale ($2) contro Arduino/FTDI di Atmel ($10).

Freescale vs Arduino (Atmel+Ftdi)

1. Tre porte seriali (2 com + USB) (telemetria full duplex più GPS) vs 1 com/USB su Atmel.
2. 12 bit ADC vs 10 bit di Atmel (la risoluzione migliora di 4 volte)
3. USB incluso (tutto più veloce, più affidabile, e si risparmiano soldi dell'FTDI)
4. Freescale funziona a 48MHz vs 20Mhz di Arduino
5. Entrambi hanno 6 PWM
6. USB bootloaders vs. Serial Botloader

La domanda è: vale la pena pagare cinque (5) volte il prezzo per l'hardware "debole" e un IDE simile solo perchè alcuni componenti della catena di sviluppo sono più "aperti" che l'IDE di Freescale?

Ma non è meglio se pago di meno ed in più ho tre porte seriali, doppia velocità, più porte USB per un costo molto minore, inoltre migliorerebbe la complessità, i punti di guasto e lo spazio sulla board...

Tutti conosciamo Arduino e ci piace, ma non posso credere che è un dispositivo seriale chiuso applicato al mondo USB e sopratutto costoso (un Freescale Arduino-Clone costerebbe $6 contro i $32 di Arduino perché l'USB è integrato).

Questo in sostanza il messaggio nel forum. Il dibattito è acceso, potete seguirlo in inglese dal link sopra proposto oppure dire la vostra qui, in italiano ;)

La scheda Arduino è disponibile qui (Arduino duemilanove) ed i microcontrollori Freescale con USB integrata disponibili qui (MC9S08JM32CLD)

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di IWZ

Arduino VS Cloni

Arduino utilizza il chip ftdi per la gestione usb, una soluzione non economica ma sicuramente di semplice realizzazione. Inoltre Arduino è rivolto quasi esclusivamente agli hobbisti.
Qualsiasi soluzione (Freescale o altri) con microcontrollore con usb a bordo è più economica, anzi qualsiasi soluzione con micro+usb prodotta in serie è largamente + economica. Tutto dipende dalle quantità prodotte e dall'esecutore materiale del progetto.
Chi non è esperto in elettronica, e deve realizzare il proprio sistema di irrigazione (o ne deve realizzare 5 per il proprio cliente) trarrà sicuramente vantaggio da Arduino.
Chi invece deve produrre sistemi con usb a bordo in scala industriale... Arduino nemmeno lo considera.

ritratto di Anonimo2

Io conosco decentemente

Io conosco decentemente l'elettronica e mastico decentemente pc , linux, programmazione non a oggetti. Leggo appena l'inglese.
Ho voluto modificare la mia lavatrice perche non mi piaceva come e quanto risciaquava : sono andato su internet, ho trovato un sito in ITALIANO che parlava/ commentava/aiutava a utilizzare arduino. Ho ordinato una scheda arduino2009, ho scaricato l'IDE e le librerie per LINUX (con ubuntu e' gia' in repository),l'hardware aggiuntivo l'ho preso dalla stampante(in cavo usb a to b), ho letto l'help, ho rispolverato i miei ricordi di pascal,(poco)basic e qualche costrutto del C : un po' di prove e parecchi errori ma ho fatto la modifica aggiungendo solo un regolatore di tensione e partitori per adattare il sensori di livello et voila' tutto funziona (ah! preciso lavava peggio e quindi ho tolto la modifica).
Poi andando per fiere ho comperato una scheda ethernet per arduino x un'altra delle mie strampalate idee, 5min x renderla operativa e fare prove e l'idea e' gia al 40% operativa.
Adesso ho letto l'articolo e mi sono detto perche spendere di piu' se freescale mi da' di piu' spendendo di meno????
Dal sito di freescale digitando jm16 non esce nulla che sia comprensibile: e' una scheda o e' solo il micro??? dove e' l'ide?? sanno che esiste anche linux??? c'e qualcuno che parli italiano??? (anche con google nulla di piu').
Quindi parliamoci chiaro: se sei un ingeniere, mastichi l'inglese corentemente, usi con disinvoltura il linguaggio di programmazione previsto, devi produrre piu' di un esemplare,,,, allora rivolgiti a freescale altrimenti se sei un hobbista come me' che vuole mettere in pratica qualche idea che gli balena ma non ha il tempo e la voglia di studiarsi manuali(magari anche a pagamento) e vuole essere subito produttivo con ARDUINO ha tutto l'hardware e l'aiuto che serve.

ritratto di Stefano Saccucci

problema inutile

secondo me il problema non esiste cioè arduino è un sistema hardware già assemblato rivolto al mercato consumer degli hobbysti. Non si può paragonare arduino con un chip "nudo e crudo" come il JM16. Personalmente uso i PIC in quanto non trovo in arduino (ricordando che arduino=atmel+ftdi) le basi per applicazioni avanzate, supporto professionale e sopratutto c'è un modesto ricambio hardware.

Non so perchè ma arduino mi ricorda un pò i prodotti apple e i pic i computer classici

ritratto di robert-t

:/

sconcertato dal fatto che un "plus" per giudicare la bontà di una soluzione sia la documentazione inglese... e non in italiano! caso mai sarà uno scandalo che lei non sappia l'inglese, non il viceversa!

gli hcs08 son molto solidi. l'ide, codewarrior, è davvero ben fatto ed è gratuito (anche se con qualche limitazione). oserei dire freescale tutta la vita (ma ho avuto qualche problema con i bug del compilatore c quindi: giudizio in sospeso..)

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 42 utenti e 77 visitatori collegati.

Ultimi Commenti