Home
Accesso / Registrazione
 di 

Spazio: la sonda Trace in pensione dopo le missioni di successo

a sonda Trace

Nonostante sia stata lanciata in orbita il 1 Aprile, la sonda Trace ha dimostrato di non essere uno scherzo, anzi si è dimostrata davvero utile per l’ osservazione, per la prima volta, di un intero ciclo solare e la cattura di immagini dei fenomeni coronali dinamici.

Trace ha fornito immagini magnificate di oltre 5 volte rispetto a quelle prese dal telescopio Extreme Ultraviolet Imaging a bordo del Solar Heliospheric Observatory (SOHO). Molti dettagli della sottile struttura della corona sono stati osservati per la prima volta grazie a Trace. Verso l’inizio della sua missione, la sonda ha scoperto che le proprietà magnetiche si evidenziavano in presenza di un aumento di calore alla base del sistema di anelli coronali nelle regioni solari attive, che più tardi hanno preso il nome di “coronal moss” (alla lettera muschio della corona).

Nel 2001, le osservazioni di Trace della sorprendente attività solare sono state messe in evidenza nel film IMAX SolarMax. Osservazioni spaziali ad alta risoluzione della corona solare stanno cominciando ad essere divulgate dal nuovo “occhio sul sole” della NASA, l’ Osservatorio Dinamico Solare, una navetta Goddard-built controllata dalla Heliophisic Division della Science Mission Directorate.

Il campo di visione dell’ Osservatorio Dinamico Solare è molto più ampio rispetto a quello della sonda Trace, e in questo modo l’intero disco del sole, non solo una piccola porzione, viene fotografato in ogni osservazione. La Lockheed – Martin Solar e il laboratorio astrofisico di palo Alto, in California, hanno sviluppato la strumentazione di Trace, e la direzione dei progetti di volo del centro spaziale Goddard della NASA si è occupata della progettazione e della costruzione della piccola sonda. L’ intera missione è stata portata a compimento per un somma totale inferiore ai 10 milioni di dollari previsti.

 

 

Scrivi un commento all'articolo esprimendo la tua opinione sul tema, chiedendo eventuali spiegazioni e/o approfondimenti e contribuendo allo sviluppo dell'argomento proposto. Verranno accettati solo commenti a tema con l'argomento dell'articolo stesso. Commenti NON a tema dovranno essere necessariamente inseriti nel Forum creando un "nuovo argomento di discussione". Per commentare devi accedere al Blog

 

 

Login   
 Twitter Facebook LinkedIn Youtube Google RSS

Chi è online

Ultimi Commenti