Home
Accesso / Registrazione
 di 

Rilevatore di gas con autodiagnosi - 1

Rilevatore di gas con autodiagnosi

Grazie all’impiego di un nuovissimo modulo pretarato basato su un sensore ad ossido metallico, permette di rilevare la presenza nell’ambiente di concentrazioni pericolose di metano o altri gas domestici. L’allarme, segnalato mediante un led, provoca l’attivazione permanente di un relè nonché la trasmissione in RS232-C di un messaggio contenente le indicazioni del rilevatore leggibili su Personal Computer.

Il gas combustibile è molto utilizzato ovunque in quanto rappresenta una fonte di energia particolarmente pulita (brucia lasciando poche scorie aeriformi), si trasporta e si tiene abbastanza comodamente in bombole di vario genere, e può essere usato anche dove i combustibili liquidi sono sconsigliabili. Oggi lo troviamo in quasi tutte le case, nelle fabbriche, e ovunque serva poter produrre calore o comunque energia senza ricorrere alla corrente elettrica.

L’elevata diffusione del gas e degli impianti che lo utilizzano comporta sicuramente molti vantaggi ma anche una serie di problematiche, soprattutto riguardanti la sicurezza di cucine, scaldabagno e caldaie a gas usati nelle abitazioni: eh sì, perché se è vero che il metano è più comodo ed ecologico è certamente molto più pericoloso di altri combustibili solidi e liquidi, e della corrente elettrica con la quale spesso costituisce un insieme davvero esplosivo; basti pensare ad una fuga di gas in un locale e a cosa accadrebbe se entrandovi si accendesse la luce oppure se scattasse, ad esempio, il contatto di un timer elettromeccanico!

Per garantire sicurezza ai sempre più numerosi impianti a gas, sopratutto quelli di riscaldamento (che via-via rimpiazzano quelli centralizzati a gasolio anche nei condomini di città) sono state fatte numerose campagne di sensibilizzazione riguardanti i pericoli del gas e si incentiva in ogni modo il controllo periodico e la revisione di cucine, scaldabagno e caldaie murali, che devono essere eseguiti da personale specializzato ed autorizzato (il “terzo responsabile”, a norma del D.P.R. 412 del 26.08.1993).

Ma a volte anche il più rigoroso controllo non basta e perciò è sempre consigliabile installare nei locali degli avvisatori in grado di rilevare l’eccessiva presenza di gas nell’aria, ad esempio nelle cucine delle case, di bar e ristoranti, nonché nei locali caldaia dei fabbricati a riscaldamento centralizzato a metano o comunque nelle abitazioni in prossimità della caldaia murale. Per accontentare quei lettori che vogliono procedere in tal senso abbiamo preparato e pubblichiamo in questo articolo un rivelatore intelligente in grado di dare l’allarme qualora si addensino eccessive quantità di gas nei locali in cui viene installato.

Il dispositivo può rilevare la presenza dei gas più comuni, cioè di quelli distribuiti dalle reti pubbliche (Metano, Gas di città), dalle autobotti per i serbatoi delle case fuori rete (tipicamente GPL, ovvero Gas di Petrolio Liquefatti) nonché di quelli contenuti nelle bombole per abitazioni e campeggio (Butano, Propano). Oltre ai gas combustibili, cioé quelli usati per fornelli e caldaie, il sensore può rilevare la presenza di altri composti gassosi ugualmente pericolosi in quanto tossici quali ad esempio i solventi come la Trielina.

Il dispositivo utilizza un segnalatore formato da tre diodi luminosi, uno dei quali (il verde) segnala il normale funzionamento, uno (il giallo) indica un’eventuale anomalia nel sensore di gas o nel resto del circuito, ed il terzo (rosso) segnala la condizione di allarme dovuta al superamento della concentrazione pericolosa.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 1 utente e 34 visitatori collegati.

Utenti online

Ultimi Commenti