Sagem Orga presenta sim-fi: la prima carta sim con supporto wi-fi

Sim Fi

Sagem Orga Sim-fi, la nuova sim card con tecnologia wireless. Dopo telefoni e stampanti wi-fi ecco le schede per i cellulari. Un’innovazione firmata Sagem Orga che permette la connettività ad altri dispositivi nelle vicinanze: pc, console ed altri dotati di wi-fi. Dall’unione di una sim-card ed un chip wi-fi ecco che lo smartphone si trasformerà in un hot-spot tascabile.

La sim card con funzioni wlan

Sagem Orga Sim-Fi, la carta con tecnologia wi-fi incorporata. Una innovazione apportata da Sagem Orga, che ha così trovato il modo di collegare la tecnologia wireless direttamente sulla simcard che si inserisce nei cellulari, smartphone, notebook ed altri dispositivi. Progettata in collaborazione con Telefonica (una dei leader delle compagnie telefoniche nel mondo), la nuova Simfi, può trasformarsi in un hotspot tascabile. Il mercato della banda larga mobile si espande sempre più ed arriva, dunque, sino ad inserire in una comunissima sim card la connettività wlan. Gli esperti in smartcard delle due aziende hanno descritto la loro novità nel corso del Mobile World Congressdi Barcellona tenutosi a metà febbraio nella città catalana.

Il sistema si basa sull’utilizzo di una sim per cellulari come un hotspot autenticando gli utenti su reti High Speed Packet Access (HSPA). L’innovazione renderà possibile la connessione dal computer usando il cellulare come modem e soprattutto utile per condividere la stessa connessione con altri computer.

La stessa Sagem ha affermato che la sim-fi può essere inserita in qualsiasi dispositivo e funzionare come router hspa/wifi universale. La diffusione di hotspot per la condivisione della connessione mobile non è una novità, è già stata sperimentata da Vodafone e H3G con il MiFi.

Cosa sarà possibile fare con la simfi

Con questa innovativa sim con la tecnologia 3G si potrà offrire la connettività ad altri dispositivi nelle vicinanze come computer, console o altri dispositivi portatili. L’idea è ambiziosa, ma purtroppo fa a pugni con la situazione delle infrastrutture e con le politiche di molti operatori mobili. Con il segnale wi-fi generato direttamente dalla sim, non ci sarà bisogno di usare il bluetooth, né di cercare soluzioni creative a malfunzionamenti e limiti imposti dai produttori dei terminali. Disponendo di un adeguato piano dati, è possibile ritrasmettere il segnale wifi ai terminali vicini (senza che ognuno usi diverse connessioni), acconsentendo di trasformare in sostanza qualsiasi telefono in un hot spot wi-fi accessibile da notebook e dispositivi portatili semplicemente autenticandosi. Gli operatori mobili, da tempo sono alla ricerca di soluzioni per limitare il traffico dati, spaventati dagli effetti della diffusione di smartphone e dispositivi nuovi come l’iPad della Apple. L’idea è molto interessante, anche se la sim non è ancora compatibile con l’hardware attuale a causa delle sue dimensioni maggiori rispetto alla classiche sim per cellulari e smartphone. Queste le sue dimensioni: 25 x 15 x 0,76 millimetri, sarà necessaria la collaborazione delle case costruttrici per poter diffondere questa nuova interessante tecnologia. Non resta, dunque, che attendere l’immissione sul mercato di questo nuovo dispositivo ed attendere la risposta da parte dei consumatori.

STAMPA     Tags:

Leave a Reply