Home
Accesso / Registrazione
 di 

Ricetrasmettitore digitale 433 MHz - 3

Ricetrasmettitore digitale 433 MHz

In pratica il modulo irradia i 433,92 MHz ogni volta che il suo piedino 2 viene tenuto a +5V e si blocca quando lo stesso viene messo a 0 volt. Il codice viene bloccato rilasciando il pulsante di chiamata, allorché il pin 13 dell’U6 torna ad assumere l’uno logico, l’uscita della U6a torna a zero e blocca ad 1 quella della U6b e a zero quella della U6c: in tal caso il modulo RTX smette di trasmettere e passa in ricezione.

Vediamo adesso l’unità periferica in modo da capire cosa avviene in essa e quindi cosa accade di conseguenza nel modulo di controllo: l’unità periferica (modulo remoto) dispone anch’essa della stessa parte radio montata sul modulo di controllo, e resta inerte fino all’arrivo del codice che la identifica. Il modulo RTX U8 è normalmente in ricezione, perché il monostabile formato dalle NAND U6c e U6d ha normalmente l’uscita a livello alto e T1 è saturato, cosicché il collettore di quest’ultimo è a livello basso e l’uscita della U6a sta a 1 logico e mantiene a zero l’ingresso dati (pin 2) dell’RTX. Il LED LD1, stando illuminato (è alimentato dal collettore del T1) indica la condizione di quiete del modulo remoto, cioè indica che questo è pronto a ricevere una chiamata.

modulo_remoto_schema_elettrico

Il modulo riceve e demodula quindi tutti i segnali radio a 433 e rotti MHz, compreso quello inviato dal modulo centrale: se questo segnale è codificato secondo quanto impostato sui dip-switch DS1 e DS2 (quest’ultimo permette di impostare il numero del modulo: 1, 2, 3, 4) l’integrato U7 (che è il solito MM53200 disposto a funzionare come decoder: si noti infatti che il piedino di selezione del modo di funzionamento, cioè il 15, è stavolta a 0 logico) attiva la propria uscita, piedino 17, portandola a livello basso finché è presente il codice valido all’ingresso.

In pratica, se sull’unità base si preme il tasto P1 il modulo periferico si attiva solo se gli switch del DS2 sono tutti e due aperti (piedini 11 e 12 a livello alto, come sull’U8 della base quando è premuto P1).

L’attivazione dell’uscita dell’integrato MM53200 eccita il monostabile formato da U6c e U6d, facendo commutare da 1 a zero logico il piedino 3 di quest’ultima; tale piedino resterà a zero logico per circa 20 secondi, giusto il tempo che occorre a C19 per ricaricarsi facendo tornare a zero gli ingressi della U6d e quindi a 1 logico la sua uscita. In tutto questo tempo T1 resta interdetto e il LED si spegne; la NAND U6a si trova un ingresso ad 1 logico, perciò la condizione della sua uscita dipende strettamente da quella assunta dal piedino 13. Ora va notato il particolare collegamento del sensore, nonché il tipo di segnale da esso prodotto e reso disponibile.

modulo_remoto_montaggio

L’unità periferica dispone di un sensore di temperatura, realizzato dall’integrato LM35Z, il noto sensore termico a 3 piedini della National Semiconductors che fornisce in uscita una tensione continua il cui valore è direttamente proporzionale a quello della temperatura dell’ambiente in cui si lavora: esattamente 10 mV per ogni grado centigrado. Poiché le due unità comunicano via radio e i moduli RTX possono scambiarsi solo segnali di tipo on/off, per poter trasmettere una grandezza che ha più di due valori (è il caso della temperatura, rappresentata da una tensione che varia in analogia con essa) occorre convertirla in impulsi del tipo on/off, che vanno d’accordo con il sistema RTX radio Aurel da noi usato.

Il kit è disponibile da Futura Elettronica

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di nicovecc

catalogo e prwzzi kit e scatole montaggio

salve.vorrei ricevere a casa catalogo e prwzzi kit e scatole montaggio
vecchiet nicolo vvia molino a vebto,77-34137 Trieste
grazie

ritratto di nicovecc

indirizzo inesistente

indirizzo inesistente

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 2 utenti e 43 visitatori collegati.

Ultimi Commenti