Home
Accesso / Registrazione
 di 

Scritte scorrevoli con orologio - 3

Scritte scorrevoli con orologio

In entrambi i casi l’aggiornamento dei contatori viene “salvato” in RAM e l’ora viene modificata sul display in un tempo brevissimo. Vediamo ora come avviene la visualizzazione del messaggio, messaggio che a differenza dell’ora è fisso e viene caricato nella memoria EPROM dello Z86E08 al momento della programmazione.

Ogni 60 unità contate dal contatore dei secondi (praticamente ogni minuto) viene sospesa la visualizzazione dell’ora sul display (tutti i LED si spengono) e il software fa una chiamata (“CALL”) alla subroutine Load Message, esplicitata dal relativo diagramma di flusso illustrato in queste pagine. In questa subroutine il microcontrollore va a cercare in EPROM il messaggio da visualizzare e ne converte ogni singolo carattere nel valore numerico corrispondente al rispettivo codice ASCII: ad esempio la lettera F maiuscola corrisponde al numero 70, ovvero, in forma binaria, a: 1000110.

shift_register_74hct164_schema

Nel programma è inserita una tabella di conversione che abbina ad ogni singolo codice ASCII una precisa combinazione dei LED accesi lungo il display: ad esempio, considerando che ogni carattere è composto da un massimo di 7 LED in altezza (colonna) e di 6 in larghezza (in realtà uno è sempre spento per spaziare il carattere), la lettera F maiuscola si ottiene facendo accendere tutti i LED della seconda colonna (da sinistra) quelli dal 2 al 6 della prima riga (ROW1) in alto e quelli dal 2 al 6 della quarta riga (ROW4).

Insomma, il codice binario corrispondente ad ogni carattere (per i primi sei caratteri che compongono la frase) viene caricato nell’area della RAM compresa tra i soliti indirizzi 20H e 44H.

Va notato che il display visualizza sei caratteri per volta, quindi nella predetta area di RAM vengono caricati di volta in volta 6 caratteri, pertanto quando ne viene aggiunto uno (il settimo, l’ottavo, ecc.) viene eliminato il primo della fila: un po’ come avviene sul display, dove scorrendo la scritta sparisce il carattere d’inizio e se ne aggiunge uno alla fine. Quando termina la visualizzazione del messaggio la “Load Message” provvede a segnalarlo alla TIME che ricarica il Buffer di RAM con i valori di ore, minuti e secondi: sul display ricompare l’orologio. Ovviamente, mentre la “Load Message” provvede a “scrivere” nel Buffer di RAM il messaggio disponibile in EPROM, la TIME continua a mantenere aggiornato il tempo senza però aggiornare il Buffer di RAM: mentre scorre la scritta la base dei tempi dell’orologio non viene alterata e rimane aggiornata.

A questo punto bisogna vedere come avviene di fatto la visualizzazione delle scritte, già, perché i caratteri non vengono visualizzati contemporaneamente (sarebbe impossibile farlo con i pochi piedini disponibili nel microcontrollore) ma sono composti sulla matrice mediante l’accensione dei LED giusti al momento giusto: i caratteri vengono scritti sul display esattamente come avviene nella televisione, cioè sono formati da LED che si accendono velocemente in sequenza e per brevi istanti, creando l’immagine voluta. Sfruttando la persistenza delle immagini nell’occhio umano si riesce ad ottenere messaggi chiaramente visibili.

scritta_scorrevole_time

Il metodo di visualizzazione riguarda anche l’ora dell’orologio. E’ evidente che per ottenere una buona visione il microcontrollore deve costituire velocemente l’immagine, cioè deve effettuare una scansione della matrice ad alta frequenza: considerando che il nostro occhio può vedere 50 diverse immagini parziali come una sola (ce lo dimostra appunto la televisione) abbiamo fatto scrivere tutti i 6 caratteri componendoli con circa 50 frammenti, ovvero parti del messaggio o dell’ora.

Il kit è disponibile da Futura Elettronica

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 10 utenti e 55 visitatori collegati.

Ultimi Commenti