Home
Accesso / Registrazione
 di 

PneumoniaCheck: combattere la polmonite con la meccanica dei fluidi

PneumoniaCheck

PneumoniaCheck è un dispositivo progettato per raccogliere l’aria proveniente dai polmoni e diagnosticare un’eventuale polmonite. Gli agenti patogeni possono essere rilevati sul filtro. Poi, attraverso la meccanica dei fluidi, PneumoniaCheck separa l’aria proveniente dai polmoni da quella delle vie aeree superiori e permette così una diagnosi più accurata.

Diagnosi della polmonite con PneumoniaCheck

PneumoniaCheck è il risultato del lavoro di un team di esperti di ingegneria meccanica e di laureati in bioingegneria presso il Georgia Tech: il team ha messo a punto un dispositivo innovativo per catturare gli aerosol che si originano nei polmoni. Chiamato PneumoniaCheck, il dispositivo è una soluzione al problema della diagnosi della polmonite, ed è un'importante iniziativa della US Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

Come mai è così importante? Forse non tutti lo sanno, ma la polmonite è un'infiammazione dei polmoni che uccide ancora oggi circa 2,4 milioni di persone ogni anno. Il problema è particolarmente devastante in Africa, nel Sudest asiatico e nel Mediterraneo orientale, dove ogni 15 secondi un bambino muore di polmonite.

Nei paesi in via di sviluppo, molti bambini con infezioni respiratorie non riescono a ricevere cure adeguate, e l'abuso di antibiotici ha portato ad un aumento dei batteri resistenti ai farmaci.

Un nuovo test diagnostico accurato e facile da usare e ampiamente disponibile potrebbe migliorare l'identificazione delle infezioni batteriche respiratorie nei bambini, riducendo l'uso inappropriato di antibiotici e gli impatti negativi a lungo termine della resistenza ai farmaci. Non solo. L’uso di questo dispositivo ha il potenziale di evitare 55.000 morti negli Stati Uniti ogni anno e ridurre i costi sanitari di oltre $ 10 miliardi.

"La Georgia Tech ha creato un dispositivo semplice e nuovo per rilevare nel polmone agenti patogeni che causano la polmonite", ha affermato David Ku, Professore di Ingegneria Meccanica.

Come funziona PneumoniaCheck

Il problema comune nella diagnosi di polmonite è che durante la raccolta, il campione viene spesso contaminato da batteri orali. Il PneumoniaCheck sfrutta le correnti d'aria per separare le particelle provenienti dai polmoni da quelle che si originano in bocca in modo che l’aria polmonare colpisce il filtro e tutto il resto va nella parte inferiore del palloncino. David Ku, il professore di ingegneria che ha curato il progetto, dice che il PneumoniaCheck "ha il potenziale per salvare più vite di qualsiasi altro dispositivo medico". PneumoniaCheck sarà disponibile per la vendita negli Stati Uniti a partire da questo mese, tramite una ditta MD Innovare spin-off e speriamo che i commenti del professore siano realistici.

Il dispositivo PneumoniaCheck è formato da un tubo di plastica con un boccaglio. Con i colpi di tosse del paziente nel dispositivo si riempie un serbatoio simile a un palloncino con l’aria delle vie aeree superiori prima che gli aerosol polmonari arrivino a un filtro. Utilizzando la meccanica dei fluidi, PneumoniaCheck separa le particelle delle vie aeree superiori della bocca dalle particelle provenienti dalle basse vie aeree dei polmoni. La FDA ha autorizzato la vendita di PneumoniaCheck negli Stati Uniti, ma il suo brevetto è in sospeso.

"E 'interessante perché è così semplice", ha detto Scholz, che ora è un ingegnere di Newell Rubbermaid. "Non è un aggeggio di fantasia. E’ un dispositivo in cui il paziente tossisce dentro e attraverso la meccanica dei fluidi si separa l’aerosol delle vie aeree superiori e inferiori. Ogni volta che si usa diventa sempre più semplice".

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 27 utenti e 114 visitatori collegati.

Ultimi Commenti