Home
Accesso / Registrazione
 di 

Review4U ICD2 MPLAB PIC Programmer

Review4U ICD2 MPLAB PIC Programmer

Questa settimana offriamo, in cambio della revisione, ICD2 MPLAB un real-time debugger e programmer per i microcontrollori PIC ed i DSC dsPIC della Microchip.

Ritorniamo con Review4U dopo una settimana di latitanza, ma siamo assenti giustificati, abbiamo migrato il server su una struttura Cloud (praticamente ..sulle nuvole). In cambio di qualche ritardo, sicuramente vi sarete accorti di una velocità di caricamento delle pagine web quasi dimezzata!
Ma veniamo alla nostra board, programmatore di pic e debugger in circuit. ICD2.

Lo starterkit offerto è la versione DV164007 disponibile da Farnell e con un valore commerciale di 158 euro! Microchip ICD2 in vendita da Farnell. Se scrivete la recensione è vostro, a costo zero.

Microchip ICD2

Utilizzando la tecnologia di Microchip In-Circuit Debug, possono essere scaricati dei programmi, eseguiti in tempo reale ed esaminati in dettaglio con le funzioni di debug dell'MPLAB. ICD2 MPLAB può essere utilizzato anche come programmatore per i microcontrollori supportati.

Il segreto dell' "In Circuit Debugging" sono due linee di hardware dedicato (i pin del microcontrollore sono utilizzati solo durante la modalità di debug) che controllano l'ICSP (In Circuit Serial Programming) del dispositivo e, successivamente, il firmware on-chip.

Le caratteristiche del debug ICD 2 sono nel microcontrollore ed attivate programmando il codice di debug nel processore. ICD 2 MPLAB richiede un minimo di linee guida da seguire per garantire comunicazioni stabili tra l'unità e l'obiettivo.

ICD 2 MPLAB - caratteristiche

  • USB (2M bits/s) e interfaccia RS-232
  • Debugging in real time
  • MPLAB IDE GUI (copia gratuita inclusa)
  • Firmware aggiornabile da PC
  • Supporto bassa tensione a 2,0 volt. (Range 2,0-6,0)
  • LED di diagnosi (Power, Occupato, Errore)
  • Spazio di memoria Lettura/Scrittura e spazio EEDATA

L'ICD 2 MPLAB si collega utilizzando l'USB o l'RS232 tra il PC dell'ingegnere con l'IDE MPLAB e la scheda da sviluppare. Agisce come un'interfaccia intelligente tra i due, permettendo all'ingegnere di guardare nel microcontrollore, visualizzando le variabili ed i registri.

L'ICD2 MPLAB può essere utilizzato per programmare o riprogrammare il microcontrollore Flash.

Se la scheda ti interessa, lascia un commento qui di seguito specificando come intendi applicarla o per quali future applicazioni pensi di utilizzarla. La disponibilità della scheda è solo di 1 unità, quindi affrettati!

Prima leggi il regolamento del programma Review4U e se hai domande sul regolamento, lascia un commento... nella pagina del regolamento!

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di MrRipple

MPLAB ICD2

Salve a tutti,
da qualche anno a questa parte mi occupo anche di progettazione e sviluppo hardware/software di schede elettroniche embedded popolate spesso con microcontrollori prodotti dalla microhip per gli scopi più disparati... dal semplice datalogger RS232, all'altimetro barometrico, dal controllo di motori di piccole potenze a schede per il controllo di sistemi dinamici di varia tipologia.

Attualmente stiamo sviluppando un prototipo di imbarcazione (1 metro di lunghezza) dove verrà inserita una interfaccia di basso livello per il comando dei propulsori e la lettura di alcuni sensori basata su PIC24.

Potrei effettuare una recensione di questo prodotto sulla base della mia esperienza passata e dei prossimi giorni.

-----------------------------------------------------------------------------------

ritratto di Ifrit_Prog

MPLAB ICD2

Salve a tutti
Sono uno studente di Ing. Elettronica presso l'Università Politecnica delle Marche con sede ad Ancona.
Provengo dala scuola media secondaria superiore I.T.I.S-E.majorana di Termoli, presso l'indirizzo di formazione da Capotecnico Perito in Elettronica e Telecomunicazioni.

Durante il mio corso distudi ho sviluppato discrete conoscenze con il linguaggio di programmazione Assembler usando come dispositivo il datato Z80.

La recensione che vorrei fare verte sui livelli basilasi di tale dispositivo, ovvero essendo un noob nel campo dei PICmicro vorrei presentare quali problematiche possono verificarsi a chi si avvicina a questo mondo.
Oltre l'analisi appena destritta testerei il dispositivo con tutti i sistempi operativi in mio possesso [Linux Ubuntu, Linux Kubuntu, Window XP, Window Vista, Window 7, e Snow Leopard se un mio conoscente mi presta il MAC] per costatare quali problematiche possono verificarsi con l'installazione/configurazione di tale dispositivo nei vai O.S.
In fine vorrei stilare un resoconto dei vantaggi/svantaggi che porta a disporre di un dispositivo simile relazionato alla semplicita' di creazione di circuiti(cio' relazionato a chi studia elettronica, indi facendo riferimento a sintesi di circuiti che non si conoscerebbero se tutti usassero PICmicro, come circuiti che fanno il prodotto, la differenza, la radice, etc... etc...).

Ovviamente so di non essere fra i candicati premier piu' favoriti, ma in qualsiasi caso spero che un articolo per newbie possa ancora interessare queste pagine ^^

see you

ritratto di Roberto_Guerra

MPLAB ICD2

Buonasera,
sono uno studente in Ingegneria Elettronica presso la Università degli Studi di Padova, in possesso di Laurea triennale in Ingegneria Elettronica.
Ho una discreta familiarità con i microcontrollori PIC di Microchip: 16F, 18F, 24F, 24H e dsPIC33, in quanto sono stati oggetto di miei numerosi esperimenti e progetti. Tra i più importanti cito il mio lavoro di Tesi di Laurea triennale: "Realizzazione di un gateway TCP/IP - ZigBee, IEEE-1451 compliant, su sistema a microcontrollore a 16 bit" (consultabile al link http://tesi.cab.unipd.it/25118).

La recensione che potrei fare circa il programmatore di cui in oggetto sarebbe incentrata sulle potenzialità dello stesso, una fra tutte la possibilità di poter programmare il microcontrollore senza la necessità di doverlo rimuovere dal circuito (in quanto In-Circuit-Debugger), descrivendo le differenze con programmatori non ICD; nonché potrei effettuare un'analisi del debug finalizzata a monitorare ognuna delle aree di memoria del microcontrollore: RAM, Special Funcion Registers, FLASH (di programmazione), EEPROM.

RingraziandoVi per l'opportunità e fiducioso in un positivo riscontro, l'occasione mi è gradita per porgerVi cordiali saluti.

Roberto Guerra

ritratto di Alex87ai

MPLAB ICD2

Buonasera,
sono uno studente iscritto al secondo anno specialistica in Ingegneria Elettronica presso l'Univerisità degli Studi di Parma.
Dispongo di un'ottima conoscenza sui microcontrollori PIC poichè, oltre ad essere stati oggetto della mia tesi triennale (Sviluppo su piattaforma dsPIC33 del firmware di controllo per un inveter fotovoltaico grid connected doppia stringa con relativo algoritmo MPPT ad alta efficienza), sono anche stati i primi dispositvi effettivamente programmabili con cui ho avuto a che fare sin dai tempi dell'I.T.I.S. Naturalmente, non si può citare, in termini professionali, la sigla PIC se non si conoscono a prescindere i tool e l'hardware di sviluppo messi a disposizione dalla casa madre. In particolare l'ICD (In Circuit Debugger) rappresenta l'utile strumento con il quale un ingegnere, ma anche un semplice hobbista, dovrebbe sin da subito prendere familiarità date le potenzialità offerte appunto in temrini di debug del codice. Il realtime monitoring delle locazioni di memoria programma, della memoria RAM, l'interazione diretta con i registri SFR e la visione delle locazioni della memoria EEPROM, nonchè la possibilità di impostare breckpoint che agiscono non solo a livello programma ma anche a livello hardware fanno dell'ICD lo strumento principale per una programmazione professionale dei microcontrollori PIC. Ovviamente, non bisogna trascurare l'evidente vantaggio di programmare il microcontrollore direttamente su scheda (vantaggio che diventa un'esigenza se si pensa a package di tipo SMT).
Nella mia recensione, oltre ad esporre con maggiore dettaglio caratteristiche e vantaggi dell'utilizzo dell'ICD2, andrò ad evidenziare, a mo' di piccolo tutorial, le possibili analisi e i relativi risultati che si possono estrarre in debug fatto con ICD (praticamente il debug in ambiente MPLAB).
Concludo dicendo che ora come ora mi ritrovo ad aver collezionato una serie di progetti da me realizzati con dispositivi PIC micro. Finora ho sempre adoperato l'ICD2 messo a disposizione dall'università ma converrete con me che disporre di strumenti propri concede sicuramente un grado di libertà in più. Il mio prossimo obiettivo sarà quello di iniziare ad estendere le mie conoscenze alla famiglia PIC32 a 32bit ed entrare nel mondo dei RTOS (RealTime Operative System), in particolare cercare di adoperare uCLinux su tale famiglia di microcontrollori.

A questo punto non posso che ringraziarvi per le opportunità che concedete tramite Review4U e in attesa di un responso vi porgo i miei più Cordiali Saluti.

ritratto di Francesco Maioli

RTOS

Ciao,
sono il responsabile dello sviluppo di una piccola azienza che lavora nel campo del solare e della termoidraulica.
ti interesserebbe sviluppare le tue competenze in campo di RTOS? stiamo partendo con un progetto su arm STM32 su cui vorremo utilizzare FreeRTOS.
Questa attività potrebbe rientrare nell'ambito di uno stage anche retribuito.

di nuovo ciao

ritratto di Stefano Tondi

Tesi di laurea

Per pura curiosita' hobbistica sarei curioso di vedere come hai implementato l'algoritmo di MPPT, e' disponibile una versione online della tua tesi?

ritratto di Emanuele

MPLAB ICD2

Salve a tutti, vi ringrazio della partecipazione e , piu siete, e più ovviamente questo da soddisfazione all'iniziativa Review4U.
Ma allo stesso tempo poi, mi dispiace (parlo da progettista elettronico) veramente non poter soddisfare tutti.
Uno solo "vince" la revisione con relativo ICD2 ma gli altri?

Bene, mi attivo subito per trovare una soluzione che accontenti tutti (o quasi)

Promesso (!)

ritratto di digikawa

mplad icd

Il testdrive che immagino prevede l'utilizzo di strumenti in ambiente LINUX per la realizzazione di alcuni piccoli test, per esempio dell'uso dei bus i2c e spi e sull'elaborazione di segnali analogici.
Il ciclo di analisi prevede la gestione del software, la compilazione, la programmazione ed il debug con strumenti opernsource, magari mettendo in comparazione i medesimo con quelli ufficiali sia in esecuzione nativa che in esecuzione tramite wine. Saranno nei vari esempi utilizzate caratteristiche come i breakpoint hardware, per il testing del codice al fine di riprodurre un normale ciclo di scrtittura di un firware.

Complimenti per l'iniziativa!

ritratto di Hardelettrosoft

Info ICD2

Salve, ottima iniziativa, vi ho trovato cercando demoboard per Arm.. buono il pic per iniziare.... segnalo che icd2 ha seri problemi con la serie 32 (per certo con il modello 32mx440 su cui abbiamo avuto problemi, con altri modelli può andare o meno.. ), la stessa microchip ci ha segnalato che non è garantito che funzioni con la serie 32 e nel caso bisogna comprarsi icd3 o il PICkit3. . . segnalo che con la serie 10,12, 16 e 18 in molti anni di utilizzo non abbiamo mai avuto problemi con nessun micro, ne abbiamo usati una sfilza di modelli differenti.. buona programmazione a tutti ;)

ritratto di Emanuele

Regolamento Review4U aggiornato

Ho aggiornato il regolamento:
http://it.emcelettronica.com/regolamento-review4u-recensioni-vs-demoboards#comment-6416

In pratica dovete solo registrarvi (solo per chi non lo avesse già fatto).

Inoltre vi comunico che oltre all'ICD2 completo di cui sopra, sarà assegnato anche un ICD2 in versione bulk (senza cavi e confezione).
Dunque, ci saranno 2 vincitori.

ritratto di fra83

MPLAB ICD2

Buongiorno a tutti, sono un giovane laureato in ing. elettronica presso il Politecnico di Torino, il mondo universitario, almeno a Torino dedica parecchio tempo allo sviluppo su FPGA mentre per quanto riguarda i microcontrollori le esperienze sono veramente limitate. A titolo personale mi sono appassionato al mondo Microchip e ho realizzato semplici progetti come una mood lamp utilizzando un programmatore autocostruito. Recentemente ho scoperto Proteus e le sue potenzialità nel debug, molti di voi lo sapranno ma è possibile debuggare iprotocolli i2c, SPI e seriale. La mia relazione ha lo scopo di sviscerare tutte le possibili potenzialità del PIC16F84A che è l'ideale per chi inizia per poi passare al 16F877 che completa con ADC, PWM e SSP l'esperienza base di chi si avvicina ai PIC. Come progetto finale presenterei un orologio con display LCD e con l'uso di un RTC che comunica via i2C, inoltre ne farei un confronto con la simulazione e il debug in Proteus.

In futuro avendo la possibilità di avere l'ICD2 si potrebbe pensare di utilizzare dispositivi wireless sui quali ad oggi non ho alcuna esperienza.

Complimenti per l'iniziativa e Buon uso dell'ICD2 a chiunque se lo aggiudichi.
Francesco

ritratto di FabioA

ICD2

Salve sono un Ing.Elettronico che lavora nell'ambito del segnalamento ferroviario. Utilizzerei l'ICD2 in un progetto per il controllo automatico del collaudo in camera climatica di relè in sicurezza intrinseca.
Un saluto a tutti.
Fabio

ritratto di Marco Fantini

MPLAB ICD2

Sono un giovane Ing. Robotico che si occupa di progettazione hardware e software di sistemi embedded.
Ho avuto il piacere di sperimentare i pic durante un assegno di ricerca.

Nella piccola azienda per per cui lavoro, prettamente metalmeccanica, che si occupa della parte elettrica delle macchine movimento terra (macchine agricole, escavatori, asfaltatrici, perforazione) come responsabile tecnico ho voluto introdurre i pic della serie 18F con BUS CAN per proporre al cliente oltre al solito cablaggio, qualche servizio in più. Attualmente (è da 1 anno che lavoro per questa azienda) si è arrivati ad introdurre un sistema distributo per macchine agricole operante su bus CAN 2.0B (per ora proprietario anche se sono orientato per un protocollo J1939 o ISOBUS, solo mi manca tempo e maggiori competenze software) che ha permesso non solo di ridurre il cablaggio, ma anche di offrire diversi sistemi a bordo della macchina: display grafico LCD in cui viene eseguita una diagnostica della macchina, temperatura, umidità, ore di lavoro, sistemi GPS per diagnosi terreno, radio mp3 (sempre realizzata con i PIC), invio e ricezione comandi da cellulare, etc..

Diciamo che dopo un anno il lavoro è aumentato e le richieste che ci chiedono i clienti a volte non si riescono a soddisfare proprio perchè mancano i mezzi come un programmatore che mi permetterebbe di realizzare al meglio il debug dei miei sistemi. Attualmente uso ancora delle schede per programmare i pic che mi ero fatto io inizialmente per risparmiare, ma più di tanto non riesco a fare. E più aumenta la complessità e più vedo che è difficile andare avanti senza i mezzi adeguati.

Un programmatore come l'ICD2 ci aiuterebbe tanto a fare un ulteriore salto di qualità per l'elettronica dei mezzi agricoli che qui nel ferrarese rappresentano il lavoro principale. Con un buon programmatore real-time lo sviluppo futuro verterà su una migliore diagnostica (eventualmente con telecamere) del terreno agricolo. Il tutto sempre realizzato con PIC.

ritratto di daniele.ferraresi84

HEXAPOD ROVER

Ciao a tutti.
Mi sono laureato da poco laureato alla specialistica di ingegneria aerospaziale, all'università di Bologna. Essendo un appassionato di robotica, come tesi ho realizzato un rover esapode per l'esplorazione planetario.
La tesi ha avuto come obiettivo la realizzazione di un sistema che permetta ad un rover esapode di localizzare e raggiungere un target, definito nella forma e nel colore. In questa trattazione, il target scelto è stato una palla rossa. Per realizzare ciò, si è dotato il rover di una vista stereoscopica attraverso due telecamere montate su un piccolo braccio meccanico capace di ruotare in due differenti direzioni. Si è quindi implementato un software che permettesse al rover di trovare ed identicare la palla rossa, calcolare la distanza da essa, ed in ultimo che fosse capace di dirigere il rover verso il punto trovato. Il controllo sulla direzione del rover è stato effettuato periodicamente, e si basa su nuove misurazioni. Il rover si ferma quando arriva ad una distanza fissata dal target.
Di seguito riporto i link dei video realizzati postati su youtube:
http://www.youtube.com/watch?v=Ax_FH54OmDQ
http://www.youtube.com/watch?v=6atDXOoD5Rs

Ho utilizzato quindi per più di un anno il programmatore della Microchip, e l'ho trovato molto pratico e di facile utilizzo, con potenzialità enormi.
Ora come ora sto progettando un robot-tosaerba che sia capace autonomamente di tagliare il prato, a costi molto inferiori a quelli commercializzati ora e con una logica ottimizzata di navigazione, utilizzando sempre i PIC della Microchip.

Spero di aver illustrato quanto sia appassionato di PIC, e di conseguenza l'esperienza maturata nella loro programmazione attraverso MPLAB ICD2.

Complimenti per l'iniziativa! Bravi!

Al prossimo progetto.

Daniele

ritratto di Marco Pellerino

Info su tagliaerba

Ciao!
Ho letto che stai progettando un robot-tosaerba; è un progetto che avevo pensato anche io di sviluppare, ma non mi ci sono ancora dedicato per il poco tempo disponibile. Possiamo sentirci in PM così magari ci scambiamo qualche info più dettagliata? Grazie! Marco

ritratto di Marco Pellerino

Info su tagliaerba

Dimenticavo... mpsh at tiscali punto it

ritratto di Emanuele

FORUM

Vi invito ad utilizzare il FORUM
http://it.emcelettronica.com/forum

Nella giusta sezione (Nuove idee o progetti da sviluppare)
per poter approfondire.

Inoltre per comunicare (se non volete rendere pubblica la vostra email)
avete a disposizione il modulo CONTACT raggiungibile dal Profilo dell'Utente che volete contattare.
http://it.emcelettronica.com/user
(deve essere attivato in MODIFICA)

ritratto di francesco palladino

IDC2

Ciao a tutti , in particolare allo studente dell'ITIS di Termoli, anche io provengo da quella scuola come Perito elettronico; dopo una esperienza industriale di diversi anni(l'azienda poi ha fallito....) ho ripreso gli studi e mi sto laureando in ing elettrica.Fortemente appassionato del mondo PIC micro, con una mia idea applicativa del PIC32( in valutazione brevetto), ho deciso di partecipare ad una business plan competition (Start Cup), arrivando primo nella mia regione ed il 3 dicembre sicuramente parteciperò PNI (premio nazionale innovazione).

Un saluto a tutti

ritratto di Elektrol

Ciao Francesco, vorrei

Ciao Francesco, vorrei chiederti se hai utilizzato lo starter kit pic32 della microchip ed in particolare se hai utilizzato la comunicazione ethernet.
Grazie

ritratto di digikawa

PIC ethernet

Ciao uso lo stack tcp/ip della microchip da qualche tempo... se serve contattami digikawa at g m a i l punto com

ritratto di Pertile

MPLAB ICD2

Salve,
sono Luca.
Insegno elettronica in una scuola superiore.

Uso questo programmatore regolarmente con gli allievi per varie esercitazioni.
Ho pubblicato diversi articoli per la rivista Fare Elettronica, tra cui un orologio-termometro con display a 7 segmenti che utilizzava il Pic16F84.
Collaboro mensilmente con il mensile Elektor.

Credo di riuscire a fare un articolo con una recensione interessante per questo prodotto che uso ormai da diverso tempo.
Cordialmente,
Luca

ritratto di Emanuele

Vincitori ICD2 Microchip

Salve a tutti, è piu di 30 minuti che leggo e rileggo i vostri commenti.
Sono dei post veramente interessanti, sia come idee che come skill.
Ho analizzato piu volte uno per uno i vostri commenti e.... non riesco a decidere.
Scegliere uno piuttosto che un altro mi farebbe communque sentire in colpa, del punto di vista da progettista elettronico.

Allora mi sono detto, vai a sensazione, chi ti ha colpito di piu (senza dimenticare gli altri):

Alex87 (vince un ICD2 completo)

daniele.ferraresi84 (vince un ICD2 bulk)

Ma non finisce qui:

anche gli altri partecipanti sono invitati a contattarmi in privato su info at emcelettronica punto com per potenziali collaborazioni relative a quanto espresso nel commento.

Grazie a tutti della gioia che mi avete dato confermandomi l'alto livello di qualità dei visitatori del blog!

A domani con la nuova board di Review4U

ritratto di daniele.ferraresi84

UAU

Ti ringrazio moltissimo. Sono molto onorato di esser uno dei vincitori. Preparerò un'ottima recensione. Ti chiedo solo delucidazioni per fornirti i dati della spedizione.
Grazie ancora.

Cordiali saluti.

ritratto di Alex87ai

Grazie mille!!

Nooooooo...non ci credo!! Sicuramente non deluderò la fiducia che avete riposto in me e nella mia recensione che pubblicherò in tempi brevi. Sono troppo contento! Finalmente potrò avere un ICD2 personale con il quale sviluppare e approfondire i miei progetti.
Rinnovo anche io la richiesta di delucidazioni circa l'invio dei dati per la spedizione, anche se mi pare di aver capito che dovrò contattavi in privato sull'email riportata nel messaggio al quale sto rispondendo. Se così fosse, allora mi basta giusto una conferma e provvederò a mandare i miei dati il prima possibile.

Vi ringrazio ancora di cuore, non solo da parte mia ma di tutti i progettisti elettronici che con la vostra iniziativa hanno la possibilità di potersi affacciare su vasti campi dell'elettronica che spesso, per quanto affascinanti possano apparire, tendono ad essere poco esplorati a causa della mancanza di strumenti giusti. Ci sono tante idee che si possono proporre e condividere, ma metterle in pratica e tutt'altra soddisfazione e voi con Review4U avete centrato in pieno le esigenze dei progettisti.

In attesa di una risposta riguardo il quesito sulla spedizione, vi rinnovo i miei più cordiali saluti.

Complimenti ancora per l'iniziativa.

ritratto di Emanuele

ICD2

@daniele.ferraresi84
contattato

@Alex87
Messaggi come il tuo ci ripagano di tutti gli sforzi fatti :)
scrivici il tuo indirizzo a
info at emcelettronica punto com

@ tutti gli altri
Forza ragazzi, ecco la nuova board (sempre Microchip)
http://it.emcelettronica.com/review4u-picdemnet-2-della-microchip

Inoltre sto contattando alcuni di voi per collaborazioni dirette, come promesso ;)

ritratto di Emanuele

Recensione ICD2

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Ultimi Commenti