Protocollo X-10 per domotica sfruttando un PIC16F877A [Application Note]

rete AC X-10

Come usare un PIC16F877A per un sistema di domotica con protocollo X-10.

AN236 è il nome dell’Application Note prodotta da Microchip in cui viene spiegato il protocollo X-10 e come usare un PIC16F877A per il suo utilizzo in casa.

Il protocollo X-10 permette lo scambio di informazioni usando la rete casalinga a 120 VAC, permette quindi di utilizzare le prese e la rete casalinga come connessione fisica tra più apparecchi.

Nel protocollo X-10, l’informazione segue l’andamento della AC nell’attraversare lo zero. Infatti il sistema necessita di un Zero-Crossing Detector come in figura:

Quando la rete di casa è sul fronte di discesa passante sullo zero si ha un livello logico basso. Si ha un livello logico pari ad “1” nel caso di “rising edge” (fronte di salita) passante sullo zero.

120 kHz Carrier Detector è invece indispensabile per rilevare la presenza della portante a 120 kHz, utilizzata per scambiare informazioni, sulla rete casalinga. Il tutto può avvenire tramite questo circuito:

Nel caso in cui sia il nostro PIC a dover inviare messaggi, allora si deve usare un 120 kHz Carrier Generator secondo il seguente schema:

Per non cerare interferenze l’alimentatore per tale dispositivo (PIC) deve essere di tipo “transformerless”, ovvero senza trasformatore. Ciò può essere fatto seguendo il seguente schema circuitale:

Il controllo dei carichi avviene invece tramite TRIAC seguendo lo schema prodotto da Microchip:

Nell’Application Note troviamo anche una mini-guida sulle librerie X-10 disponibili da usare in abbinamento all’hardware targato Microchip corredato di sensori e display LCD.

STAMPA     Tags:, , ,

One Response

  1. etti 28 novembre 2012

Leave a Reply