SP-90B: la stazione saldante che stavate cercando

sp-90b

Bentornati alla rubrica sull'allestimento del nostro laboratorio. Oggi il focus sarà nuovamente sulla strumentazione e sui tool indispensabili, il tutto per proporvi una soluzione che ci ha colpito, molto valida ed efficace, una vera e propria occasione per investire in una nuova stazione saldante. Vi presentiamo la SP-90B.

Oggi vi parliamo di un tipo di prodotto che assolutamente non ha bisogno di presentazioni: l'utilità di una stazione saldante è chiara a tutti.
Partendo da chi comincia a mettere le mani sull'elettronica, sui componenti, sui connettori e così via dicendo, perché fare una saldatura vuol dire capirla e quindi poterla analizzare, guardarla con occhio critico e, magari, immaginare perché potrebbe non funzionare oppure quali danni si potrebbero creare al sistema o alla scheda o al dispositivo se si sbagliasse nell'eseguirla.
Fino a chi già lavora nel settore, e magari ha già diversi anni di esperienza, può esercitarsi nella rifinitura delle schede oppure creare delle modifiche o delle personalizzazioni. Oppure ancora potrebbe lavorare sui singoli componenti.
Tra l'altro, avere a disposizione uno strumento come questo all'interno di un laboratorio privato può permettervi di fare pratica anche nel tempo libero.
E se tutti questi vantaggi ancora non dovessero essere abbastanza per voi, aspettate di vedere che cosa abbiamo trovato e siamo sicuri che cambierete idea.

La stazione saldante che vi proponiamo è la Solder Peak SP-90B.

Si tratta di una stazione saldante digitale dotata, peraltro, come avete visto nell'immagine principale, di un'interfaccia utente chiara ed essenziale.

Prima di entrare nel vivo, però, diciamo da subito che la stazione è da 90W (con elemento resistivo in ceramica), quindi stiamo parlando di qualcosa di più di un entry-level.
Altra caratteristica interessante è il range di temperatura di lavoro che si estende da 100 fino a 500 °C.
Uno dei fattori limitanti della qualità delle stazioni saldanti è la precisione con la quale viene determinata la temperatura. Questo è fondamentale perché lavorare con la giusta temperatura significa, prima di tutto, ottimizzare la resa del saldato ma anche impiegare meno tempo e, quindi, esporre meno la scheda ad una temperatura elevata, con evidenti vantaggi.
Da questo punto di vista, l'SP-90B non ci fa mancare niente, garantendoci anche una precisione di ±10°C.

La stazione viene alimentata da tensione alternata (230V AC) mentre la saldatrice è alimentata a 24 V.

Visto che questo strumento va sul banco di lavoro, molto importante è il suo ingombro. La saldatrice, lunga 175 mm, ha una dimensione standard; la lunghezza del cavo che collega la stazione alla saldatrice è di poco più di 1 m (per la precisione 1.15 m).

Per quanto riguarda le dimensioni della stazione, invece, stiamo parlando di 168 × 110 × 95 mm, tutto sommato un ingombro abbastanza contenuto se si pensa che l'intera soluzione ha un peso di appena 2 kg.

Prima di passare alle caratteristiche della saldatrice, vediamo quali sono le funzioni della stazione:

  • funzione di blocco con password;
  • calibrazione della temperatura;
  • pulsante per cambio di temperatura rapido;
  • regime di stand-by.

Vediamo, finalmente, le caratteristiche:

  • brevissimo tempo di riscaldamento (che renderà la stazione subito operativa, riducendo i tempi di attesa);
  • buona stabilità della temperatura;
  • impugnatura ergonomica;
  • possibilità di lavorare su tecnologia con o senza piombo;
  • memorizzazione della temperatura e possibilità di salvataggio di 3 diversi valori di temperatura;
  • possibilità di impostare il momento di entrata nella modalità "sleep";
  • scelta della scala di temperatura (°C o F);
  • display LCD;
  • facilità di sostituzione della punta.

La soluzione, alla consegna, avrà anche un equipaggiamento di tutto rispetto che la renderà già pronta all'uso:

  • punta SP-90B-04CL;
  • spugnetta per la pulitura delle punte;
  • saldatrice SP-90B-IRON (ovviamente);
  • base per la saldatrice.

Niente male, non trovate?

Se volete saperne di più, cercate più informazioni, più dettagli, di certo vi sarà utile consultare la documentazione della stazione.

Se vi state chiedendo quanto potrà costare, la risposta la trovate sul catalogo TME. Stiamo parlando di poco di più di € 128.

 

Ancora una volta, però, la stazione è, certamente, un investimento indispensabile ma presto o tardi, soprattutto se la userete parecchio, avrete bisogno di un ricambio, quanto meno per le punte. Abbiamo dato uno sguardo sempre all'interno del catalogo e abbiamo trovato un elenco ben fornito.
Ce n'è davvero per tutti i gusti e per tutte le esigenze: dalla punta conica a quella a cacciavite, passando per il cono tagliato.
E anche le dimensioni sono parecchio differenziate dal momento che soltanto quella conica prevede diametri da 0,25, 0,2, 0,4, 0,8 millimetri. Variegata è anche l'offerta delle punte a cacciavite, che prevede 1,6 x 0.7 oppure 2,4 x 0,8 e ancora 3,2 × 0,8 e infine 4,6 × 0,8 (sempre millimetri, naturalmente). Tutte quelle presenti all'interno dell'assortimento non costano più di 2,7 € l'una, con possibilità di sconto per ordini ingenti. Interessante, vero?

Quindi cosa aggiungere? Non lasciatevela scappare!

6 Comments

  1. Piero Boccadoro Piero Boccadoro 18 maggio 2014
  2. adrirobot adrirobot 21 maggio 2014
  3. Piero Boccadoro Piero Boccadoro 21 maggio 2014
  4. Giorgio B. 22 maggio 2014
  5. thomaslo 26 maggio 2014
  6. Giorgio B. 27 maggio 2014

Leave a Reply