Home
Accesso / Registrazione
 di 

Scritte scorrevoli con orologio - 8

Scritte scorrevoli con orologio

Questa regola tenetela presente anche per i LED (ne vanno 84 per scheda) che monterete subito dopo sulle tre schede visualizzatrici. A proposito: per ottenere anche a distanza una buona immagine dal display, consigliamo di impiegare esclusivamente LED ad alta efficienza, perché renderanno decisamente più visibili scritta ed orologio. Durante tutte le fasi del montaggio tenete d’occhio la disposizione dei componenti illustrata in queste pagine, in modo da verificare momento per momento il verso di inserimento dei componenti polarizzati.

Ah, non dimenticate il BDX53 sulla scheda base: va montato tenendolo sdraiato ed appoggiato ad un dissipatore di calore avente resistenza termica all’incirca di 10 °C/W, al quale conviene fissarlo con una vite e un dado. Infine, saldate in corrispondenza dei punti +V, CLOCK, CLEAR, DATA, massa, ROW1, ROW2, ROW3, ROW4, ROW5, ROW6 e ROW7 di ogni scheda, altrettante punte o spezzoni di filo di rame rigido del diametro di 1 mm alti circa 1 cm: serviranno per interconnettere le schede.

Una volta terminate le saldature inserite uno ad uno gli integrati nei rispettivi zoccoli, prestando l’attenzione che serve ad inserirli ciascuno nel verso indicato dai vari disegni di montaggio (serigrafie sui c.s.) visibili in queste pagine; tenete presente che gli ULN2068 sono gli unici a 7+7 piedini, i 74HC164 sono gli unici a 8+8 piedini, mentre a 9+9 piedini c’è solo il microcontrollore: perciò se non altro non correte il rischio di inserire un integrato al posto di un altro. Montati gli integrati le quattro schede sono pronte all’uso. Per mettere in funzione il sistema occorre interconnettere, dopo averle affiancate, le schede, in modo da realizzare i collegamenti delle linee di alimentazione, reset (CLEAR), dati (DATA), sincronismo (CLOCK) e righe (ROW1÷ROW7): allo scopo disponete la scheda di controllo a sinistra e con il microcontrollore che guarda in giù (in alto a destra dovete avere i punti del canale dati) e le tre visualizzatrici affiancate con le matrici di LED in basso (in alto, a destra e a sinistra, devono stare i punti di collegamento); con dei corti spezzoni di filo o avanzi di terminali di resistenze e condensatori unite i punti di ciascuna scheda con quelli adiacenti, saldandoli con una goccia di stagno.

In pratica il punto DATA della scheda base deve essere collegato a quello della visualizzatrice che gli sta a destra, e il DATA a destra di quest’ultima va collegato con quello della seconda scheda visualizzatrice (quella affiancata ad essa). Realizzati tutti i collegamenti punto a punto (il lavoro è facile perché ogni pin deve essere collegato a quello che gli sta a fianco) prendete un trasformatore con primario a 220V/50 Hz e secondario da 9 volt e collegate al primario un cordone di alimentazione dotato di spina da rete; quindi con due spezzoni di filo isolato collegate i capi del secondario ai punti AC dello stampato dell’unità di controllo e, verificato il collegamento, inserite la spina del cordone in una presa di rete: dovrebbe apparire l’ora sul display (12:00:00) e i secondi dovrebbero avanzare progressivamente, ovviamente a tempo. Per ritoccare l’ora agite sui pulsanti, premendo P1 per far avanzare i minuti e P2 per le ore: ore e minuti devono avanzare di un’unità ogni volta che si premono e si rilasciano i rispettivi pulsanti. Verificate che trascorso un minuto dall’accensione sparisca l’ora e scorra la scritta memorizzata nel microcontrollore; verificate anche che poco dopo la fine della scritta torni l’ora.

Il kit è disponibile da Futura Elettronica

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Ultimi Commenti