Home
Accesso / Registrazione

slovati

ritratto di slovati

User title

User+

PROFILO

Profilo Google+

Google+

Cronologia

Membro da
5 anni 36 settimane
Blog
Vedi messaggi recenti del blog

 

 

Ultimi POST

ritratto di slovati

Riservato agli Abbonati Premium[ECC] Error Correction Code: le tecniche per rilevare e correggere gli errori nelle memorie

Tecnologia
ritratto di slovati

I2C: risoluzione delle problematiche comuni

Hardware & Pinouts
ritratto di slovati

Thread o Processo: quale usare?

Programmazione C/C++ Assembler

Ultimi Commenti

Le tecniche di rilevamento e correzione (automatica) degli errori vengono applicate a molti contesti, tra cui uno è quello delle trasmissioni dati (telecomunicazioni). Come citato nell'articolo, vengono utilizzate per la lettura dei CD, DVD, Blu-Ray, e ovviamente anche negli SSD (si veda l'articolo relativo). Nel caso dei CD/DVD, l'errore è introdotto nella fase di conversione del segnale da ottico a digitale, e le tecniche di ECC consentono di decodificare correttamente i dati letti e risalire al contenuto digitale originale. Abbiamo poi numerose applicazioni nel campo delle telecomunicazioni, soprattutto quelle di ultima generazione, come il 3G e il 4G/LTE. In questo campo è fondamentale garantire degli elevati standard di affidabilità, per cui si ricorre a tecniche di ECC trasmettendo più dati di quelli effettivamente necessari (gli "extra" bit servono proprio, in ricezione, ad accorgersi se c'è stato uno o più errori e eliminarli SENZA dover ritrasmettere i dati. Altro campo di...
Dipende cosa intendi per errore. Se per errore intendi un guasto fisico del componente, penso che non ci sia tecnica valida in grado di recuperare i dati. Se invece per errore intendi l'errore dovuto alla lettura dei dati del componente, le tecniche di ECC sono valide e utilizzabili. Nei dispositivi che utilizzano memorie flash NAND sono quasi sempre applicate tecniche di ECC, e gli algoritmi sono utilizzati sia in scrittura che in lettura: l'errore c'è sempre, dovuto alla difficoltà di determinare con precisione e in modo univoco lo stato logico 0 oppure 1 di una singola cella di memoria.
Il Tire Pression Monitoring System e' senza dubbio un sistema che contribuisce notevolmente ad innalzare il grado di sicurezza di un veicolo, e nel quale la componente elettronica (con uso esteso di dispositivi MEMS) gioca un ruolo fondamentale. L'industria italiana, con Pirelli, ha realizzato una proporia versione di questo dispositivo, nota con il nome K-PRESSURE e disponibile nelle tre versioni Optic, Acoustic, e AcousticBlue. La prima fornisce un'indicazione solo visiva sullo stato della pressione tramite la colorazione del tappo coprivavalvola (rosso=allarme), la seconda segnala l'allarme pressione all'unita' di controllo elettronica a bordo dell'autovettura, mentre la terza e' in grado di trasmettere direttamente un SMS al cellulare del guidatore. Link: http://www.pirellityre.com/web/car-suv-van/technology-revolution/k-pressure/default.page
Ciao Lorenzo, ti ringrazio anzitutto per i complimenti! Il fatto di aver utilizzato Putty per Windows è soltanto legato a una questione di comodità, nel senso che per la stesura dell'articolo ho utilizzato delle macchine virtuali Linux caricate da Windows (poi in genere uso Putty per collegarmi in SSH per una questione di abitudine). Penso che la virtualizzazione, grazie alla potenza di cui dispongono gli attuali PC, sia una grandissima cosa. Io ad esempio ho diverse macchine virtuali Linux con differenti distribuzioni (alcune ormai obsolete, ma mi tocca tenerle per eventuali modifiche da apportare a qualche applicativo). Comunque il discorso della virtualizzazione è troppo ampio, forse ci vorrebbe un articolo dedicato per trattarlo in modo esauriente.
L'articolo è focalizzato sulla Bash Shell, quindi la gestione dei comandi negli altri tipi di shell non è stata volutamente trattata. Tieni comunque presente che la maggiorparte dei comandi sono comuni a pressochè tutti i tipi di shell, e che comunque, nel dubbio, puoi fare riferimento alla man page della shell interessata.
Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 43 utenti e 94 visitatori collegati.

Ultimi Commenti