La Romania punta sull’eolico

Eolico

Anche la Romania si affaccia nel mercato della produzione di energie alternative e inizia la sua attività con la creazioni di siti per la produzione di energia eolica. A Fantanele, sulle rive del Mar Nero, saranno installate 139 turbine e altre 101 sono destinate ad altro sito. Le unità di energia eolica che sorgeranno in Romania e che inizieranno a produrre energia elettrica già dall’anno prossimo, possono diventare le più grandi in Europa.
Il responsabile del progetto, Ondrej Safar, ha dichiarato che ad oggi, funzionano già 21 turbine, collegate una ad una con la rete elettrica nazionale. Ogni sito è gestito da una società elettrica ceca, e ha una capacità di 2,5 megawatt. La centrale eolica sarà completata entro la fine del 2011, con una capacità che arriva a 600 megawatt, per un costo totale di 1,1 miliardi di euro (1,45 miliardi di dollari).

La Romania attualmente produce appena 14 megawatt di energia eolica, mentre il suo potenziale potrebbe arrivare a 14.000 megawatt, secondo diversi studi. Oltre al progetto messo in opera dalla società ceca, la spagnola Iberdrola ha reso pubblici dei piani per costruire la più grande centrale eolica onshore del mondo, e lo farà proprio nel sud est della Romania. Il progetto è di raggiungere 1.600 megawatt di energia pulita e dovrebbe essere pronta nel 2017.

Altri gruppi importanti come Petrom Romania (OMV) e in Italia Enel, prevedono di investire nella produzione di energia eolica in questo paese che ad oggi sembra dimostrare eccezionali opportunità di sviluppo di centrali per l’energia rinnovabile grazie alla conformazione del territorio. (da Physorg)

4 Comments

  1. mirko.zago 15 luglio 2010
  2. Francesco1971 16 luglio 2010
  3. Edi82 Edi82 16 luglio 2010
  4. Elektrik Girl 15 luglio 2010

Leave a Reply