Sakura: un Arduino che viene dal Giappone

Sakura_board

Arriva dal Giappone la scheda Arduino più potente al mondo: Sakura. Dotata del potente processore Renesas RX63N a 32bit e 96MHz di clock, FPU, Ethernet, USB host, microSD sbaraglia i rivali senza problemi. Potente e facile da usare prossimamente nei vostri laboratori.

Tempo fa, navigando sul sito Renesas fui attirato da un annuncio in cui, rispondendo ad un questionario, si poteva vincere una demoboard. Non me lo feci dire due volte e riempii subito il questionario.

Passarono diversi mesi, tanto che di quel questionario mi ero completamente dimenticato, e mi vidi recapitare un piccolo pacchetto dal Giappone. Subito mi chiesi chi mi poteva spedire qualcosa dal Giappone. Conteneva una scatola grande quanto un pacchetto di sigarette. La aprii e vidi Sakura.

Questa scheda mi colpii subito. Aveva qualcosa di familiare. Ma certo! Arduino! Ha gli stessi connettori di Arduino! E poi tutta rosa, veramente carina! Mi piacque subito. In realtà sembra la fotocopia della Netduino plus 2 ma più carina. Nella scatola ho anche trovato un connettore USB tipo A da saldare alla scheda ed un (micro) foglietto illustrativo con le istruzioni per cominciare.

Come nasce Sakura

Partiamo dal nome: il Sakura () che in giapponese significa ciliegio, è il simbolo del Giappone. Il suo fiore, la sua delicatezza, la brevità della sua esistenza sono per i giapponesi il simbolo della fragilità, ma anche della rinascita, della bellezza dell'esistenza. Come avete avuto modo di notare sulla scatola è presente il fiore del ciliegio stilizzato.

Tutto comincia al Japan's Embedded Technology 2011 Trade Show a Novembre 2011. Il successo di Arduino in Giappone stava dando noia a qualcuno. In realtà Renesas si è sempre focalizzata sull'industriale perdendo completamente di vista il settore hobbistico. Fu così che nacque il Gadget Renesas Project di cui Sakura fa parte (leggi l'intera storia).

L'idea è venuta ad Atsuhiko Kogure della Wakamatsu Tsusho Co. ltd un grande magazzino di elettronica nel distretto di Akiba. Tale distretto di Tokyo, conosciuto anche come Akihabara Electric Town, è stato famoso negli anni '80 per i suoi negozi di elettronica ed accessori high-tech. Adesso è uno dei quartieri più eccentrici e trasgressivi della capitale. Non è un caso che nel team figuri anche Sion, una cameriera del Akihabara Maid Café, una caffetteria dove le ragazze indossano divise da cameriera in stile vittoriano, con pizzi, merletti e l'immancabile grembiule.

Caratteristiche (特性)

Sakura è la più potente scheda Arduino in commercio:

  • Microcontroller RX63N(R5F563NBDDFP)
  • Operating Voltage 3.3V
  • Clock Speed 96MHz
  • RAM 128KB
  • Flash Memory 1MB
  • Floating Point Unit
  • Package LFQFP100 14x14mm
  • Digital I/O Pins: 55
  • Analog Input Pins: 16 x 12bit ADC
  • 4 Led blu SMD
  • RJ-45 LAN* 10/100 Mbps
  • 5V DC-Jack* alimentazione (nel caso di non utilizzare l'USB)
  • USB mini-B (default) per la connessione al PC e la programmazione
  • USB Host tipo A (da saldare)*
  • alloggio per scheda micro-SD*
  • predisposto per collegare direttamente una scheda Xbee
  • connettore JTAG (non montato)
  • Connettori compatibili Arduino
  • Altri connettori (non montati) che consentono di utilizzare altri 40 pin del processore

Viene fornita in versione full o in versione standard senza i connettori con l'asterisco*.
Viene prodotta per Renesas dalla Wakamatsu Tsusho Co.ltd.

Hajime! (!)

Cioè in giapponese: Cominciamo! Per prima cosa procuratevi un cavo mini-USB. Connettete il cavo alla scheda ed al vostro computer. I 4 led blu presenti sulla scheda si metteranno a lampeggiare tutti insieme. Premete il tasto rosso SW1 (reset). I led si spengono e il vostro computer riconosce un dispositivo sulla porta USB.

Viene installato un disco chiamato GR-SAKURA che contiene un solo documento HTML al suo interno. A questo punto i led stanno accesi fissi.

Su questo disco è presente un solo file che è soltanto un link ad alla pagina HTML http://sakuraboard.net che però è in giapponese. Se non sapete il giapponese vi consiglio di cliccare in alto a destra su English.

Questa pagina spiega in modo dettagliato tutti i passi per accedere al Web Compiler e compilare il vostro primo progetto. Si, perché non avete bisogno di installare nulla, tutto il processo di compilazione viene fatto sul web!

Cliccando sul link http://tool-cloud.renesas.com/ appare questa finestra che in pratica ci dice che i nostri progetti saranno cancellati quando usciamo dal browser. Per renderli permanenti dovremo registrarci. Non ci resta che cliccare su Accept.

Adesso ci chiede di scegliere il modello (project template) da utilizzare per il progetto. Naturalmente prenderemo GR-SAKURA_Sketch. Diamo un nome al progetto (nel mio caso Prova_Sakura) e clicckiamo su Create.

Vi appare una pagina chiamata Renesas Web Compiler ovvero un ambiente dove ci sono alcuni files predefiniti in stile Arduino ed un programma che semplicemente fa accendere e spegnere i led in sequenza. Clicchiamo su Build per compilare il progetto.

Bene, la compilazione è avvenuta con successo ed è stata creata una coppia di nuovi files: makefile e sketch.bin, che è l'eseguibile vero e proprio. Cliccando con il tasto destro su questo file si può salvare il file sul computer. Selezioniamo il disco GR-SAKURA e salviamo direttamente lì dentro. Appena dopo il salvataggio vediamo che la scheda si resetta e magicamente il programma parte e vediamo i led accendersi in sequenza. Fantastico !!!

Registrazione (記録)

I files che creiamo, e anche l'intero progetto, sono salvabili sul nostro PC per riutilizzarli più avanti, ma la cosa migliore è registrarci in modo da avere un ambiente che viene salvato ed a cui possiamo accedere da qualunque altro dispositivo ed in qualunque posto, che comodità !!!
Per registrarci dobbiamo accedere alla pagina di MyRenesas.

Cliccare su New user ? Click here to register now

Cliccare sul pulsante English accanto a Europe/Middle East/Africa

Riempiamo i campi con il nostro nome, cognome ed indirizzo email (2 volte) e clicckiamo su Submit. A questo punto riceverete una email con un link per confermare. Cliccando sul link vi apparirà un'ulteriore form da riempire con i vostri dati personali.

 

Cliccate quindi su Submit in fondo alla pagina

Adesso potete inserire la vostra password e selezionare le vostre sottoscrizioni. Bene ora per ritornare al Web Compiler cliccate qui

Cliccate adesso su Login

Inserite la vostra email e la password e cliccate adesso su Submit e, dopo la richiesta di accettare le condizioni di fornitura, vi apparirà finalmente il vostro ambiente di lavoro.

Dopo essersi registrato si ha accesso ad una serie di librerie che consentono l'accesso alla eeprom, l'interfaccia ethernet, la SD/MMC card (il connettore si trova sul retro della schede), l'interfaccia seriale SPI e l'USB host (connettore da saldare provvisto con la scheda).

Sono presenti anche dei driver per servo motori, motori stepper e display a cristalli liquidi. In pratica non manca proprio niente.

Conclusioni (結論)

Devo dire che lavorare con questa scheda mi ha proprio divertito. Finalmente Renesas ha capito come rendere un sistema di sviluppo facile e divertente da utilizzare. L'uso di un compilatore web è fantastico e consente anche di essere multipiattaforma e di poter accedere ai propri files da qualunque posto e con qualsiasi dispositivo. Con questa scheda ci si può veramente sbizzarrire, non ci sono problemi di memoria o di capacità di calcolo. Fra le applicazioni create dagli utenti possiamo annoverare un server Web, un sistema di guida per un elicottero, un piccolo robot.

Quello che mi ha colpito di più comunque è stato la partecipazione dei bambini giapponesi. Nelle foto spesso appaiono piccoli progetti fatti proprio da loro.
Ora tocca a Voi, Sakura si può trovare in versione Standard o Full alla RS Components al prezzo rispettivamente di € 33,68 e € 45,22, un prezzo competitivo rispetto alla concorrenza Arduino compatibile.

STAMPA     Tags:,

28 Comments

  1. Piero Boccadoro Piero Boccadoro 30 agosto 2013
  2. Emanuele 30 agosto 2013
  3. alberto cuffaro 30 agosto 2013
  4. Piero Boccadoro Piero Boccadoro 30 agosto 2013
  5. alberto cuffaro 30 agosto 2013
  6. IvanScordato Ivan Scordato 30 agosto 2013
  7. Emanuele 30 agosto 2013
  8. slovati 30 agosto 2013
  9. s.prischich 30 agosto 2013
  10. Piero Boccadoro Piero Boccadoro 31 agosto 2013
  11. Stefano Panichi 1 settembre 2013
  12. Stefano Panichi 1 settembre 2013
  13. Stefano Panichi 1 settembre 2013
  14. Piero Boccadoro Piero Boccadoro 1 settembre 2013
  15. avalle 3 settembre 2013
  16. Stefano Panichi 3 settembre 2013
  17. avalle 4 settembre 2013
  18. Stefano Panichi 5 settembre 2013
  19. Stefano Panichi 5 settembre 2013
  20. avalle 5 settembre 2013
  21. Stefano Panichi 7 settembre 2013
  22. paolo.barbuti 9 settembre 2013
  23. Stefano Panichi 10 settembre 2013
  24. avalle 10 settembre 2013
  25. SimSim 10 settembre 2013
  26. Stefano Panichi 10 settembre 2013

Leave a Reply