Home
Accesso / Registrazione
 di 

La quarta premonizione di IBM: 5 innovazioni che stravolgeranno le città!

innovazioni da IBM nelle città

IBM ha rivelato poche ore fa l’esistenza di un insieme di 5 imminenti cambiamenti che nei prossimi anni, tra i cinque o massimo dieci anni più precisamente, cambieranno nettamente lo stile di vita delle persone che vivono e lavorano nelle città distribuite in tutto il Mondo: vediamo dunque da vicino quali sono queste cinque innovazioni delle città da IBM dal potenziale così stravolgente e quali cambiamenti sono effettivamente in grado di apportare.

Il programma di previsione IBM

Il programma si chiama “next five in five” ed è giunto alla quarta edizione annuale: quest’anno si focalizza sulle città quindi la sigla starà per “le prossime cinque (innovazioni di IBM nelle città) nei prossimi cinque (anni)”.
Negli anni precedenti si erano analizzate situazioni e parametri più vicine all’individuo in quanto tale.
Secondo il portavoce di IBM, la scelta di concentrarsi sull’analisi delle città è dovuta al fatto che il mondo sta sperimentando un forte processo di urbanizzazione tanto che, secondo le statistiche dello scorso anno, la maggior parte della popolazione mondiale risiede proprio nelle città.

Le 5 Innovazioni annunciate da IBM

Nell’ordine queste sono le cinque innovazioni che, secondo IBM, cambieranno la nostra vita nelle città:

- Sistema immunitario più sano: intuitivamente all’aumento della popolazione corrisponde una maggiore diffusione di virus ma IBM prevede che gli scienziati saranno in grado di fornire alle amministrazioni gli strumenti necessari per prevedere quali virus si diffonderanno, e in quali zone, e quindi gli strumenti per debellarli. Da questa prospettiva è già in corso una collaborazione tra IBM e diverse compagnie internazionali operanti in campo sanitario.
- Autobus e automobili procederanno con i serbatoi vuoti: le macchine elettriche saranno dotate di batterie ricaricabili a lunga durata e nella città verranno disposte piazzole pubbliche di ricarica che utilizzeranno energia rinnovabile, come ad esempio quella eolica, contribuendo a ridurre notevolmente l’inquinamento.
- Sistemi perfezionati soddisferanno l’esigenza d’acqua e risparmio energetico: i futuri sistemi idrici permetteranno di ridurre notevolmente gli sprechi mentre gli innovativi sistemi fognari contribuiranno a purificare l’acqua rendendola potabile.
- Gli edifici risponderanno alle esigenze come organismi viventi: si abbandoneranno i sistemi autonomi di riscaldamento e simili e gli edifici verranno dotati di sensori per captare temperatura, umidità, illuminazione etc.. Questo garantirà ovviamente un notevole risparmio energetico. Il Dragon Hotel in Cina è uno dei primi esempi di edificio che ha optato per la tecnologia IBM per ottimizzare i consumi da questo punto di vista, nell’ottica appunto di creare un “edificio intelligente”.
- Le città sapranno rispondere ad un’urgenza, prima di ricevere la chiamata: tecnologie avanzate IBM permettono infatti di registrare dati in tempo reale e questo potrà essere applicato sia per combattere la criminalità che per prevenire calamità naturali.

Questa previsione di IBM sull’evoluzione delle città deriva da studi sull’andamento delle trasformazioni in corso e dall’applicabilità delle innovazioni tecnologiche di IBM stessa.
L’obiettivo è quello di ottimizzare le infrastrutture affinché possano far fronte alle esigenze della popolazione in continua crescita: è stato stimato che in media ogni anno 60 milioni di persone si spostano verso le città.
Non c’è che augurarsi con IBM che la tecnologia riesca davvero a rendere le città più vivibili per l’uomo e meno dannose per l’ambiente.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Ultimi Commenti