Home
Accesso / Registrazione
 di 

Programmatore universale di memorie - 6

Programmatore universale di memorie

Bisogna quindi fare le connessioni tra i piedini “floating” del Textool e il ripartitore, cioè si devono collegare con degli spezzoni di filo delle boccole unipolari alle piazzole marcate A15, A14, A13, A11, PGM, OE, WE, Vpp, OE/Vpp, +5V e PULLUP; le boccole conviene montarle su un pannello, magari quello della scatola entro la quale racchiuderete il dispositivo.

Fissate le boccole, collegate degli spezzoni di filo terminanti con spinette, adatte ad essere inseriti nelle boccole stesse, alle piazzole relative ai 5 piedini “fluttuanti” dello zoccolo Textool, cioè l’1, il 22, il 23, il 26 ed il 27. Fatto ciò collegate anche il deviatore S1 alle rispettive piazzole: ricordate che il cursore andrà collegato al punto, ovvero alla piazzola centrale delle tre riservate ad S1. Verificate che tutto sia in ordine, quindi procuratevi un alimentatore dotato di plug adatto alla presa montata nel circuito, capace di fornire una tensione continua di almeno 30 volt o una alternata di 24 Veff.

In pratica la presenza del ponte raddrizzatore permetterà l’uso di entrambi, garantendo oltretutto la protezione del circuito, dato che consente di applicare l’eventuale tensione continua senza badare alla polarità. Terminato il programmatore, potete pensare a chiuderlo in una scatola adatta, che permetta l’uscita della presa plug per l’alimentazione, del led LD1 (accensione), del deviatore singolo S1 e il connettore a 25 poli per la parallela. Quanto alla connessione con il Personal Computer, servirà un normale cavo di prolunga per stampante, completo (cioè non di quelli semplificati che usano solo i fili della classica stampante ad aghi) e dotato quindi di due connettori maschi volanti a 25 poli.

Per l’uso del programmatore, software applicativo a parte, possiamo dare alcuni consigli pratici: per leggere le memorie non vi è alcun problema, RAM, EPROM o E2PROM che siano; per scriverle invece bisogna conoscerne alcuni parametri tecnici, quali la velocità di accesso e la tensione di programmazione, almeno per le EPROM. Se avete tra le mani una EPROM della quale non conoscete il tempo d’accesso e la tensione di programmazione (sappiate comunque che le Intel si programmano a 25 volt, mentre la gran parte ha una Vpp di 12 o 12,5 volt) il nostro consiglio è di partire con durate dell’impulso di programmazione dell’ordine di pochissimi millisecondi (1÷5 msec.) e tensione di programmazione Vpp di 12V.

Se la scrittura non riesce potete alzare il tempo (opzione 1 del programma) fino ad un massimo di 50 ms, e se ancora non si riesce a scrivere ridurre la durata al minimo iniziale (1, 2, 3 ms ecc.) e spostare la Vpp da 12 a 25 volt, agendo sul solito deviatore S1. Tutte queste raccomandazioni riguardano comunque la scrittura delle EPROM, perché le EEPROM solitamente si programmano tutte a 12 volt; fanno eccezione le vecchie Intel D2817, che funzionano a 25V. Quanto al tempo d’accesso, per le RAM è più che sufficiente qualche millisecondo: notate che la scrittura di RAM serve soltanto per verificarne la struttura e la condizione, dato che togliendo l’alimentazione tutti i dati vanno persi.

Sempre per le EPROM, la scrittura di tipo 2716 (opzione 8 del programma di gestione) va usata soltanto per tale tipo di memoria, che rappresenta, se vogliamo, un’eccezione. Ancora, diciamo che in linea di massima i tempi selezionabili con l’opzione 1 per le EPROM comuni sono da 2 a 5 millisecondi. Infine, rammentate che con le opzioni 6 e 7 eventuali errori riscontrati nelle memorie sotto test vengono registrati nel file ERRORI.MEM.

Altre informazioni più dettagliate le otterrete con l’opzione di aiuto dopo aver lanciato il programma PRGMEM5. Ultima cosa: ricordate che le memorie a 24 piedini vanno inserite nello zoccolo Textool in modo che appoggino in fondo, ovvero facendo sì che il pin 1 stia sul 3 dello zoccolo stesso, il 24 sul 26, e che quindi il 12 coincida con il 14 così da connettere la massa. Quelle a 28 pin andranno invece messe regolarmente, sempre badando al verso di inserimento.

Il kit è disponibile da Futura Elettronica

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 12 utenti e 67 visitatori collegati.

Ultimi Commenti