Home
Accesso / Registrazione

Piero Boccadoro

ritratto di Piero Boccadoro

User title

Moderator

PROFILO

Profilo Google+

Google+

Cronologia

Membro da
3 anni 9 settimane
Blog
Vedi messaggi recenti del blog

 

 

Ultimi POST

ritratto di Piero Boccadoro

Bitcoin: moneta virtuale, economia reale

Tecnologia
ritratto di Piero Boccadoro

Il fattoriale inverso: un esperimento di programmazione

Programmazione C/C++ Assembler
ritratto di Piero Boccadoro

Riservato agli Abbonati PremiumECG e Respiration Rate: la tecnica

Elettronica Analogica

Ultimi Commenti

Il sensore hall è esattamente la soluzione che mi è venuta in mente leggendo la tua richiesta. Ogni volta che fosse completato il giro, il sensore potrebbe inviare l'impulso proprio al microcontrollore. Come si configura è una domanda a cui è un po' difficile rispondere senza averlo scelto e senza aver deciso effettivamente il sensore ;)
Prima di dire quello che voglio mi urge fare una premessa che è fondamentale: questo articolo è stupendo. Ritengo sia interessante, approfondito ma soprattutto tratta un argomento che non conoscevo e che mi fa molto piacere leggere. Detto questo, però, non capisco una cosa: non sembra anche a voi che il gioco degli scacchi non c'entri più molto? Voglio dire, trasformare un gioco di logica, di riflessione, di matematica ma soprattutto di metodo, un gioco di inventiva ma anche di conoscenza e di esperienza in un esercizio di programmazione non è un po' riduttivo? Io ho sempre pensato che il gioco degli scacchi, per quanto difficile e per quanto rappresenti una sfida, sia un gioco molto limitato. Mi spiego meglio: il numero di caselle è fissato, il tipo di mossa che ciascun pezzo può fare è sempre uguale. Questo vuol dire che matematicamente esiste soltanto un certo numero di mosse possibili. Chiaramente si tratta di un numero di mosse molto grande perché in effetti le possibilità sono...
Salve, non mi è molto chiaro ma stiamo parlando di questo, vero? http://dev.emcelettronica.com/simple-infrared-barrier
Si, 2.0 ne fanno ancora, incredibile ma vero :D D'altronde, se ancora escono portatili che non hanno solo USB 3.0 a che servirebbe?! :D Per quanto riguarda le tue osservazioni, invece, sono assolutamente d'accordo con te: anche io mi sono spostato su WD da un po' anche se ho buone impressioni di Verbatim (che non so da chi prenda i dischi) e Lacie (che li ha Hitachi). Seagate è una buona opportunità ma tra tutte direi WD. Comunque prima di dichiararlo dod, pazienta un po'.... un mio hd ha ripreso a funzionare dopo che pareva non responsivo ad alcuno stimolo... Non so spiegarlo e non credo sia normale; so solo che ora è un anno che va alla grandissima. Studialo un po' prima di gettarlo.
Onde spronare i lettori tutti ad una più attenta riflessione, posso consigliare la lettura di questo articolo? http://it.emcelettronica.com/pirateria-naufragata :)
Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Ultimi Commenti