La stampa 3D è il futuro di ogni professione?

modello

Come tutti i nostri lettori sanno, la stampa 3D è diventato un argomento centrale sulla pagina. Abbiamo dato spazio alla descrizione di alcuni modelli, più oppure meno costosi. Abbiamo anche voluto dare tutto lo spazio di cui aveva bisogno a delfino_curioso per parlarci della sua personale esperienza di montaggio e completamento della realizzazione della sua stampante. Oggi facciamo qualcosa di diverso e parliamo con chi la sta usando per toccare con mano pregi e difetti della sua esperienza e condividerla.

Non importa quale professione voi svolgiate, la stampa 3D e la prototipazione rapida stanno arrivando! Che voi lo vogliate oppure no. Che voi ne siate preparati oppure meno.
Di fronte ad una rivoluzione così epocale che sta per cambiare il nostro modo di concepire la realizzazione dei prototipi ma anche, certamente, perché no, la presentazione dei prodotti ai potenziali clienti e così anche l'accesso alle tecnologie che permettono la realizzazione di modelli tridimensionali avanzati tramite CAD, non si può rimanere indifferenti.
Presto o tardi, com'è capitato per gli smartphone, le stampanti 3D promettono di entrare nelle case di ciascuno e cambiare la vita di tutti i giorni.
Oggi parliamo con qualcuno che è intervenuto nei commenti di un articolo e che sta usando questo strumento per lavoro. Vediamo che cosa riesce a farci.
Ma prima di farlo, però vediamo

quale stampante sta utilizzando?

  • Interface: SD or USB Link 
  • Max Printing Object Size: 225*145*150 mm 
  • Cirtuit: 5th generation,max support 5 motor 
  • X,Y Axis Positioning Resolution: 0.02mm 
  • X,Y axis max speed: 5000mm/minute
  • Z axis positioning resolution: 0.005mm 
  • Z axis max speed: 1000mm/minute 

Dimension:

  • Product dimension: 320 x 466 x 382 mm
  • Packing dimension: 560*420*520 mm
  • Material Support: ABS and PLA
  • Material Size: 1.75mm wire
  • Material size requirement: 1.75+-0.1mm 
  • Temperature Sensor: thermocouple temperature sensors
  • Printing Object Specification 
  • Position resolution: 0.1mm 
  • Layer: 0.1mm -0.4mm
  • Vertical Printing Speed: 15Cubic Centi-Meter/ Hour 
  • Object Size: 225 x 145 x 150 mm
  • LCD displayer: Optional 

Filament 

  • Material Type: ABS, PLA
  • Color: Wanhao over 43 colors for choice 
  • Filament size: 1.75mm 
  • 1 Roll Filament weight: 1 kg 

Components Specification 

  • MK7 + Double Extruder: 1 pc 
  • Max temperature: 260°C(500°F) 
  • Printer Dimension: 320 x 466 x 382 mm
  • Printer Weight: 12KG
  • Electric Power Supply: 220V / 110V ( Universal power supply, take IEC cable)
  • Output: 200W 
  • Software Format: STL, G code
  • Operation System: Windows 7, Vista, Linux, Mac, XP, 
  • Compliance: GB, CE
  • Softwear: Replicator G (Both English and Chinese Edition)

La prima domanda è un classico: chi sei e che cosa fai?

"Sono Roberto Gallo e sono diplomato in Arte Applicata. Ho iniziato a frequentare il corso di Laurea in Ingegneria Edile passando poi ad Ingegneria Civile. Nel frattempo, ho provato a portare avanti quella che è la mia passione principale, ovvero la grafica, sia bidimensionale sia tridimensionale (quest'ultima mi ha dato più soddisfazione perché il progetto che passa dal semplice schizzo alla resa foto realistica è emozionante)."

Che cosa devi farci con questa stampante? Perché ti serve?

"Al momento mi serve per realizzare un plastico per un progetto di riqualificazione di un'area portuale da inserire in un progetto più ampio che prende il nome di "Polo della cultura" ed è nella zona di Monopoli (BA).
Abbiamo pensato di realizzare il plastico, previsto nelle dimensioni di 12 m quadri, in parte in legno (come si è sempre fatto, per esempio in compensato) ed in parte sfruttando le nuove tecnologie di prototipazione rapida.
Lo scopo principale è quello di realizzare i modelli degli edifici all'interno di questo plastico in scala.
"

Tu sai che esistono due tipi diversi di materiali che vengono impiegati per la stampa: ABS e PLA. Quale avete scelto? E perchè?

"La valutazione è stata fatta esclusivamente in base al grado di tossicità del materiale ed ovviamente abbiamo optato per il PLA perché, dal momento che si tratta di un materiale derivante principalmente dal mais, e, quindi, ecocompatibile e non tossico, questo risulta molto più indicato.
L'ABS, inoltre, ha anche temperature di estursione maggiori e pertanto, lavorando in un posto non proprio areato, o comunque lavorando per tanto tempo all'interno dello stesso luogo, si sarebbe dovuto allestire un ambiente adeguato e comunque avremmo dovuto lavorare con maschere ed altre misure di protezione.
"

Parliamo di risultati: sei soddisfatto?

"Diciamo che su una scala da 1 a 10, misurando il grado di soddisfazione rispetto alla qualità di stampa, siamo intorno al sette e mezzo."

Hai già avuto esperienze con altri modelli?

"No, questo è il primo. Altri modelli ho avuto modo di vederli ma non di utilizzarli. L'ho viste all'opera e devo dire che la qualità di stampa mi sembra superiore anche perché, in questo, fa molto la meccanica.
Quella che sto utilizzando ha una meccanica poco resistente ed ho notato già dopo 200 ore (circa) alcuni cedimenti e malfunzionamenti, in particolare col sensore della temperatura, che ha iniziato a dare problemi, segnando temperature diverse. L'estrusione, infatti, avveniva a 160 gradi invece che a 200 e questo naturalmente ha causato problemi della qualità dello stampato.
I vari layer non si sono giustapposti correttamente e la struttura, in definitiva, è risultata fragile.
"

Un'esperienza deludente, insomma…

"Si, soprattutto sul lungo periodo. Diciamo che se la vogliamo utilizzare come stampante domestica allora può ancora reggere le richieste ma se la caratura dello strumento richiesto deve essere professionale allora sconsiglio vivamente questo modello.
Se da un lato è vero il detto "come spende mangi" è anche vero che tutto sommato non è indispensabile arrivare a spendere € 10.000 per riuscire a portarsi a casa una stampante professionale ed affidabile. Ci si può riuscire con molto meno anche senza accontentarsi.
"

Secondo tanti, la stampa 3D è il futuro. Secondo te, è vero? Prima nel campo in cui la stai adoperando e poi in generale, in tutti i campi che ti vengono in mente.

"Per quanto riguarda questo lavoro specifico, la realizzazione di alcuni pezzi non beneficia in maniera importante di questa nuova tecnologia. Ci sono, per esempio, degli edifici di contorno che altro non sono che dei semplici parallelepipedi per cui utilizzare una nuova tecnologia per fare una cosa come questa si dimostra inutile. Avremmo fatto molto prima a realizzarle in legno, come si è sempre fatto, non foss'altro che per una questione di tempo.

I campi su cui questa partita si può giocare in maniera importante, invece, per me sono tanti. Per esempio, il settore medico; abbiamo visto esempi di protesi dentarie ma anche lo studio di eventuali malformazioni.
Proprio nei commenti è stato fatto l'esempio di quel bambino che è stato curato sulla base dell'utilizzo di un modello stampato in 3D del suo cuore.
Quindi se questa tecnologia può effettivamente essere di aiuto anche ai più moderni sistemi di imaging, quali risonanze, TC e così via dicendo, perché no.
Quel bambino è stato salvato dai medici altri potrebbero beneficiarne.
"

Adesso, naturalmente, la parola è a voi: cosa pensate dell'esperienza di Roberto? Siete d'accordo con lui?

7 Comments

  1. Antonello 3 aprile 2014
  2. dodo 3 aprile 2014
  3. Ivan Scordato 3 aprile 2014
  4. delfino_curioso delfino_curioso 4 aprile 2014
  5. Giorgio B. 4 aprile 2014
  6. Antonello 8 aprile 2014
  7. Piero Boccadoro 8 aprile 2014

Leave a Reply