Home
Accesso / Registrazione
 di 

Progettare un nuovo cellulare: oltre l'approccio tecnico

vari modelli di cellulare

Oggi il mercato offre una miriade di modelli cellulari ognuno con delle peculiarità: ma quali sono le esigenze, e quali sono i vincoli di progetto alle quali chi progetta un nuovo modello di cellulare è chiamato a rispondere?

Nel vedere l'evoluzione storica dei telefoni cellulari salta all'occhio come essi siano il riflesso di una serie di cambiamenti che nel corso degli anni si sono avuti anche nella nostra società. Si tratta di dispositivi inizialmente concepiti per essere utilizzati da pochi eletti, ma che hanno avuto una rapida diffusione modificando le nostre abitudini pur non restando trasparenti ai cambiamenti in quanto anche il cellulare in sé tutt'ora continua ad evolversi.

Il concetto di progettazione è strettamente legato a quello di compromesso, ciò accade perchè anche in ambito tecnico non si può avere tutto, ma bisogna saper sacrificare alcune esigenze a guadagno di altre, cercando sempre di ottenere nel complesso un risultato soddisfacente su più fronti. Oggi il mercato offre una miriade di modelli ognuno con delle peculiarità: ma quali sono le esigenze, e a quali sono i vincoli di progetto alle quali chi progetta un modello di cellulare è chiamato a rispondere? A questa domanda prova a rispondere un ingegnere che da anni opera nel settore, il quale ci spiega quali sono i fattori che un progettista non può trascurare. Chi progetta un cellulare ovviamente non può dimenticare che esso è parte di un sistema ben più complesso, pertanto il terminale risentirà dei cambiamenti che riguardano le infrastrutture e l'intero sistema in generale; pertanto vi sono alcuni vincoli dettati dal contesto tecnologico ed infine vedremo quanto anche il contesto culturale giochi la sua parte.

Compromesso tra compattezza e usabilità
A nessun utilizzatore di telefono cellulare farebbe comodo portar con sé un apparecchio ingombrante, ma nello stesso tempo nessuno è disposto a rinunciare alla visibilità del display, e alla usabilità della tastiera. Ecco, questa è una prima scelta che un progettista si trova ad effettuare in quanto a seconda del peso che si dà all'usabilità rispetto alla compattezza vi sono diverse alternative e come evidente l'esaltare di una di queste due caratteristiche rispetto all'altra, in qualche modo penalizzerebbe quest'ultima. Nel corso dfegli anni per ottimizzare compattezza ed usabilità sono stati sviluppati modelli ti telefonini come ad esempio: cellulare con tastiera touch on screen (significativi vantaggi in termini di compattezza), cellulare pieghevole, telefono tastiera scorrevole, ecc.

Preferenze dell'utente:
Un modello di cellulare deve guadagnarsi le simpatie dell'utente il quale dovrebbe per questo preferirlo ad altri; il design deve essere accattivante ed ogni accorgimento deve far si che il telefono abbia un “carattere” piacevole

Disponibilità di energia:
Come in ogni dispositivo elettronico anche per quanto riguarda i cellulari il fattore batteria influisce fortemente sull'intero progetto. I primi cellulari necessitavano di grosse batterie, ciò dovuto in gran parte alla tecnologia costruttiva delle batterie dell'epoca ma anche a tecniche di progetto meno orientate al risparmio energetico rispetto quelle attualmente utilizzate. Il dover incorporare nel sesign del telefonino batterie via di dimensioni ridotte, ha permesso nel tempo di ridurre le dimensioni dell'intero dispositivo; ciò è stato possibile anche grazie allo sviluppo di tecniche di progetto orientate all'ottimizzazione energetica, ma anche grazie a cambiamenti nelle infrastrutture come vedremo al punto seguente.

Disponibilità strutture:
Ciò che ha permesso di ridurre la potenza di trasmissione/ricezione dei telefonini e quindi i consumi degli stessi in termini di energia, è stata la moltiplicazione dei ripetitori e quindi la riduzione delle celle. Con celle più piccole la potenza necessaria per le comunicazioni con la cella è quindi più bassa ed inoltre anche le dimensioni delle antenne montate sui dispositivi possono essere ridotte. Nei moderni cellulari le antenne sono a microstriscia e quindi hanno un ingombro minimo con alta integrazione nell'apparecchio.

Utilità sociale:
Ogni dispositivo deve permettere rapidamente una chiamata di emergenza (anche se si ha sim senza credito, blocco tasti attivato, ecc.). Nel corso degli anni i cellulari hanno assunto uno strumento utilissimo per risolvere situazioni di emergenza degli utenti; in questo senso anche le infrastrutture vengono incontro in quanto ad oggi è possibile localizzare un cellulare effettuando delle operazioni di triangolazione a livello di celle.

Vincoli culturali:
Un cellulare deve infine essere facilmente adeguabile alle diverse situazioni in cui un utente viene a trovarsi: un esempio pratico? A volte vi sono occasioni e contesti in cui un cellulare che squilla risulta essere inopportuno, pertanto il progettista deve prevedere la possibilità di una modalità commutare il dispositivo in una modalità silenziosa eseguendo il minor numero possibile di operazioni.

Vedi anche: Radiazoni cellulari

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di Fabrizio87

Questa è tutta teoria, se

Questa è tutta teoria, se vediamo i cellulari attualmente sul mercato ad esempio iphone4S VS samsung galaxy s2, che tecnicamente uno dei due supera l'altro ma troverò sempre qualcuno che è capace di affermare anche il costo della vita su.

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 1 utente e 26 visitatori collegati.

Utenti online

Ultimi Commenti