Home
Accesso / Registrazione
 di 

Shepherd Center: "tongue drive" e le nuove tecnologie ad essa applicate

tongue drive

Allo Shepherd Center in Atlanta gli scienziati medici presso lo Shepherd Center in Atlanta, in Georgia stanno sviluppando una tecnologia veramente rivoluzionaria per aiutare coloro che devono recuperare da ictus o traumi della colonna vertebrale, una sedia a rotelle che può essere controllata dai movimenti della lingua. Appare incredibile ma ormai non esistono più frontiere, quello ch epuoi pensare puoi anche realizzarlo.

L'innovazione tecnologia di questa sedia a rotelle viene da un gruppo di scienziati dello Shepherd Center lavorando a stretto contatto con un altro gruppo dalla School of Electrical and Computer Engineering presso il Georgia Institute of Technology. "Uno dei vantaggi principali della lingua è che è direttamente collegata al cervello", spiega Maysam Ghovanloo, responsabile del progetto presso la Georgia Tech. "La lingua è a differenza del resto del corpo, collegata al cervello non attraverso il midollo spinale. Un paziente che anche avesse un alto livello di lesioni del midollo spinale può ancora muovere la propria lingua, come me o voi. "Il sistema Tongue Drive è in fase di sperimentazione su pazienti in questo preciso momento", permettendo ai pazienti di controllare i propri movimenti e di muoversi all'interno dell'ospedale in modi che semplicemente non erano possibili prima di questa nuova tecnologia.

"Agli utenti piace perché non risulta molto diverso quando si utilizza la sedia, a differenza di altre unità mobili che usano sip and puff come metodo o comuni keypad per muoversi", spiega Ghovanloo.

Lingue e nuove frontiere

E' molto tempo che i ricercatori presso il Georgia Institute of Technology stanno esaminando i mezzi per convertire la lingua umana in un elaborato sistema di controllo computerizzato. Il piano finale, utilizzando la tecnologia "Tongue Drive", è quello di trasformare tutta la bocca in un autonomo sistema informatico, usando la lingua in pratica come un joystick, che interagisce con i sensori collocati intorno alla bocca, e anche eventualmente con i denti come una tastiera virtuale."Si potrebbe avere il pieno controllo dell'ambiente tramite il solo iutilizzo della lingua", ha detto Maysam Ghovanloo, professore assistente di Georgia Tech, che guida il team di ricerca. I benefici per le persone disabili sotto il collo sono potenzialmente significativi, visto che la lingua è spesso completamente non influenzata dagli incidenti fisici ed è collegata al cervello e non al midollo spinale. Aggiunta a ciò, la lingua è tattile, flessibile e non richiede molta energia per essere utilizzata per lunghi periodi. "Questo potrebbe dare un numero quasi infinito di parametri e opzioni per la comunicazione", ha detto Mike Jones, vice presidente della ricerca e della tecnologia presso l'ospedale di riabilitazione Shepherd Center ad Atlanta. "E 'facile, e qualcuno potrebbe imparare un linguaggio completamente diverso."

Shepherd Center: lingua e magneti nella bocca

Anche se un altra società con sede a Palo Alto ha già mostrato il suo dispositivo di controllo elettronico tramite la lingua. In forma di una tastiera con nove tasti posta sul retro della bocca. La soluzione sulla quale invece Ghovanloo si concentra è basata sull'idea di una tastiera virtuale. Il movimento di 3 millimetri di un magnete, posto sotto la punta della lingua, è monitorato da sensori sul lato delle guance. Questi segnali vengono convertiti in comandi di movimento tramite un dispositivo di controllo di movimento. Ghovanloo ha detto di sperare che un giorno avrebbe potuto aggiungere comandi, più che trasformano i denti in tastiere e le guance in computer console, dando l'esempio, "sinistra potrebbe essere accendi le luci, a destra verso il basso potrebbe essere di spegnere il televisore." il lavoro di Ghovanloo ha attirato unfinanziamento di $ 120.000 dalla National Science Foundation e 150.000 $ dal Christopher e Dana Reeve Foundation.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 12 utenti e 63 visitatori collegati.

Ultimi Commenti