Pilotare LED si può ma solo col driver giusto

Che le LED strip facciano ormai parte dell'immaginario comune è cosa nota. Designer, architetti ma anche ingegneri, professionisti, tecnici e tantissime altre figure professionali oramai utilizzano i LED per le applicazioni più disparate. E sebbene si tratti di un componente elementare, probabilmente il più semplice dopo resistenze e condensatori, anche per utilizzare un diodo che emette luce c'è bisogno di una certa logica e di una certa competenza, soprattutto quando dobbiamo controllarne una serie. Quello che vi proponiamo oggi è, per l'appunto, un sistema di controllo, gestione e di pilotaggio. Buona lettura.

Il controllo dell'accensione e del livello di luminosità di un LED può essere gestito in maniera molto semplice attraverso apparati opportuni. La scelta deve essere fatta sulla scorta dell'esperienza, da un lato, e del dispositivo specifico dall'altro.
Sebbene le figure professionali che si stanno dedicando all'utilizzo e all'implementazione dell'illuminazione a LED siano le più disparate, non tutti hanno le competenze per poter scegliere in maniera ottimale e precisa l'opportuno sistema di controllo. Per questo motivo oggi vi raccontiamo di un sistema in grado di effettuare queste operazioni lavorando con strip LED RGB.

Si tratta di un sistema programmabile che riesce a gestire specifici programmi di illuminazione, modulando l'intensità e la velocità di accensione, nonché il colore, tramite un'interfaccia PC anche abbastanza semplice da utilizzare. Grazie, infatti, ad uno specifico adattatore per la programmazione USB, è possibile implementare praticamente qualsiasi combinazione, studiando e realizzando animazioni di varia natura.
I programmi possono essere gestiti in maniera indipendente e la loro selezione può essere effettuata addirittura tramite un telecomando esterno, con interfaccia infrarossi, selezionando dei tasti di controllo preimpostati.

Dal punto di vista elettrico, l'alimentazione è fornita dal controller che viene collegato direttamente alla strip con un trasformatore che fornisce 12-24V DC.

All'interno della confezione troverete:

  • il controller;
  • il CD con il software;
  • le istruzioni.

Ok, ma com'è fatto il sistema?

Sebbene sia interessante sapere preliminarmente quali sono le operazioni che riuscirete ad effettuare, proprio perché bisogna selezionare il controller giusto e quello più adatto alle proprie esigenze, adesso lo vediamo nello specifico così potrete valutare voi stessi se l'MS-35 fa al caso vostro.

Per iniziare a capire esattamente di che cosa avete bisogno, vi mostriamo uno schema elettrico di collegamento di principio che vi aiuterà a comprendere meglio il funzionamento:

led strip

 

Le sezioni evidenziate sono le seguenti: A indica il ricevitore ad infrarossi, B rappresenta il keypad esterno, C è la sezione in cui viene rappresentata la strip LED, D rappresenta l'alimentazione esterna, ovvero il trasformatore di cui abbiamo parlato in precedenza ed E non è altro che l'apparato di controllo vero e proprio.

Le connessioni relative alla sezione B sono gestite tramite l'utilizzo di 6 pin, che hanno nome "Keys"; questi abilitano la connessione fisica di un certo numero di controller esterni (fino a 5) che possono gestire le funzioni base.
Nello specifico, 1 è PRG, che indica Program selection (ed il nome dovrebbe essere auto esplicativo).
2 è SPEED, ovvero il controller utilizzato per la verifica della velocità di accensione.
3 si chiama DIMM, ovvero è da qui che viene gestito il cosiddetto "dimmering"; dal momento che i LED non verranno accesi con logica digitale, ovvero due livelli, acceso e spento, ma che il livello di illuminazione, quindi di luminosità, può essere gestito in maniera graduale, esistono tanti valori di controllo del LED e pertanto è da qui che è possibile raffinare la gestione del livello di luminosità. Gli elettronici, ma anche gli appassionati, sanno bene che questa funzione, a livello analogico, può essere implementata tramite un controllo rotativo oppure un potenziometro. Naturalmente se questo controllo viene fatto in digitale è sicuramente più semplice.
4 indica il tasto funzione "UP", mentre 5 il suo duale, "DOWN".
Questi collegamenti non possono prescindere dalla massa e pertanto si utilizza 6 per la connessione di terra.

Vediamo, ora, sinteticamente i punti di forza del prodotto:

  • gestione di 7 effetti fissi e 2 sequenze programmabili;
  • possibilità di generare 16,7 milioni di tonalità differenti;
  • attivazione selettiva attraverso pulsanti o telecomando.

Per quanto riguarda i dettagli caratteristici abbiamo:

  • tensione di esercizio: 12-24 VDC;
  • potenza: 12-24 V, 3-5 A;
  • temperature di esercizio: da 0 a + 65 °C;
  • potenza assorbita (senza illuminazione): 25 mA;
  • collegamenti: morsetti a vite;
  • lunghezza: 57 mm;
  • larghezza: 54 mm;
  • altezza: 37 mm;
  • classe di protezione: IP 20.

Abbiamo parlato di una soluzione software ma non l'abbiamo descritta nel dettaglio. È bene che sappiate, comunque, che si tratta di un ambiente estremamente semplice che si basa su una connessione fisica grazie alla quale potrete realizzare un interfacciamento ed un controllo pressoché immediati ed estremamente funzionali.

I sistemi operativi supportati, così come da specifiche sui requisiti minimi, sono Windows XP, Vista e 7 (non c'è garanzia di alcun supporto per versioni precedenti). Non è data alcuna indicazione specifica sul supporto a MAC OS o a Linux ma, naturalmente, è auspicabile che l'utilizzo di una macchina virtuale possa sopperire a tale mancanza.
L'utilizzo è abbastanza semplice perché dopo aver installato il driver per la programmazione tramite l'adattatore USB di cui vi abbiamo parlato, le istruzioni da eseguire saranno semplicissime: inserito il CD, sarà necessaria l'installazione del framework "Microsoft .NET Framework 2.0", senza il quale non si potrà lavorare. Alla fine del processo di installazione, estremamente semplice, avviate il programma tramite l'icona e connettete semplicemente il controller al PC, in particolare tramite il socket "PROG" alla porta USB. Il sistema operativo sarà in grado di riconoscere l'hardware immediatamente.
Verificate che la connessione sia andata buon fine nella sezione "gestione dispositivi" controllando che ci sia una porta seriale COM effettivamente attiva dopo la connessione.
All'interno del software, una volta selezionata proprio quella porta di connessione, avrete a disposizione un pannello di controllo con cursori le cui funzioni saranno estremamente intuitive e sarete pronti e già operativi. Da questo momento in poi, è tutto divertimento.

led ms-35

Se state cercando un riferimento informativo completo, potete fare certamente riferimento al manuale d'uso.

E se state pensando all'acquisto, sappiate che oltre a tutte queste notevoli possibilità, un aspetto che non vi deluderà è anche il prezzo: 21,95 € per avere a disposizione questa libertà di utilizzo è davvero un costo irrisorio.

Il sistema di controllo per strip LED MS-35 è disponibile a catalogo CONRAD con spedizione in 24 H.

Registrati gratuitamente all'Embedded IOT

Registrati gratis all'EmbeddedIOT

Una risposta

  1. Maurizio Di Paolo Emilio Maurizio 27 novembre 2015

Scrivi un commento