Home
Accesso / Registrazione
 di 

RTX dati per PC - 6

RTX dati per PC

Il software in questione permette l’utilizzo dell’interfaccia seriale di qualunque Personal Computer IBM o compatibile; funziona sotto MS-DOS o comunque sotto Windows usato in prompt del DOS, ed è stato concepito in maniera modulare per permetterne l’inserimento in altri programmi più complessi.

Rispetto al software pubblicato in occasione della presentazione dell’RTX data realizzato con i moduli Aurel, in quello proposto questo mese è stato aggiunto al comando “OPEN” il parametro “rs” per indicare al sottosistema del basic di non gestire il segnale di controllo “RTS”.

Tale segnale viene quindi lasciato nello stato di riposo e utilizzato dall’hardware come fonte di alimentazione negativa. La sezione principale del software definisce alcune variabili comunemente utilizzate nelle procedure di trasmissione e ricezione; il modulo principale rimane quindi in attesa che venga premuto un tasto della tastiera del PC, e contemporaneamente verifica l’eventuale arrivo di messaggi sulla porta seriale.

I tasti attualmente gestiti dal modulo principale sono l’ESC e l’F1; premendo quest’ultimo il programma richiama la funzione “sendstring()” la quale effettuerà la trasmissione dei dati secondo uno specifico protocollo di rilevamento e correzione degli errori. In dettaglio, la funzione “sendstring()” elabora il messaggio utente e prima di inviarlo gli aggiunge all’inizio un carattere speciale di “inizio messaggio” (STX$, ovvero Start TX) ed alla fine due caratteri di checksum (controllo di parità) ed uno di “fine messaggio” (ETX$, ovvero End of TX).

Una volta inviato il messaggio così composto la funzione rimarrà in attesa del messaggio remoto (cioè in arrivo dall’unità che ha ricevuto la stringa) di “avvenuta ricezione” (ACK$). Se il tentativo di trasmissione non dovesse andare a buon fine per qualsiasi problema (interferenze radio o elettriche, eccessiva distanza tra i due apparati) la funzione “sendstring()” tenterà nuovamente di inviare il messaggio per un numero di volte definibile dall’utente tramite la variabile “retry=x” (x rappresenta il numero di tentativi) in fase di impostazione, ovvero di scrittura del programma listato. La funzione “sendstring()” terminerà comunque riportando un valore 0 se la trasmissione è avvenuta correttamente, oppure se anche dopo i vari tentativi impostati ed eseguiti la stessa non è andata a buon fine.

Quanto alla ricezione dei messaggi in arrivo, la procedura che se ne occupa è denominata “Ricez”, e viene invocata automaticamente al sopraggiungere di un qualsiasi carattere presente sul canale dati RXD della porta seriale. Per un utilizzo più completo del modulo RTX-Dati, è necessario disporre di un programma che oltre a permettere uno scambio di messaggi, permetta anche di trasferire dei dati, come file o altro ancora.

Per questo abbiamo realizzato, come per il precedente progetto, un software adatto che permetta tutto ciò, programma che è disponibile su dischetto presso la ditta Futura Elettronica

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 28 utenti e 82 visitatori collegati.

Ultimi Commenti