Home
Accesso / Registrazione
 di 

Radiocomando monolocale low cost 1

Radiocomando monolocale low cost

Il Radiocomando monolocale low cost consente di controllare a distanza, via radio, l’accensione e lo spegnimento di qualsiasi apparato elettrico nel modo più semplice ed economico. Il sistema (trasmettitore più ricevitore) lavora a 433,92 Mhz garantendo una portata di circa 100 metri. Comandare a distanza un apparato elettrico è da sempre un’affascinante applicazione dell'elettronica a radiofrequenza. Nel contempo, la realizzazione pratica di un radiocomando, spesso per il costo o per la difficoltà delle tarature, può spaventare anche l’hobbysta più volonteroso.

Ecco quindi un circuito che, sfruttando un modulo realizzato con tecnologia a montaggio superficiale (SMD) e un numero minimo di componenti, consente di realizzare un sistema radiocomandato (trasmettitore più ricevitore) nel modo più semplice e con un costo minimo del materiale. Il ricevitore implementa un modulo SMD (cod. BC-NB) di produzione Aurel che include oltre alla parte di ricezione radio, ovvero l’amplificatore in alta frequenza, il sintonizzatore e l’amplificatore in bassa frequenza, anche un comparatore in grado di fornire in uscita un segnale di tipo digitale (on-off). Come trasmettitore si potrà utilizzare un telecomando già pronto (cod. TX1C/433), realizzato sempre dall’Aurel in tecnologia SMD e di conseguenza caratterizzato da dimensioni particolarmente contenute.

Ovviamente, l’utilizzo nel nostro sistema di un telecomando in SMD e di un modulo ricevitore anch’esso in SMD, evita la necessità di disporre di costose apparecchiature di taratura e nel contempo riduce al minimo il tempo necessario per l’assemblaggio.

La portata del radiocomando, in condizioni di aria libera, è di circa 100 metri. Il nostro circuito può essere utilizzato per molteplici applicazioni e siamo sicuri che i lettori di Elettronica In, grazie alla loro illimitata fantasia, non faticheranno a trovare decine e decine di impieghi.

TRE DIVERSI MODI DI FUNZIONAMENTO

Entriamo perciò nel vivo dell’argomento descrivendo dettagliatamente il circuito del ricevitore che prevede tre diversi modi di funzionamento. Un primo modo, denominato impulsivo, consente di chiudere il relè del ricevitore premendo il pulsante del trasmettitore e di mantenere chiuso il relè finché il pulsante non venga rilasciato. Nel secondo modo di funzionamento, detto bistabile, il relè passa alternativamente da attivo a disattivo ogni volta che viene premuto il pulsante del trasmettitore. Infine, il terzo tipo di funzionamento (astabile) prevede l’attivazione del relè per un tempo prefissato indipendentemente dalla durata della pressione del pulsante. Quest’ultima funzione è utile nel caso in cui sia necessario disporre di un’uscita temporizzata: il tempo di attivazione non può essere troppo breve (per le limitazioni meccaniche nella velocità di commutazione del relè) e nemmeno eccessivo (per l’intrinseca semplicità della struttura circuitale scelta).

SCHEMA ELETTRICO DEL RICEVITORE

Lo schema elettrico del ricevitore è tanto semplice quanto efficace. Il circuito va alimentato con una tensione continua di 12 volt tra il morsetto “M2” (positivo) e il morsetto “M1” (massa), il diodo D4 evita il danneggiamento dei componenti nel caso di inversione della polarità della tensione di alimentazione. L’assorbimento del dispositivo è di pochi milliampère a riposo, mentre supera di poco i 50 milliampère quando il relè viene chiuso e conseguentemente il LED risulta acceso. La tensione di alimentazione viene filtrata dal condensatore elettrolitico C6 e dal condensatore multistrato C5.

Il kit è disponibile da Futura Elettronica

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 22 utenti e 71 visitatori collegati.

Ultimi Commenti