Semrock, filtri Brightline a fluorescenza per optoelettronica

filtri per fibre ottiche

ZLa Semrock ha da poco presentato sul mercato un nuovo set di filtri a fluorescenza, i Brightline, per migliorare la stabilità della banda larga, sono filtri ad alte prestazioni e adatti al segnale lungo. La fluorescenza può quindi essere catturata per applicazioni che prevedono bassa concentrazioni di fluoro foro e quando il rapporto tra il segnale e il rumore non poi così critico.

Questo set di filtri Brightline si adatta perfettamente alla visualizzazione di fluorocromi che hanno spettri di emissione molto larga oppure sono effetto di cambiamenti di grandezza tra le lenghezze d’onda di emissione ed eccitazione.

Filtri Brightline

Questo set di filtri è destinato ai fluorofori tra cui sono compresi i DAPI, GFP e rosso come mCherry. Permettono anche agli utilizzatori di scegliere tra il ridurre l’eccitazione e al minimo il photobleaching e la fototossicità, per arrivare ad una eccitazione larga per avere il massimo del segnale a bassa concentrazione.

Utenti DAPI, GFP e mCherry

Gli utenti di questi devono impostare i filtri Brightline e possono passare da un tipo all’altro di gruppo per una diversa emissione. I tre emettitori sono garantiti in questo modo al 93% della trasmissione su banda e in grado di catturare la fluorescenza più vicino possibile alla banda massima di eccitazione, per avere un’efficienza ottimale.

Prodotti Semrock

La Semrock produce diversi tipi di filtri a banda singola chiamati FRET, a multi banda,a banda passante e a filtri multi fotoni, dicroici singoli e multipli.

I filtri a fluorescenza Brightline sono più luminosi e offrono un maggior contrasto oltre ad essere più resistenti dei filtri più convenzionali e possono anche essere puliti. Alcuni filtri hanno una risoluzione superiore e maggiore sensibilità e fedeltà. Ne potete trovare anche a 45° di incidenza e per sorgenti di luce a banda larga.

Filtri a 45°

Hanno un campo di incidenza ad angolo di 45° e sono a riflessione molto ampia e piatta. Riescono ad abbassare la luce “parassitaria” e sono perfetti per i microscopi a fluorescenza e altri tipi di strumentazione.

Filtri ottimizzati per il laser

Anche questi filtri hanno un’incidenza di 45° e sono stati ottimizzati per il laser, la riflessione è garantita al 98% per le lunghezze d’onda del laser, e ad oltre il 93% per la banda larga, con alta velocità. Si possono utilizzare per la microscopia e microscopi laser.

Filtri per la qualità dell’immagine

I filtri dicroici servono per separare i segnali multicolori in emissione e mantengono la fedeltà dell’immagine dal punto di vista dei colori. Hanno una riflessione ampia e planarità eccellente tanto che la distorsione dell’immagine è ridotta al minimo.

Filtri LaserMUX

Sono progettati per combinare e separare molteplici fasci di luce con angolo di incidenza di 45° per consentire tantissime applicazioni in ambiente di laboratorio.

Tutti prodotti dell’azienda sono rivestiti e resistenti e si possono pulire con semplice alcool o acetone. La Semrock leader nel settore fornisce anche filtri su richiesta, personalizzati a seconda delle esigenze nella vasta gamma di prodotti e assicura per ogni suo filtro prestazioni permanenti anche in condizioni di alta illuminazione. La richiesta viene evasa in una settimana. (fonte: semrock)

Leave a Reply