Home
Accesso / Registrazione
 di 

Radioterapia più veloce con l’acceleratore lineare TrueBeam

L'acceleratore lineare TrueBeam permette di somministrare la radioterapia risparmiando il 50% del tempo

L’acceleratore lineare TrueBeam, progettato dalla Varian Medical Systems, è una macchina in grado di produrre fasci di elettroni e di fotoni che vanno a colpire il tumore durante la radioterapia. Rispetto alle macchine precedenti, TrueBeam permette di svolgere la terapia nella metà del tempo, con una precisione maggiore, grazie ai sistemi di imaging in 4D che rilevano ogni minimo movimento del paziente.

Maggiore precisione con l’acceleratore lineare TrueBeam

Presentando l’acceleratore lineare TrueBeam, lo Stanford Cancer Center ha annunciato l’invenzione di una nuova macchina per le radiazioni che dovrebbe permettere ai pazienti malati di cancro di passare meno tempo ricevendo i trattamenti e più tempo a vivere la propria vita. Offrendo le radiazioni in modo più veloce, l'acceleratore lineare TrueBeam può abbreviare i tempi di trattamento individuale della metà rispetto ai trattamenti con macchine tradizionali.

I trattamenti con l’acceleratore lineare TrueBeam dovrebbero anche essere in grado di centrare con maggiore precisione i tumori, rispetto alle macchine precedenti. Questo anche grazie a un sistema di imaging 4D che cattura le immagini nel 60 per cento di tempo in meno. TrueBeam può colpire il tessuto tumorale con la precisione di meno di 1 millimetro contro 100.000 punti dati ogni 10 millisecondi.

L’acceleratore lineare TrueBeam è anche in grado di “vedere” i movimenti minuscoli causati dalla respirazione dei pazienti durante il trattamento. La macchina controlla i movimenti ed emette le radiazioni solo quando il tumore è in un certo intervallo di spazio.

Il significato di tutto questo è che la durata complessiva dei trattamenti potrebbe essere ridotta da diverse settimane a diversi giorni. Potrebbe anche significare che d’ora in avanti più tipi di cancro potrebbero essere trattati con le radiazioni. In precedenza, alcuni tumori nei tessuti altamente sensibili, come i polmoni, il fegato e i tessuti profondi non erano buoni candidati per la radioterapia, a causa del rischio di distruggere gli organi circostanti.

TrueBeam: il fiore all’occhiello della Varian Medical Systems

Lo Stanford Cancer Center riferisce di essere il primo centro sulla West Coast e il quinto nel mondo a offrire ai pazienti il trattamento con l’acceleratore lineare TrueBeam, progettato a Palo Alto, sede californiana della Varian Medical Systems. Il professor Urs Luetolf dell’University Hospital di Zurigo ha affermato: "Abbiamo curato più di 100 pazienti con il sistema TrueBeam che abbiamo introdotto sei mesi fa e, anche se è troppo presto per valutare i risultati, è chiaro che il sistema offre vantaggi in termini di velocità e di precisione”.

"Abbiamo preso tutto ciò che i medici ci dissero di volere per consentire trattamenti di nuova generazione, e abbiamo sfidato noi stessi per progettare una piattaforma completamente nuova di trattamento," ha detto Tim Guertin, presidente e amministratore delegato della Varian Medical Systems. "TrueBeam è il risultato di questi sforzi". TrueBeam utilizza un sistema di controllo completamente riprogettato e una moltitudine di innovazioni tecniche per sincronizzare in modo dinamico le immagini, il posizionamento del paziente, la gestione del movimento, e la somministrazione del trattamento. "Abbiamo anche dato a TrueBeam un bel design elegante, ma è quello che c'è “sotto le coperte” che rende questo sistema speciale".

L’acceleratore lineare TrueBeam è fino al 50 per cento più veloce, somministrando la terapia fino a 2400 unità monitor al minuto, e ha il doppio della potenza massima rispetto alle macchine precedenti, ed è uno dei sistemi di leader del settore Varian.

La radiochirurgia che richiedeva in genere da 40 minuti a un'ora, può ora essere completata in soli 5-20 minuti. "Quando abbiamo introdotto la radioterapia con RapidArc, siamo stati entusiasti di vedere il trattamento fatto in circa due minuti," ha detto Guertin. "Con TrueBeam, i trattamenti di RapidArc possono ora essere completati in circa un minuto."

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di mirko de michele

trattamento con true beam

domanda. si può fare questa terapia dopo la stereotassica?

ritratto di Alex Bonacina

La nuova macchina truebeam

La nuova macchina truebeam potrebbe curare anche il mesotellioma pleurico?
Attualmente mia mamma sta finendo il terzo ciclo di chemioterapia.
Rimanendo in attesa ringrazio.
Alex Bonacina
cell 329/4378265

ritratto di Emanuele

Truebeam >> Terapia stereotassica e mesotellioma pleurico

Commento in risposta sia @Alex Bonacina che @mirko de michele

Il blog Elettronica Open Source si occupa di progettazione e elettronica e tecnologia. Non abbiamo nessuna competenza in ambito medico, dove degli specialisti, delle malattie o terapie indicate, sono i professionisti piu adatti a rispondere alle vostre domande.

La categoria Elettromedicali e Radiologia, che vi invito a continuare a seguire, si pone solo il modesto obiettivo di tenere aggiornati i progettisti elettronici (ma anche operatori del settore) sulle nuove tecnologie disponibili. Sui nuovi componenti e sulle nuove soluzioni tecniche che compongono strumenti medicali.

Tali novità tecnologiche DEVONO essere sottoposte poi al vostro medico specialista curante, che saprà valutare e rispondere, con competenza alle vostre domande.

In bocca al lupo per le vostre vicende!

ritratto di TrueDott

Truebeam

La sperimentazione scientifica per il Truebeam è finita, ma ci sono abbastanza dati per approvarla per una diffusione di massa?
E inoltre, quanto ci vorrà per averla nei nostri ospedali italiani?

ritratto di Giorgio C.

L’acceleratore lineare TrueBeam

Dove è in funzione il Italia ed eventualmente in Europa?

ritratto di AnonimoAnonimo

AIUTO PER FAVORE.

AIUTATEMI PER FAVORE. **** A MIO FRATELLO GLI HANNO DIAGNOSTICATO UN CANCRO AL POLMONE E ALL'ESOFAGO, LUI HA 45 ANNI, ***. IO NON VOGLIO ARRENDERMI VOGLIO E DEVO AIUTARLO, SOFFRO TANTO E SONO QUELLO CHE DEVE DARE CORAGGIO A TUTTA LA FAMIGLIA ESSENDO ANCHE IL PIU' PICCOLO. AL GEMELLI DI ROMA, DOVE STA ATTUALMENTE RICOVERATO, A GENNAIO VOGLIONO INIZIARE LA TERAPIA, CON LA RADIOTERAPIA X POI ANDARE AVANTI. IO VORREI VENIRE SU A MILANO CON I RISULTATI DELLA TAC, BRONCOSCOPIA, GASTROSCOPIA. VORREI UN CONSULTO MEDICO DA PARTE VOSTRA, MAGARI LA TERAPIA CON L'ACCELLERATORE LINEARE TRUEBEAM, POTREBBE DARE UNA MANO AD ALLEVIARE LE SUE SOFFERENZE, DA QUANTO LETTO EFFICACE. VI CHIEDO UMILMENTE AIUTO, X FAVORE RISPONDETEMI AL PIU' PRESTO. NELL'ATTESA DI UN VOSTRO RISCONTRO VI INVIO I MIE CORDIALI SALUTI. ****

19DIC2010

ritratto di Emanuele

Truebeam

Caro Anonimo,
mi dispiace molto per quello che stai passando, dal tono del tuo messaggio si capisce bene la disperazione.

Ma questo è un blog tecnico, specifico sulla elettronica e sulla tecnologia, non abbiamo nulla a che vedere con la medicina, se non la possibilità di presentare prodotti o nuove tecnologie.

Non siamo assolutamente in grado di dare pareri medici, siamo tecnici, non dottori.

L'unica cosa che posso fare è suggerirti di avvalerti del parere dei medici che sicuramente stanno seguendo tuo fratello, sicuramente chiedere consulti ad altri medici, magari anche documentandoti online sulle tecnologie disponibili, come ad esempio il Truebeam, ma sempre poi, parlane con i medici specializzati in materia.

Non ti arrendere, continua a cercare soluzioni, credo sia il modo migliore di sfogare la tua sofferenza, ma fallo senza ansia, consapevole del fatto che siete già in buone mani, basta pensare che, ad esempio, personaggi importanti come il Papa, che possono avvalersi dei migliori specialisti a livello mondiale, quando hanno problemi di salute, vengono ricoverati proprio al Gemelli.

In bocca al lupo e... forza!

ritratto di AnonimoAnonimo

Ciao Emanuele, mi sono reso

Ciao Emanuele, mi sono reso conto che il commento può essere letto da tutti...gentilmente potresti cancellarlo anche dal motore di ricerca? per la privacy..aspetto tue notizie...grazie

ritratto di Emanuele

Commenti e privacy

I commenti inseriti, sono ovviamete letti da tutti. Sono appunto commenti ed il loro scopo principale è quello di sviluppare una conversazione, che può essere di aiuto ai lettori.

Quindi, come da tua richiesta, elimino le parti fondamentali del commento, mantenendo però la struttura e quindi la privacy richiesta, ma allo stesso tempo essere comunque di aiuto a chi, dovesse avere sfortunatamente esperienze simili.

Fammi sapere se i tagli apportati sono sufficienti. Grazie.

Un abbraccio
Emanuele

ritratto di ermanno

diffusione vergognosa del truebeam

Ma perchè un macchinario che puo' realmente curare il tumore ha una diffusione così bassa?Mi pare assurdo!Per il costo?No questa spiegazione non regge,è una metodologia rapidissima che non richiede a differenza della chemio,per esempio,ricovero ospedaliero facendo quindi risparmiare alla sanita' centinaia di milioni di euro.

Veramente rimango a bocca aperta...stupefatto,dovrebbero avercelo in dotazione quasi tutti gli ospedali.

ritratto di sebastiano1

Ipertermia profonda a radiofrequenza nella cura dei tumori

Forse pochi sanno che da parecchi anni e con ottimi risultati nel controllo della malattia, è possibile curare i tumori innalzandone la temperatura con la radiofrequenza. Purtroppo la terapia è ancora poco diffusa in Italia, pur essendo riconosciuta dal ministero della sanità tra i livelli minimi di assistenza.

Ancora ben pochi ospedali hanno la macchina in grado di operare con efficacia. La metodica è invece molto diffusa in Francia ed in Germania. Sperando aver segnalato una cosa utile a tutti anche se fuori tema. Maggiori informazioni possono essere trovate sul sito www.ipertermiaitalia.it

ritratto di Alessandro Gennaro

INFORMAZIONE

Buona sera, purtroppo mia nonna ha un tumore al seno. Da molti anni sta combattendo per sconfiggere questa malattia infatti oggi si ritrova senza un seno, senza una costola e senza 1/3 di polmone ma ancora con la forza di combattere. Da pochi mesi oltre a questo intervento compreso anche di svuotamento ascellare gli è stato asportato,dopo tutte le operazioni, un altro piccolo nodulo di pochi mm questo significa che ci sono ancora delle radici all'interno che producono questi noduli. Io volevo farla andare a Rozzano alla clinica Hmanitas per vedere se è possibile fare un controllo con la nuova macchina Treuebeam che ne dite è il caso?? può fare al caso nostro??
Grazie!

ritratto di Emanuele

Caro Alessandro

Caro Alessandro,
noi ci occupiamo di elettronica e tecnologia, solo un medico può darti le risposte che cerchi. Leggi sopra le risposte già date.....

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 27 utenti e 83 visitatori collegati.

Ultimi Commenti