Home
Accesso / Registrazione
 di 

Ricetrasmettitore digitale 433 MHz - 1

Ricetrasmettitore digitale 433 MHz

Sono da poco disponibili i nuovi moduli RTX Aurel quarzati: vediamo come si usano con questo esempio applicativo che consente di leggere a distanza la temperatura rilevata da alcuni sensori remoti attivati mediante chiamata selettiva. Della Aurel, nota Casa produttrice di moduli SMD per radiocomando, siamo stati abituati a vedere i vari trasmettitori e ricevitori sia semplici che quarzati, a 300 e 433 MHz: moduli distinti, da montare in dispositivi di vario genere, ad esempio in unità trasmittenti fisse e/o portatili e riceventi fisse, per allarmi, telecomando, ecc.

Da qualche tempo è disponibile un nuovo modulo ibrido che si distingue dagli altri perché realizza un completo ricetrasmettitore radio quarzato operante a 433,92 MHz: si tratta di un’evoluzione dell’RTX a 300 MHz prodotto dalla stessa Aurel da qualche anno. Questo nuovo modulo, progettato appositamente per l’impiego in comunicazioni seriali via radio (RTX di dati a standard RS232-C) comprende un trasmettitore ed un ricevitore quarzato funzionanti entrambi a 433,92 MHz, operanti uno alla volta e collegati alla stessa antenna che ovviamente viene utilizzata una volta dal TX ed una dall’RX.

Normalmente è operativo il ricevitore che viene bloccato quando viene abilitato il trasmettitore: per abilitare quest’ultimo occorre portare a livello logico alto (+5V) il piedino di ingresso dei dati (TX) allorché, in un tempo tipico di 100 millisecondi, si disattiva il ricevitore e si può procedere alla trasmissione.

E’ evidente che per tornare a ricevere occorre riportare a livello basso l’ingresso dei dati, ponendo quindi a livello basso il relativo piedino. In tal caso è possibile prelevare dall’uscita dati il segnale captato e demodulato dal ricevitore. L’utilizzo della frequenza internazionale di radiocomando e l’impiego di circuiti quarzati fanno del modulo RTX a 433 MHz un prodotto destinato ad applicazioni professionali, quale ad esempio quella che vi descriviamo in queste pagine, realizzata in collaborazione con la ditta Futura Elettronica: in questo caso la ricetrasmissione dati, l’RS232C e tutti gli annessi e connessi c’entrano ben poco, perché si tratta di un sistema per leggere a distanza la temperatura (o un’altra grandezza) rilevata da uno o più sensori remoti.

ricetrasmettitore_digitale_schema_blocchi_modulo_controllo

In pratica vi proponiamo un vero e proprio sistema di telemetria, che permette di conoscere a distanza la situazione letta da un sensore che, interrogato via radio dalla centrale di acquisizione, risponde comunicandole (ancora via radio) la sua lettura. Per realizzare il sistema abbiamo trovato pratico l’utilizzo del modulo Aurel, perché ci permette di inviare una chiamata selettiva sotto forma di codice digitale, e di ricevere l’informazione relativa alla temperatura anche se questa giunge in forma analogica: infatti, con un accorgimento che vedremo analizzando le unità centrale e periferica, ci è possibile trasmettere una grandezza analogica pur utilizzando impulsi digitali del formato 0/5 volt.

Per capire come funziona il tutto cominciamo a considerare come è composto il sistema, definendo le unità che lo compongono: abbiamo una centrale, che è quella che presiede al funzionamento e che provvede ad effettuare la chiamata di una o più periferiche (fino ad un massimo di 4) ricevendo e indicando la lettura su uno strumento a lancetta; c’è quindi la periferica, che sollecitata dalla centrale, provvede ad inviare a quest’ultima il risultato della lettura effettuata dal proprio sensore di temperatura.

Il kit è disponibile da Futura Elettronica

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 5 utenti e 66 visitatori collegati.

Ultimi Commenti