Home
Accesso / Registrazione
 di 

RTX dati per PC - 4

RTX dati per PC

Quando il piedino 8 dell’ibrido commuta ed assume il livello basso (zero volt), T1 viene lasciato interdire, e la resistenza R1 lascia scorrere corrente dal positivo di alimentazione (+3V) alla basetta dell’altro transistor (T2) che va in saturazione ponendo il proprio collettore a circa il potenziale di massa: ora va notato che, essendo la linea GND del circuito in realtà a -12V della seriale, il canale RXD (piedino 3 del connettore DB-25) si trova a poco più di tale valore.

Si noti pure che i 12V positivi con i quali funziona l’interfaccia sono ricavati anch’essi unendo i segnali dei piedini 6, 8, 20 del connettore seriale, ovvero rispettivamente da DSR (Data Set Ready) DCD (Data Carrier Detected) e DTR (Data Terminal Ready) tutti posti a livello alto a riposo grazie al piedino 6.

Andiamo adesso alla parte di ingresso, ovvero al canale di trasmissione dati della seriale, per vedere come è stato fatto l’adattamento: in pratica non c’è molto da dire, perché sono stati usati un diodo per tagliare le tensioni eccedenti i 3 volt al piedino 1, ed una resistenza per limitare la corrente che scorre dal TXD allo stesso pin.


Quando dal computer arriva il livello logico zero (+12V) il diodo mette praticamente in cortocircuito l’ingresso dati con il positivo di alimentazione limitando a poco più di 3 volt (3+0,6V, che è la caduta sul D1) la tensione applicata al DIn (pin 1); la resistenza R3 limita la corrente che scorre dal TXD al +V. In presenza dello stato 1, a cui corrispondono -12V, non accade nulla, perché l’1N4148 resta interdetto e l’ingresso di controllo del modulo ibrido riconosce il livello TTL basso.

Bene, detto questo non c’è altro da aggiungere se non che il circuito, semplicissimo e decisamente piccolo, viene fatto funzionare con due pile a stilo da 1,5 volt, montate su di esso grazie ad un portapile adatto allo scopo; i punti indicati con RX, TX, ecc. si collegano con un cavo a più fili ai rispettivi contatti di un connettore DB-25 femmina che andrà poi innestato nel maschio della seriale del computer: notate che i numeri indicati a fianco di ogni segnale sono i corrispondenti piedini del connettore.

Per fare le cose per bene abbiamo tuttavia previsto di montare sulla basetta un connettore DB-25 femmina a cui poi collegare un cavo di prolunga seriale RS232-C per effettuare la connessione con la COM1 o la COM2 del PC.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 4 utenti e 45 visitatori collegati.

Ultimi Commenti