Home
Accesso / Registrazione
 di 

Il Robot Militare Talon

Robot Talon

La Società QinetiQ fornisce i Robot Talon al Ministero della Difesa Britannico. La distribuzione ha avuto inizio dal mese di aprile 2010 in Afghanistan, ma è stata annunciata solo recentemente. Si tratta di un Robot di ultima generazione in grado di contribuire a contrastare la minaccia rappresentata dai dispositivi esplosivi “Improvised Explosive Devices - IED” e dalle mine.

Il valore del Robot è di 180 milioni di Sterline pari a 272 Milioni di Dollari. Il Progetto è stato sviluppato e rilasciato da Società Britanniche e comprende ulteriori Robot tra cui il “Mastiff Protected Patrol Vehicle”, il “Buffalo Mine Protected Vehicle”, il “JCB High Mobility Engineer Excavator” e il “T-Hawk Micro Air Vehicle”. Nell’acquisto è compresa anche la la formazione ed i ricambi.

"Siamo lieti che i nostri robot Talon stiano contribuendo a salvare vite umane", ha dichiarato Neville Salkeld, Dirigente della “QinetiQ UK Technology Solutions Group”. Neville ha anche evidenziato che i Robot Talon sono già stati utilizzati dalle forze americane, con oltre 3000 unità e che un’unità danneggiata può essere resa operativa anche nel giro di poche ore.

Uno dei loro impieghi sarà anche quello di proteggere la consegna delle forniture presso le Basi Operative, come ha dichiarato Patrick Beazley capo della “Combat Wheels Group”. Il Robot è stato progettato di modo da poter essere facilmente programmato per l’impiego in una vasta gamma di missioni.

Il Robot Talon è ora parte di una vasta gamma di strumenti, tecniche e tattiche che contribuiscono a limitare il rischio IED per le Forze Militari.

Fonte RoboticsTrends.com

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 3 utenti e 32 visitatori collegati.

Ultimi Commenti