Home
Accesso / Registrazione
 di 

Programmatore universale per micro ST62xx. Seconda parte - 3

Programmatore universale per micro ST62xx

IL SOFTWARE Per utilizzare il programmatore abbiamo previsto due software (è importante notare che con i nostri programmi il ponticello J1 va lasciato aperto) uno riservato alle famiglie ST621x e ST622x, l’altro alla ST626x; entrambi vengono forniti su un dischetto da 3,5” HD insieme al Kit del programmatore e possono essere installati dell'harddisk (solitamente l’unità C:\) semplicemente copiando il contenuto in una directory che nominerete ST6FT, creata prima sotto la root.

In pratica partendo dal prompt dei comandi C:\ date il comando: “md c:\ST6FT” seguito da Enter, quindi copiatevi il dischetto possibilmente con il comando Xcopy: “xcopy a:*.* c:\ST6FT /s” seguito ancora dal tasto Enter. Fatte le copie il programma per gli ST621x e ST622x si avvia digitando, dal prompt del DOS (o con File, Esegui, sotto Windows): “c:\ST6FT\ST622X11\ST622XPGM. BAT” oppure dalla directory C:\ST6FT\ST622X11\, semplicemente: “ST622XPGM.BAT”. Per avviare il programma utile alla gestione dei microcontrollori della famiglia ST626x bisogna invece digitare il comando: “C:\ST6FT\ST626X10\ST626XPGM. BAT” con le solite modalità.

In ogni caso si avvia il rispettivo software di programmazione che mostra una schermata recante in alto una serie di sigle, corrispondenti ciascuna ad un comando o funzione. Nell’ordine si compone di:

TYPE: offre un menù per la scelta del tipo di dispositivo, tra ST62T10, ST62T15, ST62T20, ST62T25, ST62E10, ST62E15, ST62E20 ed ST62E25, nel caso del software per ST621x e ST622x; tra ST62T60, ST62T65, ST62E60, ST62E65, per il programma degli ST626x.
DEV: permette di visualizzare le caratteristiche del dispositivo scelto con Type.
IOP: consente di selezionare la porta parallela da usare: normalmente è LPT1, ma se ne avete 2 ed avete collegato l’interfaccia del programmatore alla seconda, scegliete LPT2 spostandovi con il mouse o con le frecce.

LOAD: serve per leggere il file oggetto (estensione .HEX) e per copiarlo all’interno del “buffer” di memoria del programmatore; attivandolo compare a video una schermata in cui occorre digitare il nome del file da trasferire.
RAM: attiva un secondo menù con il quale andare a vedere o modificare il contenuto del programma nel buffer, prima di trasferirlo nel micro o dopo averlo letto dal microcontrollore collegato alla scheda.

FILE: consente di scrivere su disco il contenuto del file caricato nel buffer in formato Intel Hex: se esiste già un file con lo stesso nome, prima di procedere a sovrascriverlo il programma chiede conferma.
PRG: scrive nella memoria del microcontrollore (programmazione) il contenuto del buffer nel quale è stato caricato precedentemente il programma in formato oggetto.

Premendo il tasto inizia la programmazione del micro che è preceduta da una verifica di cancellazione, sul video compare la scritta: “Blank checking the target chip... Please wait!” e successivamente “Programming the target chip... Please wait!”. Dopo un tempo variabile tra dieci e quindici secondi, in funzione del tipo di micro, la programmazione risulta terminata e compare la scritta: “The device is successfully programmed”.

Ogni dato scritto verrà anche riletto dal micro e confrontato con il rispettivo nel buffer di memoria; eventuali errori daranno origine a messaggi a video.
VERIF: con questo comando si effettua la comparazione tra il contenuto del buffer di memoria ed il programma scritto nel micro: è utile ad esempio per sapere se in un dispositivo si trova esattamente un certo software, oppure se è diverso o se è stato alterato.
BLK: controlla se la memoria del microcontrollore è vuota, o meglio, nel caso di chip EPROM se è stata cancellata correttamente.
OPT: tramite questo comando è possibile leggere e scrivere l’EPROM CODE Option Byte dei micro della famiglia ST626X, oppure è possibile proteggere i dati contenuti nel chip da letture indesiderate nel caso dei micro ST621X e ST622X. READ: legge il contenuto della memoria programma del microcontrollore posto sulla scheda e lo carica nel buffer di memoria del PC.
SPACE: consente di scegliere lo spazio della EPROM o EEPROM in cui lavorare con i comandi Read, Prog, Veri e Load; questo comando è disponibile solo per i micro della famiglia ST626X.
EXIT: come si può intuire, questo comando ci permette di terminare le operazioni, di uscire dal software di programmazione e di tornare al DOS. Il tutto è comunque dettagliato nel CDROM della SGS-Thomson che contiene tutta la documentazione ST e quindi anche tutte le note tecniche ed applicative dei microcontrollori prodotti dalla stessa Casa, compresi ovviamente quelli a cui è dedicato il nostro programmatore.

Se non conoscete bene la materia, un completo Corso di programmazione scritto appositamente per le famiglie ST621X, ST622X e ST626X vi darà tutte le nozioni necessarie per lavorare con i dispositivi ST. Prima di concludere, occorre ricordare che per utilizzare i software di programmazione in ambiente windows 95 bisogna modificare il file config.sys; per la precisione occorre editare quest’ultimo ed aggiungere l’istruzione: “switches = /C”.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 11 utenti e 110 visitatori collegati.

Ultimi Commenti