Home
Accesso / Registrazione
 di 

Programmi per fotografia free con Linux

Programmi Free Fotografia Linux

Vi proponiamo una lista di programmi free per tutti gli appassionati di fotografia. Molti programmi e applicazioni, tutti completamente gratuiti, che possono del tutto sostituire i software a pagamento. Lo scopo è quello di fornire un'ampia gamma di servizi per l'utente attraverso la filosofia open source. La filosofia dell'open source spopola anche tra obiettivi e macchinette fotografiche.

Il crescente mercato dell'open source

Open source è diventata una parola, che sempre più prende piede nei linguaggi del web. La filosofia del software libero, free, insomma gratuito, ha fatto molta strada negli ultimi anni. A cominciare da piccoli software si arrivati sino a completi sistemi operativi come Linux o pacchetti di programmi (vedi Open Office). La filosofia è sempre quella: offrire un servizio all'utenza secondo la logica free. Gli autori del software attraverso la condivisione gratuita del software favoriscono il libero studio e l'apporto di modifiche da parte di altri programmatori indipendenti. Questo permette così di di raggiungere una complessità maggiore di quanto potrebbe ottenere un singolo gruppo di lavoro. L'open source ha tratto grande beneficio dal web, perché permette questo lavoro di perfezionamento dei software, anche a programmatori geograficamente distanti, di coordinarsi e lavorare allo stesso progetto. C'è anche chi considera la logica dell'open source come una nuova concezione della vita, aperta e refrattaria ad ogni oscurantismo.

L'open source e la fotografia: un connubio impossibile?

La fotografia e il software free a primo impatto può sembrare un binomio che non può avere futuro e invece ci sarà da ricredersi. Sono molti i programmi e gli strumenti free che l'open source può offrire a fotografi professionisti, o soltanto agli appassionati di high-tech. Entriamo così nel nostro viaggio attraverso le alternative open source di programmi per la fotografia così da avere una migliore sensazione di come i pezzi si incastrano in un normale flusso di lavoro fotografico: correzione del colore, editing dei file in raw, fotoritocco sono solo degli esempi che approfondiremo.

Linux e la correzione del colore

La comunità open source offre diversi strumenti utili per correggere il colore di una fotografia. Come software free per questa opzione troviamo Argyll o Lprof. Entrambi supportano una vasta gamma di colori anche se è cambia l'elenco dei dispositivi supportati. Mentre il primo software fornisce le istruzioni passo passo per creare un profilo e creare un dispositivo di output, il secondo è dotato di un'interfaccia utente migliore e può fornire ottimi risultati anche se la documentazione presente non è abbastanza aggiornata. Ciò potrebbe risultare un problema per i nuovi utenti. Inoltre segnaliamo anche il comodo e popolare Rawstudio un utile strumento per convertire i file dal formato raw, per foto scattate ad alta definizione che non tutti i software supportano (compresi quelli a pagamento).

LProf, il display del profilo

Gestione delle immagini con Linux

Il software gPhoto2 (anch'esso open source), è supportato sotto quasi tutti gli ambienti desktop Linux e garantisce l'accesso per scaricare le immagini direttamente dalle fotocamere o da schede di memoria. Gnome e Kde sono finestra pop up che permetteranno di scaricare in maniera rapida gli scatti contenuti in una fotocamera tramite usb. Quando invece si tratta di gestire le immagini, ogni fotografo ha la sua idea. Al momento la scelta più popolare nel mercato open source è Digikam, una piattaforma robusta e flessibile anche per la gestione dei metadati exif, tagging e categorizzazione attraverso un sistema di ricerca flessibile. Se invece nella peggiore delle ipotesi dovesse cancellarsi accidentalmente la scheda di memoria con gli scatti effettuati, è possibile installare un tool open source File Recovery PhotoRec per recuperare le immagini.

La modifica di una foto in Raw

Ritoccare le immagini con software free

Anche per il settore del fotoritocco ci sono diverse soluzione free. Il software open source Krita è un'applicazione che supporta molte funzioni di editing foto, come la clonazione, i filtri, i livelli, le maschere e molto molto altro ancora. Questo software free ha inoltre il vantaggio di lavorare su immagini native a 16 bit, in RGB o spazi di colore XYZ.
Un altro software free degno di nota è Gimp arrivato alla versione 2.6, supporta praticamente tutti i formati di immagine in circolazione. Ad esempio si può convertire la foto raw in jpeg con Rawstudio e poi ritoccarla con Gimp. Ulteriori programmi per la manipolazione di immagini sono Fotoxx e Nathive. Degno di nota, infine, è anche CinePaint che è in grado di lavorare immagini con effetti cinematografici. L'unico difetto è che non è stato sviluppato attivamente da molto tempo, poiché il progetto è in fase di riscrittura.

Gli effetti speciali dei software open source

Come abbiamo già visto in precedenza open source non è sinonimo di mediocrità. I software free (Krita o Gimp) offrono infinite opzioni per gli effetti speciali da applicare alle immagini. Per fare qualche esempio: immagini a due tonalità, vignettatura e quasi ogni tipo di trasformazione. Oltre, però, agli effetti puramente creativi, ci sono da segnalare anche le varie regolazioni per le immagini. Liquid Rescale è in grado di ridimensionare un'immagine mantenendo però invariate le caratteristiche importanti come le persone e le informazioni di compressione di base. Hugin invece è un'applicazione progettata per “cucire” le immagini che si fondono insieme senza una soluzione di continuità creando così wide screen o anche stupende foto panoramiche. Ovviamente è possibile correggere la distorsione ed effettuare correzioni prospettiche.

Hugin, anteprima di un insieme grandangolare dell'immagine

Un parco di software free in continua crescita

L'elenco di software open source proposti, rappresentano ovviamente solo una parte dei programmi dedicati alla fotografia con filosofia open source. La lista è in continua evoluzione giorno dopo giorno, e spesso proprio all'interno del mercato open source si trovano delle “gemme preziose” difficile da reperire nel mercato a pagamento. Abbiamo cercato di prendere solamente i software free più popolari e più utilizzati dagli utenti su piattaforma Linux. Potete dunque partire dai nomi di queste applicazione per scaricarle sul proprio computer e iniziare a dare sfogo alla fantasia. La fotografia è un settore in rapida evoluzione nel mondo Linux e in quello del software open source. I due colossi che sino ad oggi hanno fatto da padrone sul mercato: Apple e Adobe possono iniziare a tremare perché ben presto potrebbero venire sorpassati da questi programmi free.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di @Facebook

beh non ho letto di ufraw

beh non ho letto di ufraw che uso molto, e anche gimp. Poi se citiamo i free c'è anche rawtherapee. Poi c'è Panini... poi chissà qunt'altro per elaborare le foto...

Davide Rosso @Facebook

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 1 utente e 39 visitatori collegati.

Utenti online

Ultimi Commenti