Home
Accesso / Registrazione
 di 

Recensione Mouse Mionix Naos 5000

mouse mionix naos 5000

Questo articolo vuole essere una presentazione tecnica il più possibile completa del mouse Mionix Naos 5000 partendo dalla definizione e dalla scelta del nome e dalle caratteristiche esteriori per arrivare poi ad un test di natura tecnica che ne metta in luce le potenzialità nell’utilizzo anche in confronto alle prestazioni di modelli di mouse concorrenti.

Mouse Mionix Naos 5000

Partiamo allora proprio dal nome di questo mouse: Naos è la stella più brillante della Via Lattea, Naos Zeta Puppis, lontana all’incirca un migliaio di anni luce dalla Terra. E’ chiaro già dal nome che le ambizioni del produttore svedese che ha progettato questo piccolo strumento tecnologico erano molto alte. Il mouse misura 130.84 x 84.72 x 38.67 mm per un peso di 158 grammi, cavo incluso.

Esteriormente il design appare straordinariamente ergonomico: studiato per la mano destra presenta nicchie per il pollice, il mignolo e l’anulare in modo che la mano riposi perfettamente sul mouse. Si tratta quindi di un modello progettato appositamente per essere accessibile a tutte e 5 le dita. Ancora una volta dunque l’azienda svedese conferma la sua attenzione per il tema del comfort e la comodità di utilizzo. La superficie è inoltre completamente rivestita in gomma antiscivolo.

Sopra tali nicchie ci sono i comuni tasti di indietro e avanti e tre led per indicare l’impostazione dpi. La rotella dello scrolling è in parte trasparente. Il sensore, di tipo laser, offre una risoluzione di 5040 dpi. La tonalità dell’illuminazione del mouse può essere selezionata tra 24 opzioni tramite l’apposito software. Il mouse è inoltre customizzabile nel peso grazie ad un sistema perfezionato per aggiungere pesi aggiuntivi fino a 40 grammi distribuendoli però tra l’area destra e quella sinistra in modo da potersi adattare in maniera ottimale ai diversi stili di gioco. Le macro impostabili sono diverse e liberamente personalizzabili.

le impostazioni del mouse Naos 5000

Il software e il manuale di istruzioni vanno scaricate dal sito della Mionix. La configurazione del mouse è comunque molto semplice. Il punto forte del software è il SQAT (Surface Quality Analyzer Tool): si tratta di uno strumento davvero utile e in grado di misurare la qualità di monitoraggio della superficie del mouse pad.

Tutti e sette i tasti del mouse sono programmabili. Appare evidente che si tratti di uno strumento da gioco per alte performance e ad elevata precisione ma anche i dettagli estetici, di comfort e di design, sono molto curati. Tramite il software è possibile impostare tre livelli di dpi intercambiali per tre livelli di precisione on the fly.

Punti di forza e punti deboli

Tra gli aspetti più notevoli di questo particolare mouse segnaliamo dunque riassumendo:
- design ergonomico
- 24 varianti di luminosità
- alto livello di sensitività di 5040 dpi
- sistema di bilanciamento del peso

Le uniche pecche individuabili sono probabilmente la mancanza di un modello ideato per i mancini e di scroller orizzontale. Il mouse è in vendita in Italia a circa 75 euro.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 3 utenti e 30 visitatori collegati.

Ultimi Commenti