Home
Accesso / Registrazione
 di 

Sonda lunare Chang’e-2: la Cina sta per lanciare la seconda sonda lunare, Chang’e-2

Foto scattata dalla sonda Chang'e-1

La sonda lunare Chang’e-2 sta per entrare nuovamente in orbita, dopo il lancio, 3 anni fa di Chang’e-1. La Cina è ormai entrata nel rango delle potenze mondiali per quel che riguarda l’economia e la potenza militare; il prossimo passo è quello di mostrare come sia in grado di affrontare dei veri e propri programmi spaziali. Così, dopo il lancio di Chang’e-1, il 26 Novembre 2007, il governo di Pechino si appresta a fare il bis, lanciando la sonda Chang’e-2.

Con al sonda lunare Chang’e-2 la Cina conferma il proprio programma spaziale

I preparativi per il lancio della seconda sonda lunare sono quasi al termine e a Pechino sperano di essere pronti per Venerdì, giorno in cui ricorre il 61esimo anniversario della nascita della Repubblica Popolare Cinese.

Secondo notizie comunicate da un media locale, il razzo di lancio, che porterà la sonda Chang’e-2 e che andrà in orbita entro 9 miglia (o 15 Km) dalla luna, è stato messo a punto e settato nella provincia di Sichuan, nel distretto sud orientale.

Gli ingegneri a capo del programma sono arrivati al centro di lancio della sonda lunare Chang'e-2, nella città di Xichang, per portare avanti gli ultimi test; lo staff che lavora nel centro ha dichiarato che, a meno di complicazioni impreviste dell’ ultima ora, il lancio potrebbe essere effettuato entro la settimana, con probabilità venerdì, giorno in cui la Cina celebra la proclamazione della Repubblica Popolare Cinese ad opera di Mao Tse-tung.

I meteorologi hanno previsto un cielo sereno nell’area di Xichang a partire dai giorni seguenti, quindi imprevisti a parte, ci sono tutte le condizioni per far partire Chang’e-2 in tempi brevi.

La sonda lunare Chang’e-2 farà da apripista per i primi sbarchi sulla Luna

Come riportato dai media di stato, la sonda lunare condurrà una serie di test come preparazione del lancio, previsto per il 2013, del Chang’e-3, un nuovo velivolo spaziale che ha come obiettivo quello di operare il primo sbarco senza equipaggio sulla Luna ad opera della Cina.

Il programma Chang’e, chiamato così in onore di una divinità mitologica cinese che volò sulla luna, viene visto come uno sforzo che la Cina sta facendo per mettersi alla pari con i programmi degli stati Uniti e della Russia. Il primo passo è stato compiuto con il lancio del Chang’e-1 nel 2007, che ha orbitato intorno alla luna ed ha scattato una foto ad alta risoluzione della sua superficie; tre anni dopo il nuovo test di Chang'e-2 che servirà per una nuova missione lunare nel 2013, da cui si spera di riportare sulla terra un campione di roccia lunare; l’obiettivo finale sarà rappresentato dal primo sbarco umano intorno al 2020.

La Cina ha comunque già dato dimostrazione delle sue possibilità, essendo stata la terza nazione, dopo Russia e Stati Uniti, a portare in maniera indipendente un uomo nello spazio, esattamente nel 2003, quando l’astronauta Yang Liwei pilotò il modulo Shenzhou-5 da una sola persona nella storica missione spaziale.

Gli Stati Uniti restano l’unica nazione che ha dichiarato di aver compiuto missioni lunari con equipaggio tra il 1969 e il 1972.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ci sono attualmente 9 utenti e 64 visitatori collegati.

Ultimi Commenti