Home
Accesso / Registrazione
 di 

Si scrive WaveStation, si legge qualità LeCroy

LeCroy Wavestation

Quando si parla di strumentazione da banco e di supporti alla professione di un ingegnere, uno dei marchi dei quali assolutamente non si può prescindere è certamente LeCroy. La sua linea di strumenti professionali è sempre punto di riferimento ed oggi ne vediamo un esponente di grande rilievo.

Come abbiamo iniziato a fare nell'ultimo mese, su queste pagine vi stiamo dando delle indicazioni su come fare e cosa serve per allestire un laboratorio che sia il più completo possibile.
Nelle ultime puntate ci siamo occupati di oscilloscopi, di alimentatori di rete, di multimetri ed oggi cerchiamo di completare la strumentazione fondamentale parlando del generatore di funzioni.

LeCroy WaveStation 2012

Si tratta di un dispositivo davvero molto valido, come avremo modo di vedere. Tra le sue caratteristiche e punti di forza, abbiamo:

  • larghezza di banda: 10 MHz;
  • risoluzione: 14 bit, 125 MS/s e 16 k punti per canale;
  • numero di canali: 2;
  • segnali incorporati: più di 40;
  • interfaccia: USB, GPIB e USB Host;
  • consumo di potenza: 50 VA (50 W) massimi.

Il generatore di funzioni di cui stiamo parlando risulta molto versatile e davvero ben attrezzato. Come potete vedere in foto, sono presenti cinque tasti diretti per controllare altrettante forme di segnale standard (quadra, triangolare e così via dicendo) ed ancora la funzione "arbitraria" grazie alla quale si accede direttamente ad oltre 40 segnali non standard già programmati. Tutto questo, naturalmente, potendo, poi, scegliere ancora altre forme d'onda programmate ad hoc sulla specifica esigenza. Con l'aiuto del software di editing, che come vedremo è incluso, sarà possibile produrre segnali altamente specificati in completa autonomia.

Tra le caratteristiche segnaliamo:

  • doppia uscita per funzionamento sincronizzato oppure due segnali differenti;
  • visualizzazione d'anteprima;
  • tasti di selezione diretta.

Il generatore è anche dotato di un'interfaccia USB frontale grazie alla quale sarà possibile salvare i dati direttamente su un supporto di memoria esterno collegato a questo scopo. Una grande comodità, specie se analoghe impostazioni serviranno altrove o di nuovo col procedere degli esperimenti.

Ma adesso entriamo più nello specifico ed andiamo a vedere i dati tecnici di questo interessantissimo strumento:

  • forme d'onda in uscita:sinusoide, quadra, triangolare/rampa,impulsi, arbitrario;
  • Intervallo di frequenze: 1 µHz - 10 MHz;
  • Intervallo di frequenze sinusoidali: 1 µHz - 10 MHz;
  • Coefficiente di distorsione sinusoidale: <0.2 %;
  • Intervallo di frequenza dell'onda quadra: 1 µHz - 10 MHz;
  • Tempo di salita onda quadra: <12 ns;
  • (Triangolo) intervallo di frequenza: 1 µHz - 300 kHz;
  • Intervallo di frequenza ARB: 1 µHz - 5 MHz;
  • Risoluzione: 14 bit;
  • Memoria curva: 10;
  • Impedenza: 50 Ohm;
  • Offset: ±1,5 V/±5 V;
  • Funzione vobulazione: 1 ms - 500 s;
  • Modulazione interna: AM, FM, FSK, ASK, PWM;
  • Modulazione esterna: AM, FM, FSK, ASK, PWM;
  • Display: Farb-TFT, 320 x 240 Pixel;
  • Interfacce: USB Host, USB, GPIB;
  • Alimentazione: 100 - 240 V/AC 50/60 Hz, 100 - 120 V/AC 400 Hz;
  • Dimensioni: 281 x 229 x 105 mm^3
  • Peso: 2.6 kg.

Dal momento che si tratta di un dispositivo programmabile, possiamo vedere, sebbene brevemente, quali sono i parametri delle forme d'onda ed i vari tipi possibili in maniera più dettagliata.

Anche perché è sempre buona norma ricordare che, quando si utilizza un qualunque generatore di forme d'onda, non necessariamente specificatamente questo, è fondamentale comprendere la relazione che c'è tra i controlli di tipo "Main Waveform Type", "Save/Recall" e "Waveform Signal Conditioning". Se si riesce a guadagnare confidenza e padronanza di questi semplici strumenti, si può riuscire immediatamente a lavorare con grande scioltezza.

Dal pannello frontale possiamo selezionare quindi:

  • sinusoide - la forma d'onda principale e predefinita. Viene impostata una frequenza di 1 kHz con un'ampiezza di 4 Vpp ed un offset nullo;
  • quadra - anche in questo caso i valori sono gli stessi ed il duty cycle è impostato al 50% (0,5). È possibile produrre una grande varietà di queste forme d'onda con frequenza compresa tra 1 uHz e 25 MHz con altrettanto vari valori di duty cycle;
  • rampa - la sua versione di base ha gli stessi valori di frequenza, ampiezza ed offset. La simmetria è fissata al 50% e la frequenza può variare da 1 uHz fino a 300 kHz;
  • impulso - frequenza di 1 kHz, ampiezza 4 Vpp, offset nullo e larghezza pari a 200 us sono le caratteristiche dell'impulso predefinito. Le frequenze degli impulsi possono variare da 500 uHz a 5 MHz;
  • rumore - naturalmente non si tratta di una vera e propria forma d'onda ma c'è un'ampiezza fissata a 2 V ed una varianza pari a 10 mV. La banda può estendersi sino a 50 MHz, di fatto simulando un rumore bianco;
  • arbitraria - per questo tipo di forma d'onda ci sono dei valori predefiniti, che sono sempre quelli, ma in realtà quello che più importa è il numero massimo di punti di segnale che possono essere impostati entro una frequenza massima di 5 MHz. Pertanto, vanno usati intelligentemente i 16.000 punti a disposizione (che non sono affatto pochi, comunque).

Apriamo, adesso, il capitolo relativo al contenuto della confezione. Questo dispositivo arriva completo di: cavo di alimentazione, cavo USB 2.0 tipo A - tipo B da 1 m, convertitore USB-GPIB, manuale dell'operatore, certificato di prestazioni e calibrazione e CD di installazione per il software di acquisizione WaveStation PC.

Parliamo di accessori, ora. Il primo a comporre questo elenco è certamente il supporto mobile per linee di misurazione ML-10 della Voltcraft. Ed a proposito di linee di misura, ne esistono da 200 cm che è possibile acquistare separatamente. Tra gli accessori figurano anche diversi connettori BCN/TNT/UHF e così via dicendo organizzati in un unico set della linea BKL Electronic.

Questo apparecchio è sicuramente uno dei più complessi che vi abbiamo suggerito finora ed è giusto che sappiate che per procurarsi qualcosa di questo tipo e con queste caratteristiche la spesa dovrà necessariamente essere più "sostenuta" rispetto alle cifre di cui abbiamo parlato finora. Questo particolare dispositivo che vi abbiamo proposto ha un costo di € 973,64. Se siete interessati, potete certamente trovarlo qui.
Il nostro consiglio è sicuramente quello di tenerlo in debita considerazione dal momento che questo genere di acquisti, naturalmente, volete farlo una volta sola e che ne valga la pena. Ed è esattamente questo il caso.

E a proposito degli accessori, proprio a questo indirizzo troviamo qualcosa di curioso: il generatore di funzione ha, tra gli accessori, proprio gli oscilloscopi. Questa scelta non è assolutamente casuale: come dobbiamo sempre tenere a mente, questi due strumenti lavorano a stretto contatto l'uno con l'altro ed è quindi importante per noi suggerirvi di scegliere prima di tutto la marca e poi la strumentazione o meglio la strumentazione, in funzione della marca.

Prendetelo come un consiglio: cercate, almeno per questi due strumenti, di affidarvi ad un unico brand e procuratevi una coppia che sia comparabile non soltanto come larghezza di banda (che naturalmente deve essere confrontabile) ma anche come risoluzione, in maniera tale da essere sicuri di poter rilevare tutto quello che generate.

In questo modo, le vostre analisi saranno certamente molto precise.

Il generatore di funzioni Lecroy Wavestation 2012 è disponibile a 973,64 € (+iva)

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog
ritratto di Giorgio B.

Non so per quale motivo mi

Non so per quale motivo mi ero perso gli ultimi due articoli di questa serie ma devo dire che sono molto contento di averli letti!
In particolare quest'ultimo l'ho letto davvero tutto d'un fiato e credo che sia uno strumento davvero di gran pregio!
LeCroy è una marca che conosco di nome, di fama più che altro, però tutti me ne parlano benissimo ed effettivamente sembra valere.
In particolare volevo chiedere: la precisione è davvero del µHz?
Cioè riesce a risolvere questa quantità?
In quali applicazioni pensate serva questa precisione?

ritratto di Piero Boccadoro

Ecco tutti i dettagli di cui

Ecco tutti i dettagli di cui hai bisogno:
http://cdn.teledynelecroy.com/files/pdf/wavestation_datasheet.pdf
:)

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 9 utenti e 56 visitatori collegati.

Ultimi Commenti