Home
Accesso / Registrazione
 di 

Ricevitori Gnss: un’auto raggiungerà la velocità del suono grazie al ricevitore GNSS

Topcon_WorldsFastest_Board1_lo.jpg

Le applicazioni dei ricevitori GNSS sono molteplici. Un team sta tentando di rompere la barriera del suono per superare il record di velocità su terra, grazie all’aiuto di un ricevitore GNSS.

Un team guidato da Seattle, la zona aerospaziale di Washington e diversi esperti di computer stanno tentando di rompere la barriera del suono per superare il record mondiale di velocità su terra di 763 miglia all'ora. E stanno utilizzando la tecnologia dei ricevitori GNSS per farlo.

The North American Eagle è un Lockheed F-104 Starfighter - il primo US Air Force Mach Fighter II che prestò servizio dal 1958 fino al 1967 - su ruote. La squadra di 44 volontari che supportano la North American Eagle Supersonic Land Challenger spera di rompere il muro di 800 km / h entro l’estate 2010. La prossima prova dell’ Eagle è in programma questo mese (novembre 2009) nel Black Rock Desert, a nord di Gerlach, Nevada.

La raccolta dei dati, attraverso un ricevitore Topcon GNSS

Al fine di garantire che il veicolo funzioni nel modo più efficiente e sicuro possibile, la squadra sta raccogliendo i dati relativi alle prestazioni da numerosi sensori montati sul corpo della vettura. Questi dati sono incociati con la posizione, la velocità e il tempo (PVT), forniti da un ricevitore Topcon GNSS a doppia frequenza.
Keith Zanghi, co-proprietario della vettura, e Ed Shadle, co-proprietario dell'auto, driver e manager del team che lavora sul progetto, hanno iniziato la conversione di un Lockheed F-104 Starfighter in una macchina supersonica nel 1998.

Implementazioni e prestazioni del ricevitore GNSS

Analizzare l'impatto della velocità e del suono sulla macchina richiede un enorme quantità di dati. Wallace ottiene i dati da due distinti sistemi di informazione: un sistema di acquisizione dati e un ricevitore GNSS. Una doppia frequenza, una antenna a doppia costellazione Topcon PG- A1 e un ricevitore Euro 160T OEM, tutti allocati dietro la cabina di guida, raccolgono venti volte al secondo i segnali di posizionamento dai satelliti GPS e dal russo GLONASS. Wallace dice che i segnali sono stati catturati da un totale di 14 satelliti alla volta.
Il costruttore dice che l'antenna è progettata per le applicazioni robuste, il che la rende adatta per l'alta velocità della vettura e le vibrazioni. L'antenna, e una stazione base che si trova sulla pista, ricevono simultaneamente i segnali di posizionamento satellitare, e forniscono in tempo reale informazioni sulla posizione cinematica (RTK), rivelando la posizione tridimensionale della vettura.
Una scheda di controllo mobile Euro 160T, che Topcon Positioning Systems ha donato al progetto, è montata all'interno del veicolo.

Un ricevitore GB-1000 dual-constellation è posizionato vicino alla pista di prova per la raccolta di dati di riferimento statici. Le funzioni di bordo possono sopportare temperature che vanno dai meno 40 gradi C° (104 ° F) ai 75 gradi C° (167 ° F). Una compact “flash” card, secondo il team, può essere utilizzata per trasferire dati da parte del computer di bordo, che ha una capacità complessiva di un gigabyte, ad un personal computer.
Il sistema di acquisizione dati è capace di riceverli da ben 70 sensori, montati su alcuni componenti strategici della macchina.

Infine, si confrontano i dati del ricevitore GNSS su computer

I dati vengono raccolti a bordo, dopo una corsa di prova, scaricando i dati sul computer di bordo e utilizzando il software Topcon per correlare il tempo e i dati relativi all'ubicazione. Poi si esportano i dati in un foglio di calcolo Microsoft Excel. Ogni riga di dati nel foglio di calcolo rivela l'intervallo che la vettura impiega per raggiungere una serie di coordinate cartesiane3-D (come quelle ottenute dal ricevitore GNSS). Il tempo trascorso è convertito in miglia all'ora per ogni dimensione e quindi i dati vengono uniti in "tre-velocità vettore" che mostrano la direzione della vettura e la velocità. Wallace può utilizzare i dati per generare grafici che illustrano l'accelerazione le performance dell’auto.

Nell'autunno del 2009, tutti i sistemi sono stati provati e la macchina è stata messa a punto per la prossima prova runat Black Rock Desert. Il team spera di superare i 500 mph nel corso della prova, per poi tentare di raggiungere il record l'anno prossimo. Il percorso di prova si terrà il prossimo 28 novembre: vedremo come andrà a finire.

Repost: 14 Nov 2009

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ultimi Commenti